Rachele Bruni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rachele Bruni
Rachele Bruni - Rio 2016b.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 170 cm
Peso 57 kg
Nuoto Swimming pictogram.svg
Specialità Nuoto di fondo
Squadra Esercito

Aurelia Nuoto

Palmarès
Giochi olimpici 0 1 0
Mondiali 0 0 1
Europei 8 2 1
Universiadi 1 0 0
Europei giovanili 0 0 3
Campionati italiani 18 20 11
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate all'8 agosto 2018

Rachele Bruni (Firenze, 4 novembre 1990) è una nuotatrice italiana, in forza al Centro Sportivo Olimpico dell'Esercito (C.S.O.E.). Abitante di Comeana, si allena presso Il C.S.O.E e fa parte della Nazionale italiana di Nuoto di fondo.

Ha vinto la medaglia d'argento ai Giochi Olimpici di Rio nella maratona 10 km totalizzando un tempo di 1:56:49.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

È capace di ottenere buoni risultati anche in vasca dove ha vinto cinque titoli italiani a partire dai primaverili del 2007 nelle gare più lunghe dello stile libero, ma è soprattutto una nuotatrice di fondo a livello internazionale. Si mette in mostra ogni anno nelle gare in coppa del mondo, raggiungendo sempre ottimi risultati specialmente in mare mosso, con acque fredde e condizionate da correnti.

La sua carriera è cominciata nel 2006, quando è giunta diciassettesima nei 5 km agli Europei di Budapest. Dopo un quarto posto nella Coppa LEN 2006 (specialità 5 km) tenutasi a Bracciano, nel 2007 è arrivato il primo bronzo agli Europei Juniores di Milano, sempre sulla distanza dei 5 km.

Nel 2008 ha ottenuto il secondo bronzo Juniores nella 3 km a squadre degli Europei di categoria a Sète. Nello stesso anno ha partecipato anche agli Europei di Ragusa di Dalmazia dove ha vinto due titoli con le rispettive medaglie d'oro, nella 5 km e nella 5 km a squadre con Andrea Volpini e Luca Ferretti[1].

Nel 2009 ha partecipato ai campionati mondiali di Roma in cui è arrivata decima nella gara dei 5 km. L'anno dopo ha vinto la medaglia d'argento agli europei di Budapest nella 5 km cronometro a squadre con Simone Ercoli e Simone Ruffini[2]. Nel 2010 si è aggiudicata anche la classica Cagliari - Poetto nella distanza dei 7,5 km.

Ai campionati mondiali di Shanghai del luglio 2011 è giunta due volte al quarto posto, sia nei 5 km individuali che nella gara a squadre (in cui ha nuotato con Luca Ferretti e Nicola Bolzonello). Alle successive universiadi disputate nel mese di agosto sempre in Cina, a Shenzhen, è tornata alla vittoria nella 10 km in cui ha preceduto Nadine Reichert e la compagna Alice Franco.[3] A settembre ha confermato lo stato di forma ai campionati europei di Eilat arrivando seconda nella 10 km dietro alla compagna Martina Grimaldi e precedendo ancora la Reichert;[4]. Invece nella 5 km e nella gara a squadre ha vinto la medaglia d'oro assieme a Simone Ercoli e Luca Ferretti.

Nonostante la mancata qualificazione per le olimpiadi di Londra[5], anche il 2012 per Rachele è comunque un anno positivo: infatti ai Campionati europei di nuoto di fondo 2012 riconquista la medaglia d'oro sia nella 5 km e sia nella gara a squadre, sempre in coppia con Simone Ercoli e Luca Ferretti. Con queste due vittorie diventa l'atleta più vincente di sempre ai Campionati europei con 6 medaglie d'oro e 2 medaglie d'argento totali, facendo meglio anche del tedesco Thomas Lurz con 5 medaglie d'oro, 1 d'argento e 3 di bronzo[6]. Nel 2013 partecipa ai mondiali di Barcellona, ottenendo il decimo posto nella 5 km, il 5 posto nella 5 km event team e uno scottante trentunesimo posto nella 10 km.

Nel 2014 partecipa agli europei di Berlino ottenendo un sesto posto nella 10 km e un quinto posto nella 5 km.

Grazie al 4º posto nella 10 km ai mondiali di Kazan del 2015, conquista il diritto a partecipare alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016,[7] dove ottiene la medaglia d'argento[8].

Nel 2015 è la prima nuotatrice italiana a vincere la Coppa del Mondo FINA 10km Marathon Swimming World Cup (MSWC) e ripete l'impresa nel 2016.

Sempre nel 2016 ai Campionati Europei di Hoorn (Olanda) ha incrementato il suo palmarès vincendo due medaglie d'oro: nella 10 km (primo ex aequo della storia del Fondo con la francese A. Muller), e nel team event con Simone Ruffini e Federico Vanelli, compagni della spedizione olimpica.

