Sam Vokes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sam Vokes
Sam Vokes 2008.jpg
Nome Samuel Michael Vokes
Nazionalità Galles Galles
Altezza 186 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Burnley
Carriera
Giovanili
2005-2006 Bournemouth
Squadre di club1
2006-2008 Bournemouth 54 (19)
2008-2009 Wolverhampton 36 (6)
2009 Leeds Utd 8 (1)
2010 Wolverhampton 11 (0)
2010-2011 Bristol City 1 (0)
2011 Sheffield Utd 6 (1)
2011 Norwich City 4 (1)
2011-2012 Burnley 9 (2)
2012 Brighton & Hove 14 (3)
2012- Burnley 141 (37)
Nazionale
2007-2008 Galles Galles U-21 14 (4)
2008- Galles Galles 37 (6)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 22 aprile 2016

Samuel Michael Vokes (Lymington, 21 ottobre 1989) è un calciatore gallese, attaccante del Burnley e della Nazionale gallese.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi e il Wolverhampton[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la sua carriera da professionista al Bournemouth, dove militò anche nelle giovanili, costruendosi una buona fama di mastino d'area piccola. Nel 2008 viene acquistato dal Wolverhampton Wanderers che, al tempo, faceva parte della serie B Inglese. Qui Vokes ha molto meno spazio che nella squadra precedente, dovendosi lottare il posto da titolare con attaccanti di spessore come Sylvain Ebanks-Blake o Andy Keogh. Viene però considerato la prima sostituzione per le due punte dei Wolves, scalzando un pilastro come Chris Iwelumo, e colleziona molte presenze come sostituto segnando, fra campionato e coppe, sei goal. Nell'Ottobre 2009, Vokes viene ceduto in prestito al Leeds United, squadra militante nella terza categoria inglese, dove ha più possibilità di giocare. Nel gennaio 2010 torna alla base fino al termine della stagione e nell'agosto 2010 viene nuovamente ceduto in prestito, stavolta al Bristol City[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bristol, dal Wolverhampton arriva Vokes, in Tuttomercatoweb.com, 6 agosto 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]