Alex Di Giorgio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alex Di Giorgio
AlexDiGiorgio1.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 186[1] cm
Peso 80 kg
Nuoto Swimming pictogram.svg
Specialità Stile libero
Record
200 m st. lib. 1'48"06 (2016)
400 m st. lib. 3'50"41 (2017)
Carriera
Squadre di club
Circolo Canottieri Aniene
Nazionale
Italia Italia
Palmarès
Europei 0 1 0
Giochi del Mediterraneo 3 0 0
Universiadi 0 1 0
Mondiali giovanili 0 1 0
Europei giovanili 0 2 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 21 agosto 2017

Alex Di Giorgio (Roma, 28 luglio 1990) è un nuotatore italiano, specialista dello stile libero. Ha rappresentato l'Italia ai Giochi olimpici, concludendo al decimo posto a Londra 2012 ed al nono a Rio de Janeiro 2016 nella staffetta 4x200 stile libero. Vanta un argento europeo, tre ori ai Giochi del Mediterraneo ed un argento alle Universiadi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si è distinto a livello giovanile, vincendo la sua prima medaglia d'argento internazionale all'età di diciassette anni agli europei di Anversa 2007 nella staffetta 4x200 metri, con i compagni Filippo Barbacini, Damiano Lestingi e Cesare Sciocchetti.

L'anno successivo si è confermato su alti livelli ai mondiali giovanili di Monterrey 2008 dove ha vinto l'argento nei 400 metri, terminando alle spalle del russo Danila Izotov, che in quell'occasione fece il recod dei campionati nella disciplina. Agli europei giovanili di Belgrado 2008 è salito sul podio due volte: terzo nei 200 metri e secondo nei 400 metri.

Con il Circolo Canottieri Aniene, sua squadra di club, ha vinto il primo titolo italiano nella staffetta 4x200 metri ai campionati primaverili (con Gianfranco Meschini, Simone Ciancarini e Nicola Cassio) ed ai campionati estivi 2008 (con Gianfranco Meschini, Marco Belotti e Nicola Cassio).

Agli europei in vasca corta di Stettino 2011 ha ottentuto il quindicesimo posto nei 200 metri e il sesto nei 400 metri.

Agli europei di Debrecen 2012 ha ottenuto il settimo posto in finale nei 200 metri. È stato eliminato in batteria nei 400 metri, con il settimo tempo. Ha infine vinto l'argento alle spalle della Russia nella staffetta 4x200 metri, in squadra con Gianluca Maglia, Riccardo Maestri, Samuel Pizzetti, Filippo Magnini e Marco Belotti.

Ventiduenne, ha fatto parte della rappresentativa olimpica italiana ai Giochi di Londra 2012, dove è stato eliminato nel turno qualificatorio con l'undicesimo posto nella staffetta 4x200, facendo segnare, con 1'47"93, il miglior tempo del quartetto italiano, composto da lui, Gianluca Maglia (1'48"39), Riccardo Maestri (1'47"94) e Marco Belotti (1'48"53).

È stato convocato ai Giochi del Mediterraneo di Mersin 2013, dove ha vinto tre medaglie d'oro nelle staffette 4x100, 4x200 e 4x100 metri. Si è inoltre classificato sesto nei 200 e settimo nei 400 metri.

Ha esordito ai campionati mondiali a Barcellona 2013, con il diciottesimo posto nei 200 metri, mancando la semifinale per 10 centesimi di ritardo sul tedesco Clemens Rapp, ultimo dei qualificati. Nella staffetta 4x200 metri è stato estromesso in batteria con Marco Belotti, Damiano Lestingi e Filippo Magnini.

È tornato a rappresentare l'Italia ai Giochi olimpici estivi di Rio de Janeiro 2016, classificandosi con Andrea Mitchell D'Arrigo, Marco Belotti e Gabriele Detti al nono posto nel turno qualificatorio della staffetta 4x200 a soli quattro centesimi dal quartetto olandese, che si è aggiudicato l'utimo posto per la finale.

All'Universiade di Taipei 2017 ha vinto la medaglia d'argento nella staffetta 4x100 metri con Lorenzo Zazzeri, Ivano Vendrame e Alessandro Miressi. È giunto quarto nella 4x200 metri.

Il 13 settembre 2020, mentre si trovava in ritiro con la nazionale a Livigno, è risultato positivo all'ostarina, un modulatore selettivo del recettore degli androgeni (Sarm), sostanza vietata, che produce effetti simili agli steroidi. È stato quindi sospeso in via cautelare dal Tribunale antidoping.[2][3] Il Tribunale Nazionale Antidoping ha accertato che l'atleta non voleva doparsi e che la sostanza rinvenuta aveva una concentrazione “minima e irrisoria", ma lo ha comunque ha squalificato per otto mesi per non aver tenuto un comportamento di attenzione e controllo nell'assunzione degli integratori consentiti.[4] In seguito la Corte nazionale di appello antidoping ha ridotto la squalifica a tre mesi.[5]

In carriera ha vinto complessivamente 35 medaglie ai campionati italiani assoluti, di cui 14 d'oro e 45 ai campionati di categoria.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È nato a Roma ed è apertamente omosessuale.[6]

Ha avuto una breve relazione sentimentale con Ivano Marino, influencer e personaggio televisivo del programma Uomini e donne e Jump! Stasera mi tuffo, il quale, secondo la ricostruzione del Tribunale, che lo ha condannato alla pena detentiva di un anno e due mesi, per stalking, sostituzione di persona e diffamazione, negli anni 2013 e 2014, dopo la rottura, lo avrebbe molestato per mesi, minacciandolo di mettere a conoscenza l'ambiente sportivo della sua omosessualità.[7]

È stato protagonista, con la nuotatrice Margherita Panziera ed il lottatore Frank Chamizo, della campagna promozionale 2019 del produttore di scarpe e capi di abbigliamento Geox.[8]

Nel dicembre 2020 è stato invitato da Alfonso Signorini a partecipare alla quinta edizione del reality Grande Fratello VIP, ma ha rifiutato la proposta.[9]

Ha dichiarato di essere stato vittima di discriminazioni di stampo omofobo nel contesto sportivo.[6]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione
2008 Mondiali giovanili Messico Monterrey 400m sl Argento Argento 3'53"19
Europei giovanili Serbia Belgrado 200m sl Bronzo Bronzo 1'49"33
400m sl Argento Argento 3'51"55
4x200m Argento Argento 7'22"72
2012 Europei Ungheria Debrecen 4x200m sl Argento Argento 7'15"67
2013 Giochi del Mediterraneo Turchia Mersin 4x100m sl Oro Oro 3'23"31
4x200m sl Oro Oro 7'19"39
4x100m misti Oro Oro 3'45"52
2017 Universiadi Taipei Cinese Taipei 4x100m sl Argento Argento 3'15"24

Piazzamenti ottenuti con la nazionale italiana di nuoto[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato
2011 Europei - Vasca corta Stettino (Polonia) 400 stile libero 6º posto
200 stile libero 15º posto
2012 Chartres (Francia) 400 stile libero 10º posto
200 stile libero
Mondiali - Vasca corta Istanbul (Turchia) 4x200 stile libero 5º posto
Europei - Vasca lunga Debrecen (Ungheria) 200 stile libero 7º posto
Olimpiade di Londra Londra (Gran Bretagna) 4x200 stile libero 11º posto
2013 Giochi del Mediterraneo Mersin (Turchia) 400 stile libero 7º posto
200 stile libero 6º posto
Mondiali - Vasca lunga Barcellona (Spagna) 200 stile libero 18º posto
2016 Olimpiade di Rio Rio De Janeiro (Brasile) 4x200 stile libero 9º posto
2017 Universiade Taipei (Taiwan) 4x200 stile libero 4º posto

Campionati italiani assoluti[modifica | modifica wikitesto]

35 medaglie

  • 14 ori
  • 12 argenti
  • 9 bronzi

Campionati italiani di categoria[modifica | modifica wikitesto]

45 medaglie

  • 22 ori
  • 14 argenti
  • 9 bronzi

Nazionale italiana giovanile[modifica | modifica wikitesto]

  • 21 gare disputate
  • 21 finali
  • 16 medaglie: 8 ori, 6 argenti, 2 bronzi
Anno Manifestazione Sede Evento Risultato
2006 Comen Cup Rio Maior (Portogallo) 200 stile libero 1º posto
400 stile libero
4x100 stile libero
4x200 stile libero
2007 European Junior Championship Anversa (Belgio) 4x200 stile libero 3º posto
200 stile libero 6º posto
400 stile libero 7º posto
2008 Belgrado (Serbia) 400 stile libero 2º posto
4x200 stile libero
200 stile libero 3º posto
Multinations Parigi (Francia) 400 stile libero 1º posto
4x200 stile libero
200 stile libero 2º posto
World Junior Championship Monterrey (Messico) 400 stile libero 2º posto
4x200 stile libero 4º posto
200 stile libero 5º posto
800 stile libero 6º posto
2010 Latina Cup Mar Del Plata (Argentina) 400 stile libero 1º posto
4x200 stile libero
200 stile libero 2º posto
4x100 stile libero

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alex Di Giorgio, su federnuoto.it. URL consultato il 15 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 17 agosto 2016).
  2. ^ Nuoto, doping: positivo l'azzurro Di Giorgio, su la Repubblica, 8 ottobre 2020. URL consultato il 9 dicembre 2020.
  3. ^ Di Giorgio, sarà il 18 dicembre il processo antidoping, su questionedistile.gazzetta.it. URL consultato il 9 dicembre 2020.
  4. ^ Sky Sport, Le motivazioni della squalifica di 8 mesi per doping di Alex Di Giorgio, su sport.sky.it. URL consultato il 27 aprile 2021.
  5. ^ Nuoto, ridotta la squalifica per doping ad Alex Di Giorgio, su OA Sport, 27 aprile 2021. URL consultato il 27 aprile 2021.
  6. ^ a b Alex Di Giorgio, il nuotatore azzurro vittima di omofobia: "E non solo in acqua, potrei scriverci un libro", su Gay.it, 9 dicembre 2020. URL consultato il 9 dicembre 2020.
  7. ^ Stalking al nuotatore Alex di Giorgio, l'appello del tronista Ivano Marino slitta per Covid, su www.ilmessaggero.it, 8 dicembre 2020. URL consultato il 9 dicembre 2020.
  8. ^ (FR) Passion, effort, dépassement de soi : 3 champions aux parcours inspirants !, su L'Équipe. URL consultato il 10 dicembre 2020.
  9. ^ Alex Di Giorgio, il nuotatore che rifiuta Gf Vip: "Grazie Alfonso, ma..." (VIDEO), su Today. URL consultato il 9 dicembre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]