Nell'anno post-olimpico, dopo la medaglia di argento ai Giochi di Rio, Rachele riesce a conquistare il traguardo che finora le era sfuggito, cioè una medaglia ai Mondiali anche se non in una gara individuale. Infatti conquista il bronzo nella staffetta 4 x 1,25 km mista (team relay) insieme a Giulia Gabbrielleschi, Federico Vanelli e Mario Sanzullo. Questa è la nuova formula della gara a squadre nel nuoto di fondo in cui per ogni nazione partecipano 4 atleti, due femmine e due maschi (senza un ordine prestabilito), che devono compiere un percorso di 1,25 km dandosi il cambio come nelle staffette in vasca. Invece nella gara individuale della 10 km è solo quinta.

Sale di nuovo sul podio finale della Coppa del Mondo FINA 10km Marathon Swimming World Cup (MSWC) 2017 al terzo posto con una vittoria di tappa a Setubal.

Ai campionati europei di nuoto di Glasgow 2018 ha vinto la medeglia di bronzo nella 5 chilometri[9], mentre nella 10km giunge quarta ai piedi del podio.

Nella Coppa del Mondo FINA 10km Marathon Swimming World Cup (MSWC) 2018 conquista il secondo posto sul podio finale.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Ha dedicato l'argento vinto alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 alla sua compagna Diletta, diventando la prima atleta medagliata italiana alle Olimpiadi a dichiarare la propria omosessualità.[8][10]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Internazionale[modifica | modifica wikitesto]

Giochi olimpici --- 10 km individuale ---
2016 Rio de Janeiro
Brasile Brasile
--- Argento
1h 56'49"5
---
Campionati del mondo 5 km individuale 10 km individuale 5 km a squadre
2008 Siviglia
Spagna Spagna
14ª
1h 00'27"2
--- ---
2009 Roma
Italia Italia
10ª
57'43"2
--- ---
2011 Shanghai
Cina Cina

1h 00'42"2
---
58'00"5[11]
2013 Barcellona
Spagna Spagna
10ª
56'48"1
31ª
2h 00'03"2

54'34"0
2015 Kazan
Russia Russia
---
1h 58'27"9

55'49"4
2017 Budapest
Ungheria Ungheria
---
2h 00'21"4
Bronzo
54'31"0
Campionati europei 5 km individuale 10 km individuale 5 km a squadre
2006 Budapest
Ungheria Ungheria
17ª
1h 02'28"6
--- ---
2008 Ragusa
Croazia Croazia
Oro
58'50"7
--- Oro
56'17"5
2010 Budapest
Ungheria Ungheria

1h 04'12"7
--- Argento
59'55"6[12]
2011 Eilat
Israele Israele
Oro
55'51"0
Argento
2h 00'19"2
Oro
56'12"4
2012 Piombino
Italia Italia
Oro
1h00"56'9
--- Oro
59'04"2
2014 Berlino
Germania Germania

58'56"3

1h 56'11"9
---
2016 Hoorn
Paesi Bassi Paesi Bassi
--- Oro
2h07'00"1
Oro
55'59"3
2018 Glasgow
Regno Unito Regno Unito
Bronzo
56'49"7

1h 55'40"6
---
Universiadi --- 10 km individuale ---
2011 Shenzhen
Cina Cina
--- Oro
2h 06'49"31
---
Europei giovanili 5 km individuale --- 3 km a squadre
2006 Milano
Italia Italia
Bronzo
1h 02'57"7
--- ---
2008 Sète
Francia Francia
Bronzo
1h 04'58"64
--- Bronzo
36'32"35

Campionati italiani[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Campionati italiani di nuoto.

17 titoli individuali e 1 in staffetta, così ripartiti:

  • 2 negli 800 m stile libero
  • 2 nei 1500 m stile libero
  • 3 nei 5000 m stile libero
  • 1 nella staffetta 4×200 m stile libero
  • 5 nei 5 km di fondo
  • 4 nei 5 km di fondo cronometro individuale
  • 1 nella 10 km di fondo

nd= non disputata

Anno
Edizione
st.libero
800 m
st.libero
1500 m
st.libero
5000 m
st.libero
4×100 m
st.libero
4×200 m
2006 Invernali - - 2 nd nd
2007 Primaverili 2 1 2 - -
2007 Estivi - - nd - 3
2007 Invernali 2 1 nd nd nd
2008 Primaverili 1 2 1 - -
2008 Estivi - - nd nd 2
2009 Primaverili 2 2 1 - -
2009 Estivi - - nd - 3
2010 Primaverili - - 3 3 2
2010 Invernali 3 nd nd nd nd
2011 Primaverili 2 2 1 - 1
2011 Invernali 1 nd nd nd nd
2012 Primaverili - 2 2 - -
2012 Invernali 2 - - - -
2014 Primaverili - 3 - - -
2015 Primaverili - 3 - - -
2016 Primaverili - 2 3 - -
edizioni in acque libere
Anno
Edizione
fondo
5 km
fondo
10 km
fondo
5 km crono indiv
2006 Fondo 2 - -
2007 Fondo 1 - -
2008 Fondo 1 - -
2010 Fondo - 3 -
2011 Fondo 1 3 1
2012 Fondo 1 - 1
2013 Fondo 2 2 1
2014 Fondo - 3 2
2015 Fondo 1 1 -
2016 Fondo - - 1
2018 Fondo 2 - -

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]