Thomas Ceccon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Thomas Ceccon
2018-10-10 Swimming Boys' 50m Freestyle Final at 2018 Summer Youth Olympics by Sandro Halank–016 (cropped).jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 196[1] cm
Peso 89[1] kg
Nuoto Swimming pictogram.svg
Specialità Dorso, Stile libero, Delfino, Misti
Società Leosport Villafranca
Fiamme Oro Roma
Squadra Aqua Centurions
Record
100 dorso 51"60 Record icon RM.svg (2022)
100 dorso 50"22 (vasca corta - 2021)
50 dorso 24"40 Record icon RN.svg (2022)
50 dorso 23"51 (vasca corta - 2021)
50 farfalla 22"79 Record icon RN.svg (2022)
50 farfalla 22"19 Record icon RN.svg (vasca corta - 2021)
100 farfalla 52"36 (2020)
100 farfalla 50"56 (vasca corta - 2021)
50 stile libero 22"33 (2018)
50 stile libero 21"51 (vasca corta - 2022)
100 stile libero 47"71 (2021)
100 stile libero 46"43 (vasca corta - 2021)
200 misti 1'59"89 (2019)
200 misti 1'52"49 Record icon RN.svg (vasca corta - 2021)
Carriera
Squadre di club
2009-Leosport Villafranca
2018-Fiamme Oro Roma
2021-Aqua Centurions
Nazionale
2019-Italia Italia
Palmarès
Giochi olimpici Olympic rings.svg 0 1 1
Mondiali 2 0 1
Mondiali in vasca corta 1 1 2
Europei 4 2 3
Europei in vasca corta 1 2 2
Olimpiadi giovanili 1 2 2
Mondiali giovanili 2 1 3
Europei giovanili 4 3 2
Campionati italiani 20 9 4
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 20 giugno 2022

Thomas Ceccon (Thiene, 27 gennaio 2001) è un nuotatore italiano. Si è laureato campione del mondo ai mondiali di Budapest 2022 nei 100 metri dorso, dove ha stabilito il primato mondiale con il tempo di 51"60. Ha rappresentato l'Italia ai Giochi olimpici estivi di Tokyo 2020, vincendo l'argento nella staffetta 4x100 m e il bronzo nella 4x100 m misti.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Thomas Ceccon nasce a Thiene il 27 gennaio 2001 ed è originario della frazione scledense di Magrè[1][2][3][4].

A otto anni è avviato alla pratica natatoria dai genitori Gioia e Loris, sulle orme del fratello maggiore Efrem. La formazione sportiva e agonistica del ragazzo matura in seno alla società vicentina Leosport, presso la piscina comunale di Creazzo. Inizialmente è l’allenatrice Anna Vallarsa a occuparsi di Thomas, mentre in seguito viene assegnato al tecnico Alberto Burlina. Ed è proprio con Burlina che Ceccon inizia a gareggiare e a cogliere i primi successi giovanili, affermandosi nel giro di pochi anni come una delle più interessanti promesse del nuoto italiano[1][2][3][4].

Nel settembre 2017, a sedici anni, si trasferisce a Verona e inizia ad allenarsi al Centro Federale "Alberto Castagnetti"[1], condividendo l'impianto con altri nuotatori della Nazionale, tra i quali l'olimpionica e pluri-iridata Federica Pellegrini.

Nel 2018 entra a far parte del Gruppo Sportivo Fiamme Oro[5], pur mantenendo il tesseramento con la società di appartenenza Leosport.

Nel 2020 supera l'esame di maturità e si diploma al Liceo Sportivo[6][7][8].

È amico del nuotatore coetaneo Federico Burdisso[9][10].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni (2010 - 2016)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010/2011 Thomas Ceccon partecipa ai primi meeting giovanili, esprimendosi nello stile libero e nel delfino. Nelle stagioni seguenti progredisce sensibilmente e inizia a competere alle prime gare e trofei regionali, classificandosi regolarmente come il migliore tra i suoi coetanei. Nel luglio 2014, contestualmente alle numerose vittorie di categoria e ai progressi cronometrici, si segnala il primo confronto con Federico Burdisso al “XX Campionato Nazionale Esordienti A per Squadre Regionali”[11]. Curiosamente la prima sfida di quella che costituirà, negli anni a seguire, una combattuta serie di incroci a livello nazionale giovanile, avviene nei 400 m stile libero, distanza nella quale nessuno dei due si specializzerà a livello assoluto e che nell’occasione vedrà prevalere il pavese.

La stagione 2014/2015 costituisce un’annata importante per la crescita di Ceccon, che esplora tutte le distanze dello stile libero, del dorso, del delfino e dei misti, palesando una notevole polivalenza[12]. Anni dopo, parlando di lui l’allenatore Burlina lo inserirà in quella schiera di nuotatori azzurri “eclettici”, così come lo furono a suo tempo Luca Sacchi, Luca Marin e Alessio Boggiatto[1]. A marzo 2015 partecipa per la prima volta Criteria Nazionali Giovanili, una delle principali manifestazioni natatorie giovanili nazionali: iscritto a sei gare individuali e a una staffetta, Ceccon ottiene cinque vittorie stabilendo tre record di categoria, un secondo posto e un tredicesimo posto di staffetta[13]. Nel mese di giugno prende parte al suo primo Trofeo Settecolli, ma non supera le batterie eliminatorie di 50 m dorso e 100 m dorso[14].

La stagione 2015/2016 si apre con l’esordio ai Campionati italiani invernali di nuoto. All’età di 14 anni, Thomas si misura con i più forti interpreti italiani di 50 m farfalla (36°), 100 m dorso (23°) e 50 m dorso (32°)[15].

Dopo avere dominato nuovamente ai Criteria Nazionali Giovanili[16], Ceccon torna a Riccione per gli Assoluti primaverili ad aprile 2016, ove registra come migliore risultato la quarta posizione nella finale B dei 50 m dorso[17]. Le prestazioni stagionali gli garantiscono la convocazione per ai Campionati Europei Giovanili di Hódmezővásárhely, che rappresenta una buona esperienza di gara oltre i confini nazionali; in Ungheria il ragazzo si cimenta nel dorso, nel delfino e nei misti, mancando la qualificazione alle semifinali[18].

Stagione 2016/2017[modifica | modifica wikitesto]

Il primo appuntamento importante è dato dai Campionati italiani invernali in vasca lunga, onorati con l’undicesimo posto comprensivo di record italiano ragazzi (50”42) nei 100 m stile libero[19]. La marcia di avvicinamento alle manifestazioni giovanili estivi da parte del talento scledense è densa di miglioramenti rilevabili in tutti gli stili, con numerosi record personali e di categoria abbattuti. Ai Criteria di marzo 2017 Thomas Ceccon si impone in tutte e sei le gare individuali a cui è iscritto, firmando quattro record di categoria e battendo i coetanei anche in una distanza a lui poco congeniale come i 100 m rana[20].

Ai Primaverili di Riccione sfiora il podio nei 50 m dorso (4° in 25”71)[21].

A fine giugno Ceccon vola a Netanya per gli Eurojunior, questa volta impreziositi dalla medaglia d’oro nella 4x100 m mista assieme ai compagni Nicolò Martinenghi, Federico Burdisso e Davide Nardini; l’ottimo lancio di Ceccon a dorso in 54”72 spiana la strada alla progressione di Martinenghi, che guadagna un margine non recuperabile dalla squadra russa seconda classificata. Un altro oro giunge dalla 4x100 m mista M/F, gara in cui Ceccon nuota solo la batteria[22].

Un mese più tardi, in Ungheria ha luogo il Festival Olimpico della Gioventù Europea, manifestazione in cui Thomas vince l’oro nei 200 m misti, il bronzo nei 100 m stile libero e altre quattro medaglie di staffetta, con il rammarico di non aver acceduto alla finale dei 100 m dorso a causa di una batteria nuotata ben al di sotto delle proprie potenzialità[23]. A conclusione di un’estate densa di appuntamenti, Ceccon partecipa anche ai Mondiali junior di Indianapolis, dove finisce terzo con la staffetta 4x100 m mista; un anno più tardi alla staffetta sarà assegnata la medaglia d’argento, conseguentemente alla squalifica del quartetto statunitense (primo classificato) per la positività all’antidoping di uno dei suoi componenti[24].

Un altro evento significativo del 2017 dell’allievo di Burlina è il trasferimento a Verona con la madre, che gli consentirà di allenarsi al Centro Federale. I vantaggi della scelta sono evidenti: la struttura dispone di una vasca olimpica coperta e di una palestra[25], ed è situata nelle vicinanze del Liceo Sportivo scelto per la prosecuzione degli studi.

Stagione 2017/2018[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante l’ambientamento nella nuova città, Ceccon si presenta agli Assoluti invernali (vasca 25 m) in buono stato di forma, vincendo il suo primo titolo nazionale assoluto nei 200 m misti (1’55”14) e, soprattutto, nuotando il tempo limite valido per la prima convocazione in Nazionale[26], in vista dei Campionati europei di nuoto in vasca corta.

Il battesimo in azzurro a Copenaghen non è però all’altezza di quanto nuotato due settimane prima, dal momento che il giovane vicentino si ferma alle batterie sia nei 100 m dorso, che nei 200 m misti e nei 100 m misti[27].

Gli effetti del lavoro al Centro Federale si vedono ad aprile 2018, all'Assoluto primaverile, valido per la qualificazione ai Campionati Europei di Nuoto estivi in programma a Glasgow. L’atleta della Leosport nuota infatti i nuovi record italiani juniores nei 100 m dorso (53”94) e nei 200 m misti (2’00”43), validi per vincere il titolo e, soprattutto, per il pass europeo[28].

Prima della manifestazione continentale assoluta, il programma di Thomas prevede la terza partecipazione all’Eurojunior, in quel di Helsinki; in Finlandia arriva un argento nella 4x100 m stile libero e un bronzo nella 4x100 m mista[29].

XXXIV Campionati Europei di Nuoto (2018) - Glasgow[modifica | modifica wikitesto]

In agosto Ceccon si presenta a Glasgow per la sua prima manifestazione continentale in vasca lunga con la cuffia dell’Italia. Il primo giorno disputa le batterie dei 50 m dorso e accede alla semifinale con il diciottesimo tempo (25”50), sfruttando il taglio dei russi Fesikov e Ulyanov (preceduti dai compagni Kolesnikov e Morozov). Nel pomeriggio si ripete al centesimo in semifinale, concludendo così all’ottavo posto della serie, sedicesimo complessivo e fuori dalla finale. Due giorni dopo torna in vasca per i 100 m dorso, riuscendo con due buone prestazioni a superare batterie (54”89) e semifinale (54”24). In finale Thomas non parte benissimo, ma recupera una posizione nei secondi cinquanta metri e termina quinto, a pari merito con l’altro italiano Simone Sabbioni, in un considerevole 53”85 che vale il record personale e di categoria. Grazie alla prestazione espressa Ceccon si guadagna la possibilità di nuotare la batteria della staffetta 4x100 m mista, in programma l’ultima mattina di gare e in cui l’Italia parte con ottime speranze di medaglia. Il quartetto composto da Ceccon, Pinzuti, Rivolta e Dotto, però, non riesce a far meglio del nono posto complessivo, mancando l’accesso alla finale per 47 centesimi e attirando sulla direzione tecnica della Nazionale diverse critiche, per aver sottostimato la batteria di qualificazione[30]. In occasione della staffetta Thomas Ceccon nuota la frazione a dorso in 55”17, peggiorando il riscontro della finale individuale di 1”32 centesimi[31]. In generale, la prima esperienza continentale importante di Thomas Ceccon si può considerare discreta: la crescita prestativa arriva infatti nel momento più importante della stagione, ossia nella finale individuale dell’Europeo, ma la staffetta mista evidenzia come il portacolori della Leosport debba ancora maturare quella costanza di rendimento indispensabile per ben figurare in contesti internazionali assoluti.

III Giochi olimpici giovanili (2018) - Buenos Aires[modifica | modifica wikitesto]

Il pieno riscatto arriva un mese più tardi ai Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires. Iscritto a sei gare individuali e due staffette, Ceccon vince la medaglia d’oro nei 50 m stile libero, l’argento nei 50 m dorso e nei 200 m misti, il bronzo nei 100 dorso e con la staffetta 4x100 m mista, con il rammarico di non aver ripetuto in finale dei 50 farfalla il tempo della semifinale (23”46), che gli sarebbe valso la prima posizione in luogo della quarta (23”65)[32].

Il 2018 risulta essere un anno importante anche sotto il profilo professionale, per Thomas: a giugno viene ufficialmente annoverato tra i vincitori del concorso pubblico per entrare nel Gruppo Sportivo Fiamme Oro[5].

Stagione 2018/2019[modifica | modifica wikitesto]

Ai Campionati Assoluti Invernali della stagione 2018/2019, il neo agente della Polizia di Stato si impone nei 200 m misti con il nuovo record italiano assoluto e junior (1’53”26)[33], che vale la qualifica ai Campionati Mondiali di Nuoto in vasca corta.

