Forano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'unica frazione di Appignano in provincia di Macerata, vedi Forano (Appignano).
Forano
comune
Forano – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Lazio Coat of Arms.svg Lazio
Provincia Provincia di Rieti-Stemma.png Rieti
Amministrazione
Sindaco Paolo Diociaiuti (lista civica) dal 14/06/2004
Territorio
Coordinate 42°18′N 12°36′E / 42.3°N 12.6°E42.3; 12.6 (Forano)Coordinate: 42°18′N 12°36′E / 42.3°N 12.6°E42.3; 12.6 (Forano)
Altitudine 218 m s.l.m.
Superficie 17,69 km²
Abitanti 3 167[1] (30-11-2016)
Densità 179,03 ab./km²
Frazioni Gavignano Sabino, Galantina
Comuni confinanti Cantalupo in Sabina, Filacciano (RM), Poggio Catino, Poggio Mirteto, Ponzano Romano (RM), Selci, Stimigliano, Tarano
Altre informazioni
Cod. postale 02044
Prefisso 0765
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 057029
Cod. catastale D689
Targa RI
Cl. sismica zona 2B (sismicità media)
Nome abitanti foranesi
Patrono San Biagio e san Sebastiano
Giorno festivo 3 febbraio e 20 gennaio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Forano
Forano
Forano – Mappa
Posizione del comune di Forano nella provincia di Rieti
Sito istituzionale

Forano è un comune italiano di 3.167 abitanti della provincia di Rieti, nel Lazio.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Forano sorge sugli ultimi rilievi occidentali dei monti Sabini, in posizione dominante sulla sottostante valle del Tevere.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Classificazione climatica: zona D, 1850 GR/G

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nato come villaggio sabino nell'XI secolo, nell'VIII secolo assunse il nome di Forum Iani in seguito all'edificazione, da parte dei Romani di un tempio dedicato al dio Giano. Con la crescita d'importanza, in età augustea della vicina Forum Novum (odierna Vescovio) Forano entrò in un periodo di decadenza. Nell'XI secolo divenne feudo dei Savelli. Nel XVI secolo il castello passò agli Strozzi e poi da questi, alla fine del XIX secolo, alla famiglia Sauve. Attualmente è di proprietà privata.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

Resti archeologici[modifica | modifica wikitesto]

  • Sul territorio sorgono numerose testimonianze della dominazione romana della Sabina, perlopiù tutti resti di ville romane databili al periodo repubblicano come quella in loc. Gradini e la villa creduta di Aulo Gabinio a Gavignano.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2004 2009 Paolo Diociaiuti lista civica Sindaco
2009 in carica Paolo Diociaiuti lista civica Sindaco

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2016.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ Comune di Iași:città gemellate, primaria-iasi.ro. URL consultato il 18 agosto 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN248607933
Lazio Portale Lazio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lazio