Bristowia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Bristowia
Immagine di Bristowia mancante
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Arachnida
Ordine Araneae
Sottordine Araneomorphae
Superfamiglia Salticoidea
Famiglia Salticidae
Sottofamiglia Agoriinae
Tribù Piliini
Genere Bristowia
Reimoser, 1934
Specie

Bristowia Reimoser, 1934 è un genere di ragni appartenente alla famiglia Salticidae.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Questo genere è stato denominato in onore di William Syer Bristowe, aracnologo inglese (1901-1979), specialista della famiglia Liphistiidae.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il genere possiede il primo paio di zampe molto sviluppato: la coxa, il trocantere e la patella sono enormemente sviluppati rispetto agli altri segmenti e in modo più marcato nei maschi che nelle femmine[1]

Gli esemplari di B. heterospinosa in entrambi i sessi non superano i 4 millimetri di bodylenght (lunghezza del corpo senza le zampe)[2].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Le due specie note di questo genere sono diffuse nell'Asia orientale e sudorientale fino all'Indonesia (rinvenuta solo sull'isola di Krakatoa); la B. afra è endemica del solo Congo[3].

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente, a maggio 2010, si compone di due specie[3]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ A revision of the genus Bristowia (Araneae: Salticidae)
  2. ^ Murphy & Murphy 2000: 290
  3. ^ a b The world spider catalog, Salticidae
  4. ^ Specie tipo del genere.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Frances e John Murphy, An Introduction to the Spiders of South East Asia, Kuala Lumpur, Malaysian Nature Society, 2000.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi