Rocca Sinibalda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rocca Sinibalda
comune
Rocca Sinibalda – Stemma
Rocca Sinibalda – Veduta
Rocca Sinibalda
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLazio Coat of Arms.svg Lazio
ProvinciaProvincia di Rieti-Stemma.png Rieti
Amministrazione
SindacoGiancarlo Marotti (lista civica) dal 14/06/2004
Territorio
Coordinate42°16′N 12°56′E / 42.266667°N 12.933333°E42.266667; 12.933333 (Rocca Sinibalda)Coordinate: 42°16′N 12°56′E / 42.266667°N 12.933333°E42.266667; 12.933333 (Rocca Sinibalda)
Altitudine552 m s.l.m.
Superficie49,56 km²
Abitanti844[1] (31-12-2010)
Densità17,03 ab./km²
FrazioniMagnalardo, Pantana, Posticciola, Tomassella, Torricchia, Trampani, Vallecupola
Comuni confinantiAscrea, Belmonte in Sabina, Castel di Tora, Colle di Tora, Concerviano, Longone Sabino, Monteleone Sabino, Poggio Moiano, Torricella in Sabina, Varco Sabino
Altre informazioni
Cod. postale02026
Prefisso0765
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT057062
Cod. catastaleH446
TargaRI
Cl. sismicazona 2B (sismicità media)
Nome abitantirocchegiani o rocchigiani
Patronosant'Agapito e San Giustino
Giorno festivo1º giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Rocca Sinibalda
Rocca Sinibalda
Rocca Sinibalda – Mappa
Posizione del comune di Rocca Sinibalda nella provincia di Rieti
Sito istituzionale

Rocca Sinibalda è un comune italiano di 836 abitanti della provincia di Rieti, in Lazio.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Rocca Sinibalda è posta nella Sabina orientale, a quote collinari, nella valle del Turano, il corridoio naturale che dai margini sud-orientali della Piana di Rieti va verso Carsoli attraverso il lago del Turano, ad altitudini collinari, ma circondata da folti boschi parzialmente interrotti da aree prative. Alle spalle ad est si erge il gruppo montuoso del Monte Navegna e del Monte Cervia che lo separano dalla zona del lago del Salto.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Stazione meteorologica di Posticciola.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il feudo di Rocca Sinibalda, opera di Paul Bril del 1601

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture militari[modifica | modifica wikitesto]

Il Castello Cesarini
Il Castello

Di notevole impatto visivo il Castello, risalente nel suo nucleo originario al 1084, che fu ricostruito come fortezza dall'architetto Baldassarre Peruzzi per volere del cardinale Alessandro Cesarini negli anni 30 del XVI secolo, e da allora domina il paese con la sua struttura difensiva. Tra il XVII e XVIII secolo fu feudo dei Mattei, dei Lante della Rovere, dei Muti Bussi e dei Lepri. Nel XVII e nel XVIII secolo sono stati ingentiliti gli interni con affreschi; dal 1928 è stato classificato come monumento nazionale[2]. L'intero maniero è stato restaurato e riaperto nell'aprile del 2014.[3].

Aree naturali[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Rocca Sinibalda è collegata al capoluogo Rieti dalla strada provinciale n. 31 "Valle Turano", ed è collegata a Longone Sabino dalla provinciale n. 32.

Inoltre a valle del paese scorre la strada provinciale n. 34 "Turanense", che la collega da un lato alla Salaria (in località Ornaro) e dall'altro al Lago del Turano. La Strada statale 4 Via Salaria è l'arteria di collegamento di maggiore importanza, che collega il comune a Roma e alle città di L'Aquila e Ascoli Piceno.

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

Rocca Sinibalda non è servita da alcuna linea ferroviaria; la stazione più vicina è quella di Rieti, che dista circa 20 km, posta sulla linea secondaria Terni-L'Aquila. Il paese avrebbe dovuto essere collegato dalla Ferrovia Salaria (Roma-Rieti-Ascoli Piceno-San Benedetto del Tronto), che fu più volte progettata sin dalla fine dell'Ottocento, ma mai realizzata. La costruzione della ferrovia Rieti-Passo Corese, che completerebbe il tratto Rieti-Roma, è prevista dalla legge obiettivo[5] ed è tuttora oggetto di discussione.

Trasporti pubblici[modifica | modifica wikitesto]

Biglietteria Da Rieti Autobus Cotral

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1923 passa dalla provincia di Perugia in Umbria, alla provincia di Roma nel Lazio, e nel 1927, a seguito del riordino delle Circoscrizioni Provinciali stabilito dal regio decreto N°1 del 2 gennaio 1927, per volontà del governo fascista, quando venne istituita la provincia di Rieti, Rocca Sinibalda passa a quella di Rieti.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2004 2009 Giancarlo Marotti lista civica Sindaco
2009 in carica Giancarlo Marotti lista civica Sindaco

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

  • Fa parte della Comunità Montana del "Turano" - VIII Zona

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Fonti: www.turismolazio.it e www.castellidellazio.com
  3. ^ Rocca Sinibalda LDA: A spasso per il castello, di Claudia Ferrari - 21/12/2000.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Nuova linea ferroviaria Passo Corese-Rieti (scheda n. 68), su Sistema Informativo Legge Opere Strategiche. URL consultato il 16 marzo 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sito ufficiale Pro Loco Rocca Sinibalda

Controllo di autoritàVIAF: (EN247388396
Lazio Portale Lazio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lazio