Campionati mondiali di nuoto 2015

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
XVI Campionati Mondiali di Nuoto 2015
Competizione Campionati mondiali di nuoto
Sport Swimming pictogram.svg Nuoto
Open water swimming pictogram.svg Nuoto di fondo
Diving pictogram.svg Tuffi
Synchronized swimming pictogram.svg Nuoto sincronizzato
Water polo pictogram.svg Pallanuoto
Edizione 16ª
Organizzatore FINA
Date dal 24 luglio 2015
al 9 agosto 2015
Luogo Russia Kazan'
Sito Web http://kazan2015.com/en
Statistiche
Miglior medagliato Stati Uniti Katie Ledecky (5/0/0)
Miglior nazione Cina Cina (15/10/10)
Gare 75
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2013 2017 Right arrow.svg

La XVI edizione dei Campionati mondiali di nuoto si è svolta dal 24 luglio al 9 agosto 2015 a Kazan', in Russia.[1] La competizione sportiva è stata organizzata dalla Federazione Internazionale del Nuoto (FINA) e le discipline presenti sono il nuoto, il nuoto di fondo, il nuoto sincronizzato, la pallanuoto ed i tuffi. Per la prima volta nella storia dei campionati mondiali sono stati inseriti nel programma due concorsi di nuoto sincronizzato aperti anche ai sincronetti di sesso maschile: il duo misto programma libero ed il duo misto programma tecnico.

Assegnazione[modifica | modifica wikitesto]

L'organizzazione della manifestazione venne ufficialmente affidata a Kazan' il 15 luglio 2011 durante il Congresso Generale Biennale della FINA, tenutosi a Shanghai, che ha ospitato i campionati mondiali di nuoto 2011. Kazan' ha battuto città come Guadalajara (Messico), Hong Kong (Cina), Canton (Cina) e Montréal (Canada); queste ultime due città hanno ritirato la propria candidatura poco prima del voto finale.[1]

Sedi di gara[modifica | modifica wikitesto]

La maggior parte delle competizioni si è tenuta nelle sedi di gara costruite in occasione della XXVII Universiade. Sono state inoltre allestite due piscine temporanee all'interno della Kazan Arena, stadio di proprietà comunale utilizzato dalla locale squadra di calcio del Rubin Kazan'.

Ecco in sintesi le sedi che ospiteranno i vari eventi:[2]

Discipline[modifica | modifica wikitesto]

In questa edizione dei mondiali si sono disputate 75 gare, sette in più rispetto a Barcellona 2013.

Disciplina Masc. Femm. Miste Tot.
Swimming pictogram.svg Nuoto 20 20 2 42
Open water swimming pictogram.svg Nuoto in acque libere 3 3 1 7
Diving pictogram.svg Tuffi 6 6 3 15
Synchronized swimming pictogram.svg Nuoto sincronizzato - 7 2 9
Water polo pictogram.svg Pallanuoto 1 1 - 2
Totale 30 37 8 75

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

  1   Numero di finali
  ●   Altre competizioni
Luglio-Agosto 2015 24
Ven
25
Sab
26
Dom
27
Lun
28
Mar
29
Mer
30
Gio
31
Ven
1
Sab
2
Dom
3
Lun
4
Mar
5
Mer
6
Gio
7
Ven
8
Sab
9
Dom
Totale
finali
Tuffi 2 1 2 2 1 1 1 1 2 1 1 15
Nuoto in acque libere 2 1 1 1 2 7
Nuoto 4 4 5 5 5 5 6 8 42
Nuoto sincronizzato 1 2 1 1 2 1 1 9
Pallanuoto 1 1 2
Totale finali 5 3 4 3 2 4 2 4 6 4 6 6 5 6 7 8 75

Medagliere[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Nazione Oro Argento Bronzo Totale
1 Cina Cina 15 10 10 35
2 Stati Uniti Stati Uniti 13 14 6 33
3 Russia Russia 9 4 4 17
4 Australia Australia 7 3 8 18
5 Gran Bretagna Gran Bretagna 7 1 6 14
6 Francia Francia 5 1 1 7
7 Italia Italia 3 3 8 14
8 Ungheria Ungheria 3 3 4 10
9 Svezia Svezia 3 2 1 6
10 Giappone Giappone 3 1 4 8
11 Sudafrica Sudafrica 2 3 0 5
12 Germania Germania 2 1 4 7
13 Brasile Brasile 1 4 2 7
14 Corea del Nord Corea del Nord 1 0 1 2
15 Serbia Serbia 1 0 0 1
16 Paesi Bassi Paesi Bassi 0 8 0 8
17 Canada Canada 0 4 4 8
18 Danimarca Danimarca 0 2 2 4
19 Ucraina Ucraina 0 2 1 3
20 Messico Messico 0 2 0 2
Nuova Zelanda Nuova Zelanda 0 2 0 2
22 Grecia Grecia 0 1 2 3
Polonia Polonia 0 1 2 3
Spagna Spagna 0 1 2 3
25 Giamaica Giamaica 0 1 1 2
26 Croazia Croazia 0 1 0 1
Lituania Lituania 0 1 0 1
28 Argentina Argentina 0 0 1 1
Bielorussia Bielorussia 0 0 1 1
Malesia Malesia 0 0 1 1
Singapore Singapore 0 0 1 1
Totale 75 76 77 228

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b PR 43 - Kazan (RUS) and Guadalajara (MEX), next organisers, in FINA.org, 15 luglio 2011. URL consultato il 6 settembre 2011 (archiviato dall'url originale il 20 luglio 2011).
  2. ^ (EN) Schedule (PDF), su fina.org. URL consultato il 27 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 16 aprile 2015).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Nuoto Portale Nuoto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di nuoto