Salisano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Salisano
comune
Salisano – Stemma Salisano – Bandiera
Salisano – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLazio Coat of Arms.svg Lazio
ProvinciaProvincia di Rieti-Stemma.png Rieti
Amministrazione
SindacoGisella Petrocchi (lista civica) dal 2017
Territorio
Coordinate42°16′N 12°45′E / 42.266667°N 12.75°E42.266667; 12.75 (Salisano)
Altitudine460 m s.l.m.
Superficie17,6 km²
Abitanti496[1] (31-1-2022)
Densità28,18 ab./km²
Comuni confinantiCastelnuovo di Farfa, Mompeo, Monte San Giovanni in Sabina, Montopoli di Sabina, Poggio Catino, Poggio Mirteto, Roccantica
Altre informazioni
Cod. postale02040
Prefisso0765
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT057063
Cod. catastaleH713
TargaRI
Cl. sismicazona 2B (sismicità media)[2]
Cl. climaticazona E, 2 202 GG[3]
Nome abitantisalisanesi
Patronosanta Giulia
Giorno festivoterza domenica di agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Salisano
Salisano
Salisano – Mappa
Posizione del comune di Salisano nella provincia di Rieti
Sito istituzionale

Salisano (Sariciànu in dialetto sabino[4]) è un comune italiano di 496 abitanti della provincia di Rieti nel Lazio.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Un oliveto nel comune di Salisano. L'olivo è una coltivazione tipica della zona.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Salisano sorge a 460 metri di altezza sul livello del mare, sulle propaggini meridionali dei monti Sabini.

Il fiume Farfa scorre nel territorio comunale.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Classificazione climatica: zona E, 2202 GR/G

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Nel territorio comunale si trova la centrale idroelettrica di Salisano, un importante impianto idraulico gestito dall'ACEA che fa parte del più vasto sistema acquedottistico del Peschiera-Capore (il principale acquedotto che rifornisce Roma e uno dei più grandi dell'intero mondo). Alla centrale di Salisano convergono le condutture provenienti dalle sorgenti del Peschiera (Cittaducale) e dalle sorgenti delle Capore (Frasso Sabino) ed esse vengono sfruttate per produrre energia elettrica. Si tratta dell'unica centrale in Italia a funzionare con acqua potabile. Da Salisano l'acquedotto prosegue poi alla volta di Roma.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

La strada secondaria che collega Salisano a Granica e alla Via Mirtense

Ai piedi della collina dove sorge Salisano scorre la strada provinciale 46 (Via Tancia), che collega il paese da un lato a Poggio Mirteto e dall'altro al capoluogo Rieti, sebbene con un percorso piuttosto tortuoso, nonché con i vicini abitati di Bocchignano, Castel San Pietro e Mompeo.

Una strada secondaria collega Salisano alla località di Granica, dove è possibile immettersi sulla Via Mirtense (SP 42) che conduce a Osteria Nuova, o sulla Via Farense (SP 41) che conduce a Passo Corese e Roma.

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Salisano non è servito da alcuna stazione ferroviaria. La più vicina è quella di Poggio Mirteto, che dista 17 km, nella quale fermano i treni della linea suburbana FL1. Avrebbe dovuto servirlo più direttamente la ferrovia Rieti-Roma, mai costruita.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1923 passa dalla provincia di Perugia in Umbria, alla provincia di Roma nel Lazio, e nel 1927, a seguito del riordino delle circoscrizioni provinciali stabilito dal regio decreto n. 1 del 2 gennaio 1927, per volontà del governo fascista, quando venne istituita la provincia di Rieti, Salisano passa a quella di Rieti.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2004 2009 Plinio Petrocchi lista civica Sindaco
2009 2014 Lucio Neri lista civica Sindaco
2014 2016 Lucio Neri lista civica Sindaco
2017 in carica Gisella Petrocchi lista civica Sindaco

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bilancio demografico anno 2022 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani., Milano, Garzanti, 1996, p. 565, ISBN 88-11-30500-4.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Lazio: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Lazio