XIV Campionati mondiali di nuoto in vasca corta (2018) - Hangzhou[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre 2018, all’età di 17 anni e 318 giorni, Thomas Ceccon rappresenta per la prima volta la Nazionale a un campionato mondiale assoluto disputando la batteria dei 100 m dorso, chiusa con un 51”30 che vale l’accesso alla semifinale. Appena un’ora e un quarto più tardi, però, è prevista anche la batteria dei 200 m misti, specialità in cui si presenta da fresco recordman italiano, ma che non riesce a onorare al meglio chiudendo in 1’56”20 (20° complessivo ed eliminato). Il Mondiale dello scledense termina con la semifinale dei 100 m dorso del giorno seguente, conclusa al 15º posto complessivo (50”96)[34].

Agli Assoluti primaverili di Riccione disputatisi a inizio aprile 2019, Ceccon si aggiudica con facilità il titolo nei 50 m dorso e 100 m dorso, orfani dell’infortunato Simone Sabbioni[35], migliorando in entrambi i casi il proprio personale e stabilendo i due nuovi record italiani juniores in 25”20 e 53”60[36].

Nonostante l’appuntamento principale dell’estate siano i Mondiali in Vasca lunga di Gwangju, seguiti dai Mondiali Junior, Ceccon decide di tornare per la quarto anno consecutivo all’Eurojunior, a caccia della medaglia d’oro mancata nelle prime due occasioni[8], e riuscendo nell’intento sia sui 50 m dorso che sulla doppia distanza[37].

XVIII Campionati mondiali di nuoto (2019) - Gwangju[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 luglio 2019 Thomas agguanta la semifinale mondiale dei 100 m dorso con l’ultimo tempo d’ingresso. In serata manca l’accesso alla finale per otto decimi (54”20). Nei 50 m dorso in programma l’ultimo giorno di gare, invece, si ferma al 26º tempo delle eliminatorie (25”58)[38].

In seguito al difficile esordio mondiale tra i grandi Ceccon vola a Budapest per il Mondiale Junior, ultimo appuntamento stagionale. Alla Duna Aréna vince l’oro nei 100 m dorso con il nuovo record italiano juniores (53”46), raddoppia nei 50 m farfalla (23”37) e contribuisce con due buone frazioni al bronzo nelle due staffette a stile libero, la 4x100 m maschile e la 4x100 m stile libero M/F. Un altro bronzo scivola di mano nella staffetta 4x100 m mista, squalificata per partenza anticipata di Federico Burdisso nella frazione a farfalla, ma in prima frazione Thomas abbassa ulteriormente il suo personale dei 100 m dorso (53”37) e mette nel mirino il primato nazionale di Simone Sabbioni (53”34)[39].

Stagione 2019/2020[modifica | modifica wikitesto]

XXIV Campionati Europei di nuoto in vasca corta (2019) - Glasgow[modifica | modifica wikitesto]

Un anno e mezzo dopo l’Europeo estivo, Glasgow torna a ospitare la massima rassegna continentale di nuoto fra le corsie, questa volta in vasca corta. Thomas Ceccon esordisce con la batteria della staffetta 4x50 m stile libero e nuotando 21”52 lanciato, tempo sufficiente per contribuire alla qualificazione ma non per la riconferma in quartetto la sera della finale; sostituito, assieme a Leonardo Deplano, da Federico Bocchia e Alessandro Miressi, il vicentino assiste dalle tribune alla sua prima medaglia seniores in Azzurro, che la staffetta si assicura conquistando la terza piazza dietro Russia e alla sorprendente Polonia, che con gli stessi elementi della batteria riesce a migliorarsi di 1”47. Nei giorni di gare successivi Ceccon manca la qualificazione alla finale con la 4x50 m mista M/F e nella prova dei 200 m misti. Riesce invece a superare il turno nei 50 m farfalla, uscendo di scena in semifinale, e ad approdare alla finale dei 100 m misti, dove chiude il suo campionato con un onorevole quarto posto (52”03)[40].

Archiviato l’Europeo, Ceccon si presenta al Campionati italiani di Riccione con un programma gare insolitamente scarno, limitato a 100 m stile libero (8° con 49”30), 50 m farfalla (prima posizione e titolo italiano in 23”63) e 100 m farfalla (6° con 52”80). I propositi di qualificazione a Tokyo 2020 sono rimandati agli Assoluti primaverili di Riccione[33].

Il 2020 di Thomas Ceccon si apre al XXII Euro Meet di Lussemburgo, dove si esprime in modo convincente nei 100 m dorso (primo classificato in 53”80) e nei 100 m stile libero (48”98)[41].

La lunga sosta primaverile forzata, dovuta allo scoppio della Pandemia di Coronavirus, restituisce un Thomas Ceccon solidissimo nei 100 m dorso, che nuota in un interessante 53”40 (ottenuto nonostante l’assenza del c.d. backstroke start device[42]) al Trofeo Settecolli Frecciarossa[43] valevole, eccezionalmente, come Campionati italiani estivi. La prestazione vale per il titolo di campione Italiano, ma il vincitore della serie e del Trofeo è il francese Mewen Tomac (53”29). Il giorno seguente Ceccon conquista anche i 50 m farfalla in 23”29[44], nuovo record italiano categoria cadetti.

Stagione 2020/2021[modifica | modifica wikitesto]

La caccia a Tokyo 2020 passa per i Campionati Assoluti Invernali, dove Thomas Ceccon si presenta in ottimo stato di forma. Nonostante il proibitivo tempo limite (52”8) richiesto dalla Federazione per la qualifica diretta ai Giochi, Ceccon riesce a qualificarsi siglando un tempo di 52”84, migliorando il record Italiano di mezzo secondo. Ceccon abbatte i propri personali anche nelle altre tre prove disputate: 100 m farfalla (52”36, 3º posto), 100 m stile libero (48”65) e 50 m farfalla (23”22)[45].

A Tokyo 2020, nella sua gara preferita, Ceccon batte nuovamente il record italiano altre due volte: in batteria, dove ottiene il secondo miglior tempo con 52"49, e in finale, dove con 52"30 giunge al quarto posto. Un paio di giorni dopo partecipa ai 100 m stile libero, dove ottiene il miglior tempo in batteria con 47"71, venendo tuttavia eliminato in semifinale dove giunge dodicesimo con 48"05. La sua prima olimpiade si conclude con due medaglie, una d'argento e una di bronzo ottenute nelle staffette 4x100m sl e 4x100m misti.

Stagione 2021/2022[modifica | modifica wikitesto]

Agli europei di nuoto in vasca corta di Kazan' 2021 ha vinto la medaglia d'argento nei 200 misti e nella 4x100 stile libero, la medaglia di bronzo nei 50 farfalla. Ai mondiali di nuoto in vasca corta 2021 di Abu Dhabi 2021 ha vinto la medaglia d'argento nella 4x100sl e la medaglia di bronzo nei 100 misti.

Ai mondiali di nuoto di Budapest 2022 ha vinto la medaglia d'oro nei 100 dorso siglando il nuovo record del mondo in 51"60 e nella 4x100 mista, gara nella quale la staffetta italiana ha eguagliato il record europeo, e la medaglia di bronzo nella 4x100 stile libero. Nella stessa rassegna iridata ha siglato il record italiano nei 50 farfalla in 22"79 e nei 50 dorso in 24"46.

Ad Agosto, negli Europei di Roma 2022 Thomas è stato un autentico trionfatore, conquistando ben sei medaglie. Per lui sono arrivati due ori individuali (50 farfalla e 100 dorso) e due di squadra, con le staffette 4x100 stile libero e 4x100 mista. Come se non bastasse a Roma sono arrivati anche due argenti, nei 50 dorso e nella 4x100 mista mista.

Con le sei medaglie capitoline Ceccon è diventato il primo uomo della storia della rassegna continentale a vincere titoli nel dorso, nella farfalla e nello stile libero. L'impresa è stata ancor più ingigantita dall'aver portato a casa medaglie su distanze dove gli italiani mai si erano imposti a livello europeo, ovvero i 50 farfalla e i 100 dorso.

Primati personali[modifica | modifica wikitesto]

Vasca lunga (50 m)[modifica | modifica wikitesto]

Distanza Tempo
50 m dorso 24"40 Record nazionale
100 m dorso 51"60 Record nazionale Record mondiale
200 m dorso 1'59"81
50 m stile libero 22"33
100 m stile libero 47"71
50 m delfino 22"79 Record nazionale
100 m delfino 51"38
200 m misti 1'59"89

Vasca corta (25 m)[modifica | modifica wikitesto]

Distanza Tempo
50 m dorso 23"51
100 m dorso 50"22
200 m dorso 1'56"34
50 m stile libero 21"42
100 m stile libero 46"43
200 m stile libero 1'43''45
50 m delfino 22"19
100 m delfino 50"56
100 m misti 51"40
200 m misti 1'52"49

Progressione[modifica | modifica wikitesto]

Vasca da 50 metri
Stagione 50 do 100 do 200 do 50 sl 100 sl 50 fa 100 fa 200 mx
2020/2021 25"12 52"84 --- --- 48"14 23"22 52"36 ---
2019/2020 --- 53"40 --- --- 48"98 23"29 52"66 2'02"30
2018/2019 25"16 53"37 2'03"97 22"33 49"09 23"37 54"18 1'59"89
2017/2018 25"45 53"85 2'00"26 22"76 48"87 23"66 54"72 2'00"43
2016/2017 25"71 54"72 2'02"42 23"06 50"42 24"50 55"18 2'02"16
2015/2016 26"35 56"05 2'06"77 23"25 50"98 24"86 55"10 2'06"01
Vasca da 25 metri
Stagione 50 do 100 do 200 do 50 sl 100 sl 50 fa 100 fa 100 mx 200 mx
2020/2021 --- --- --- 21"42 --- --- 50"83 --- 1'57"79
2019/2020 --- 51"89 --- 21"67 47"35 22"88 50"69 52"03 1'55"24
2018/2019 23"91 50"80 1'58"51 21"62 48"24 23"17 51"90 53"12 1'53"26
2017/2018 24"16 51"70 1'56"96 22"19 48"60 23"65 52"96 54"23 1'55"14
2016/2017 25"13 52"63 1'56"34 22"57 48"72 24"50 54"55 55"16 1'56"59
2015/2016 25"59 54"25 1'58"17 22"73 49"93 --- 57"36 57"39 2'00"18

Fonte: Federnuoto[46], Swimrankings[47], Aquatime[48]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Tokyo 2020: argento nella 4x100m sl e bronzo nella 4x100m misti.
Budapest 2022: oro nei 100m dorso e nella 4x100m misti, bronzo nella 4x100m sl.
Abu Dhabi 2021: oro nella 4x100m misti, argento nella 4x100m sl, bronzo nei 100 misti e nella 4x50m misti.
Budapest 2020: bronzo nella 4x100m sl, nella 4x100m misti e nella 4x100m sl mista.
Roma 2022: oro nei 50m farfalla, nei 100 dorso, nella 4x100m sl e nella 4x100m misti, argento nella 4x100m misti mista e 50m dorso.
Glasgow 2019: bronzo nella 4x50m sl.
Kazan 2021: oro nella 4x50m misti, argento nei 200m misti e nella 4x50m sl, bronzo nei 50m farfalla
Buenos Aires 2018: oro nei 50m sl, argento nei 50m dorso e nei 200m misti, bronzo nei 100m dorso e nella 4x100m sl.
Indianapolis 2017: argento nella 4x100m misti.
Budapest 2019: oro nei 100m dorso e nei 50m farfalla, bronzo nei 50m dorso, nella 4x100m sl e nella 4x100m sl mista.
Győr 2017: oro nei 200m misti, argento nella 4x100m sl e nella 4x100m sl mista, bronzo nei 100m sl e nella 4x100m misti.
Netanya 2017: oro nella 4x100m misti e nella 4x100m misti mista.
Helsinki 2018: argento nella 4x100m sl e bronzo nella 4x100m misti.
Kazan 2019: oro nei 50m dorso e nei 100m dorso, argento nella 4x100m sl e nella 4x100m misti, bronzo nella 4x100m sl mista.

[49]

Campionati italiani[modifica | modifica wikitesto]

14 titoli individuali e 2 staffette, così ripartiti:

  • 1 nei 100m stile libero
  • 1 nei 200m stile libero
  • 2 nei 50m dorso
  • 5 nei 100m dorso
  • 2 nei 50m farfalla
  • 3 nei 200m misti
  • 1 nei 4x50m misti
  • 1 nella 4x100m stile libero
Anno
Edizione
stile libero
100 m
stile libero
200 m
dorso
50 m
dorso
100 m
farfalla
50 m
farfalla
100 m
misti
200 m
st.libero
4x50 m
st.libero
4x100 m
st.libero
4x200 m
misti
4x50 m
2017 Invernali - - - - - - 1 - - - -
2018 Primaverili - - 3 1 - - 1 - - - -
Invernali - - - 2 - - 1 2 - - 1
2019 Primaverili - - 1 1 - - - - 2 3 -
Invernali - - 1 - - - - - - - -
2020 Estivi - - - 1 1 - - nd nd nd nd
Invernali 2 - - 1 1 3 - nd nd nd nd
2021 Primaverili 2 - - - 2 - - nd nd nd nd
Invernali 1 1 - - 2 - - nd nd nd nd
2022 Primaverili - - 2 1 - - - nd 1 - nd

International Swimming League[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2021
Italia Aqua Centurions

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f PressReader.com - Giornali da tutto il mondo, su pressreader.com. URL consultato il 2 gennaio 2021.
  2. ^ a b Società Editrice Athesis S.p.A, Società Editrice Athesis S.p.A, «Io sono Thomas Sotto acqua canto e arriverò a Tokyo», su Il Giornale di Vicenza.it, 2018.11.04T02:38:36+0100. URL consultato il 2 gennaio 2021.
  3. ^ a b Thomas "l'alieno" Ceccon sbarca nella nazionale di nuoto, su La Voce dei Berici, 15 dicembre 2017. URL consultato il 2 gennaio 2021.
  4. ^ a b Talenti express: l’eclettico Ceccon, su questionedistile.gazzetta.it. URL consultato il 2 gennaio 2021.
  5. ^ a b Concorso pubblico, per titoli, per l'assunzione di 50 atleti da assegnare ai gruppi sportivi "Polizia di Stato - Fiamme Oro" - D.C.P 29/01/2018, su Polizia di Stato. URL consultato il 2 gennaio 2021.
  6. ^ Il Gazzettino, nuoto. Thomas Ceccon, il vicentino delle 5 medaglie alle olimpiadi giovanili di Buenos Aires: "La vita da stakanovista, inseguendo la medaglia a cinque cerchi. Impossibile avere una fidanzata, tantomeno lontano. Dotto è troppo personaggio, il mio modello è Restivo". È alto uno e 96, su vannizagnoli.it, quotidiano. 6 milioni di visualizzazioni su youtube: sport, media, opinioni. Tifosi. A cura di Silvia Gilioli, 26 gennaio 2019. URL consultato il 2 gennaio 2021.
  7. ^ La maturità è adesso. E le nuove Coppe di pallanuoto, su questionedistile.gazzetta.it. URL consultato il 2 gennaio 2021.
  8. ^ a b Alberto Burlina per Nuotopuntocom dopo la conquista del pass olimpico di Ceccon nei 100 dorso - YouTube, su youtube.com. URL consultato il 2 gennaio 2021.
  9. ^ Nuoto, Federico Burdisso: "Il rinvio delle Olimpiadi di Tokyo mi favorisce, amo sentire la fatica quando gareggio", su OA Sport, 3 giugno 2020. URL consultato il 2 gennaio 2021.
  10. ^ Nuoto, Mondiali juniores 2019: l'Italia dei 'Fratellini d'India' e di Benedetta Pilato colpisce ancora, su OA Sport, 26 agosto 2019. URL consultato il 2 gennaio 2021.
  11. ^ Materiali http://rovereto.fintrentino.it, su rovereto.fintrentino.it. URL consultato il 6 gennaio 2021.
  12. ^ Swimrankings - CECCON, Thomas, su swimrankings.net. URL consultato il 6 gennaio 2021.
  13. ^ Nuoto - Criteria Nazionali Giovanili - Sezione Maschile - 20 / 25 March 2015 - Riccione 2015, su fin2015.microplustiming.com. URL consultato il 6 gennaio 2021.
  14. ^ FIN - 52° Trofeo Sette Colli – Internazionali d’Italia Clear – Roma – 12/14 giugno 2015, su fin2015.microplustiming.com. URL consultato il 6 gennaio 2021.
  15. ^ Nuoto - Campionato Nazionale Invernale Open, su fin2016.microplustiming.com. URL consultato il 6 gennaio 2021.
  16. ^ Nuoto - Criteria Nazionali Giovanili - Settore Maschile - Riccione (ITA) - 01 / 06 April 2016, su fin2016.microplustiming.com. URL consultato il 6 gennaio 2021.
  17. ^ Campionato Nazionale Assoluto - Riccione (ITA) - 19 / 23 Aprile 2016, su fin2016.microplustiming.com. URL consultato il 6 gennaio 2021.
  18. ^ (EN) European Junior Swimming Championships 2016 – LEN.eu | Ligue Européenne de Natation, su www2.len.eu. URL consultato il 6 gennaio 2021.
  19. ^ Campionato Italiano Invernale Open - 16/17 Dicembre 2016, su fin2017.microplustiming.com. URL consultato il 6 gennaio 2021.
  20. ^ Nuoto - Criteria Nazionali Giovanili - Sezione Maschile - Riccione (ITA) - 17 / 22 March 2017, su fin2017.microplustiming.com. URL consultato il 6 gennaio 2021.
  21. ^ Nuoto - Campionato Italiano Assoluto, su fin2017.microplustiming.com. URL consultato il 6 gennaio 2021.
  22. ^ 2017 LEN European Junior Swimming Championships, su isr2017ec.microplustiming.com. URL consultato il 6 gennaio 2021.
  23. ^ (EN) European Youth Olympics Festival » Medals and Results, su eyof.org. URL consultato il 6 gennaio 2021.
  24. ^ (EN) FINA Rules That 3 American Relays Must Be Disqualified from World Jrs, su SwimSwam, 7 giugno 2018. URL consultato il 6 gennaio 2021.
  25. ^ Centro Federale di Verona "Alberto Castagnetti", su federnuoto.it.
  26. ^ FIN - Campionato Italiano Open in Vasca Corta, su fin2017.microplustiming.com. URL consultato il 6 gennaio 2021.
  27. ^ LEN EUROPEAN SC SWIMMING CHAMPIONSHIPS COPENHAGEN 2017, su copenhagen2017.microplustiming.com. URL consultato il 6 gennaio 2021.
  28. ^ FIN - Campionato Italiano Assoluto UnipolSai 2018, su fin2018.microplustiming.com. URL consultato il 6 gennaio 2021.
  29. ^ LEN European Junior Championships 2018, su ejc2018.microplustiming.com. URL consultato il 6 gennaio 2021.
  30. ^ Nuoto, Europei 2018: 4x100 mista, che figuraccia! Eliminazione dolorosa, azzurri battuti dalla Lituania!, su OA Sport, 9 agosto 2018. URL consultato il 6 gennaio 2021.
  31. ^ European Championships 2018 | Glasgow 2018, su glasgow2018.microplustiming.com. URL consultato il 6 gennaio 2021.
  32. ^ Results | fina.org - Official FINA website, su fina.org. URL consultato il 7 gennaio 2021.
  33. ^ a b Nuoto, su fin2019.microplustiming.com. URL consultato il 7 gennaio 2021.
  34. ^ 14th FINA World Swimming Championships (25m) 2018 results Hangzhou (CHN) | fina.org - Official FINA website, su fina.org. URL consultato il 7 gennaio 2021.
  35. ^ (EN) Simone Sabbioni Salterà Gli Assoluti Per Un Infortunio Alla Spalla, su SwimSwam, 31 marzo 2019. URL consultato il 7 gennaio 2021.
  36. ^ Nuoto - Campionato Italiano Assoluto UnipolSai, su fin2019.microplustiming.com. URL consultato il 7 gennaio 2021.
  37. ^ LEN European Junior Championships | Kazan 2019, su ejc2019.microplustiming.com. URL consultato il 7 gennaio 2021.
  38. ^ FINA World Masters Championships 2019 in Gwanju - Results, su wmc2019.microplustiming.com. URL consultato il 7 gennaio 2021.
  39. ^ FINA World Junior Swimming Championships 2019 results Budapest (HUN) | fina.org - Official FINA website, su fina.org. URL consultato il 7 gennaio 2021.
  40. ^ European Championships 2019 | Glasgow 2019, su glasgow2019.microplustiming.com. URL consultato il 7 gennaio 2021.
  41. ^ Swimrankings - 21st Luxembourg Euro Meet, Luxembourg (LUX), 25 - 27 Gen 2019, su swimrankings.net. URL consultato il 7 gennaio 2021.
  42. ^ (EN) Trofeo Settecolli Day 1: Detti, Di Pietro Super - I Risultati Completi, su SwimSwam, 11 agosto 2020. URL consultato il 7 gennaio 2021.
  43. ^ 57° Settecolli Frecciarossa, su federnuoto.it.
  44. ^ Swimming - LVII Sette Colli Frecciarossa, su fin2020.microplustiming.com. URL consultato il 7 gennaio 2021.
  45. ^ Nuoto - Campionato Italiano Open in vasca lunga, su fin2020.microplustiming.com. URL consultato il 7 gennaio 2021.
  46. ^ Scheda FIN.
  47. ^ Swimrankings, su swimrankings.net.
  48. ^ AQUATIME, su aquatime.it. URL consultato il 2 gennaio 2021.
  49. ^ federnuoto.it, https://www.federnuoto.it/home/nuoto/azzurri-nuoto/scheda/70:Thomas_Ceccon.html.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]