Private banking

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Private banking si riferisce ad una serie di servizi principalmente bancari e finanziari forniti a clienti privati con elevate somme potenzialmente investibili. Il termine “private” (privato) sta ad indicare l’alto livello di personalizzazione e impegno offerto al singolo cliente, in opposizione ai servizi standardizzati offerti dalle istituzioni finanziarie ai normali clienti retail.

Originariamente i servizi di private banking erano offerti ad una clientela con disponibilità finanziarie (HNWI) quantificabili in milioni. Negli ultimi anni è cresciuta, però, anche l’offerta di servizi parzialmente assimilabili a quelli di private banking per clienti con disponibilità minori (€250-500000).

Il termine private è spesso usato, in parte impropriamente, ad indicare servizi finanziari coperti da segreto bancario e/o offerti da banche localizzate in paradisi fiscali.

Servizi[modifica | modifica sorgente]

La gamma di servizi offerte è molto ampia e variegata; infatti per gli utenti più sofisticati e più facoltosi è generalmente più corretto parlare di wealth management. L’offerta tipica comprende:

Rankings[modifica | modifica sorgente]

Il mondo del private banking (e wealth management) è dominato dai grandi istituti finanziari e dalle storiche banche svizzere. Secondo il Scorpio Partnership's Annual Private Banking Benchmark del 2008, le più grandi divisioni private banking sono quelle di UBS (UBS Wealth Management), Citi (Citi Private Bank) e Merrill Lynch (ML Global Wealth Management)[1]. UBS è in prima posizione nel ranking di Euromoney (che valuta diversi fattori, non solo dimensionali) riguardante i servizi diretti ai clienti particolarmente facoltosi (UHNWI, con disponibilità superiori a $30 milioni).[2]

Rank 08 Company Rank 07
1. Citi 1
2. Goldman Sachs 2
3. UBS 3
4. Credit Suisse 5
5. JP Morgan 4
6. Morgan Stanley 8
7. Merrill Lynch 9
8. HSBC 6
9. Pictet & Cie 7
10. Deutsche Bank 11

Lista[modifica | modifica sorgente]

Lista delle più importanti private bank in Italia/Ticino:

nel resto della Svizzera:

nel resto del mondo:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Scorpio Partnership Benchmark 2008, summary [1]
  2. ^ Euromoney magazine. January 2008. Annual rankings. http://www.euromoney.com/Article/1786822/Article.html

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]