Psyllo nitida

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Psyllo)
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Psyllo nitida
Immagine di Psyllo nitida mancante
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Arachnida
Ordine Araneae
Sottordine Araneomorphae
Superfamiglia Araneoidea
Famiglia Araneidae
Sottofamiglia Araneinae
Tribù Mangorini
Genere Psyllo
Thorell, 1899
Specie P. nitida
Nomenclatura binomiale
Psyllo nitida
Thorell, 1899

Psyllo nitida Thorell, 1899 è un ragno appartenente alla famiglia Araneidae.

È l'unica specie nota del genere Psyllo.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome deriva dal greco ψύλλος, psyllos, cioè psillo o psilla, specie di insetto parassita del cece e del rafano descritto da Teofrasto e da altri autori classici, di volta in volta identificato con ragnetti e/o acari cui somiglia per aspetto.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La specie è stata rinvenuta in Camerun e Congo[1].

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Considerato un sinonimo posteriore di Mangora O. P.-Cambridge, 1889 a seguito di uno studio di Levi (1975b)[1].

Dal 1971 non sono stati esaminati altri esemplari, né sono state descritte sottospecie al 2014[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Thorell, T., 1899 - Araneae Camerunenses (Africae occidentalis) quas anno 1891 collegerunt Cel. Dr Y. Sjöstedt aliique. Bih. Svenska. Vet.-Akad. Handl. vol.25 (1), pp. 1–105. (pag.40)
  • Grasshoff, M., 1971b - Die Tribus Mangorini, IV. Die Mangora-Gruppe (Arachnida: Araneae: Araneidae-Araneinae). Senckenberg. biol. vol.52, pp. 293–311. (pag.308)
  • Levi, H.W., 1975b - The American orb-weaver genera Larinia, Cercidia and Mangora north of Mexico (Araneae, Araneidae). Bull. Mus. comp. Zool. Harv. vol.147, pp. 101–135. (pag.116)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi