Aurélie Muller

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aurélie Muller
Nazionalità Francia Francia
Altezza 169 cm
Peso 57 kg
Nuoto Swimming pictogram.svg
Specialità 5 e 10 km di fondo
Palmarès
Mondiali di nuoto 1 1 0
Mondiali di nuoto giovanili 1 0 0
Europei di fondo 1 0 0
Europei di nuoto giovanili 1 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 13 luglio 2016

Aurélie Muller (Sarreguemines, 7 giugno 1990) è una nuotatrice francese, specializzata nelle gare di fondo.

Dopo aver vinto nel 2006 l'oro nei 1500 metri stile libero ai mondiali giovanili e nei 400 metri stile libero ai Europei di nuoto giovanili, è passata al nuoto in acque libere disciplina in cui nel 2011 ha conquistato il bronzo nella 25 chilometri ai mondiali di nuoto 2011 disputatisi a Shanghai.

Alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 si macchia di un episodio di mancanza di fair play e viene squalificata dal comitato di gara durante la 10 km svoltasi al Forte di Copacabana: lottando per l'argento all'arrivo, affossa la nuotatrice italiana Rachele Bruni prima di toccare il tabellone che segnava la fine della gara; viene così squalificata dopo la decisione dei giudici di escluderla per comportamento scorretto, con l'argento che viene assegnato alla Bruni e il bronzo alla brasiliana Poliana Okimoto.[1]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Shanghai 2011: argento nella 5 km.
Kazan 2015: oro nella 10 km.
Rio de Janeiro 2006: oro nei 1500 metri stile libero.
Hoorn 2016: oro nella 10 km.
Palma di Maiorca 2006: oro nei 400 metri stile libero.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nuoto di fondo, Muller squalificata: è argento per l'azzurra Bruni, su Giornale di Sicilia, 15 agosto 2016. URL consultato il 16 agosto 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]