Banco Popolare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Banco Popolare
Logo
Stato Italia Italia
Tipo Banca popolare
Borse valori Borsa Italiana: BP
Fondazione 1º Luglio 2007 a Verona
Sede principale Piazza Nogara, 2 Verona
Filiali
Settore bancario
Utile netto Red Arrow Down.svg 0,945 miliardi [1] 2012
Dipendenti 18.917 (2012)
Slogan Le tue radici, il tuo futuro.
Sito web www.bancopopolare.it

Il Banco Popolare è un gruppo bancario di matrice cooperativa, il più grande in Italia, caratterizzato da un forte radicamento locale, con 18.917[2] dipendenti, oltre 3 milioni di clienti e circa 2.000 filiali[2].

È nato ufficialmente il 1º luglio 2007 dalla fusione fra Banco Popolare di Verona e Novara e Banca Popolare Italiana.

I rapporti di cambio sono stati determinati in 1 azione del costituendo Banco ogni una 1 azione di Bpvn e in 0,43 azioni del costituendo Banco ogni 1 azione di Bpi.

È quotata sulla Borsa Valori di Milano.

Nel 2010 ha superato lo "stress test" effettuato dal Committee of European Banking Supervisors (CEBS). Il test analizzava la solidità patrimoniale degli istituti bancari per verificare le capacità di resistenza alle crisi.[3]

Al 4 febbraio 2011 risultava essere la decima banca italiana[4] nella classifica delle 15 banche più capitalizzate quotate sulla borsa italiana. Al 9 agosto 2011 risultava essere la settima banca italiana[4] secondo la classifica dei gruppi bancari italiani per capitalizzazione. Da luglio 2013 è inclusa nello Standard Ethics Italian Banks Index[5].

Società controllate e Partecipazioni[modifica | modifica sorgente]

Fino al 27 dicembre 2011 controllava anche le banche Banca popolare di Verona - San Geminiano e San Prospero, Banca Popolare di Lodi, Banca Popolare di Novara, Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno, Banca Popolare di Crema e Banca Popolare di Cremona fuse poi nella capogruppo[8].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Banco Popolare, perdita da un miliardo. La colpa è nei conti di Agos Ducato.
  2. ^ a b Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2012, p. 8. URL consultato il 25 gennaio 2013.
  3. ^ Le cinque banche italiane promosse dagli stress test in Il sole 24 ore, 23 luglio 2010. URL consultato il 23-07-2010.
  4. ^ a b Dati in miliardi di euro, aggiornati al 26 marzo 2010 e forniti da Borsa Italiana SpA. La classifica non tiene conto quindi di alcune grandi banche italiane come BNL e Antonveneta non più quotate perché rilevate da gruppi stranieri e di Mediolanum e UGF, in quanto gruppi comprendenti anche attività assicurative
  5. ^ Il Sole 24 Ore Radiocor: RATING ETICO: STANDARD ETHICS, LUNEDI' AL VIA ITALIAN BANKS INDEX - Milano, 05 lug (RADIOCOR) 05-07-13 12:38:18 (0182) 5 NNNN
  6. ^ Sito Aletti Gestielle SGR > Società. URL consultato il 16 gennaio 2013.
  7. ^ Azionariato - Banca della Nuova Terra. URL consultato il 25 aprile 2014.
  8. ^ Progetto Grande Banca Popolare. URL consultato il 16 gennaio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Verona Portale Verona: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Verona