Melychiopharis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Hypognatha
Immagine di Melychiopharis mancante
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Arachnida
Ordine Araneae
Sottordine Araneomorphae
Superfamiglia Araneoidea
Famiglia Araneidae
Sottofamiglia incertae sedis
Genere Melychiopharis
Simon, 1895
Serie tipo
Melychiopharis cynips
Simon, 1895
Specie

Melychiopharis Simon, 1895 è un genere di ragni appartenente alla famiglia Araneidae.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome del genere deriva dal greco μειλίχιος, meilìchios, cioè dolce, soave, amorevole, mite, piacevole e φάρος, phàros, cioè manto, mantello, per i colori piacevoli all'aspetto.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Le due specie oggi note di questo genere sono state rinvenute in Brasile[1].

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Questo genere è stato inizialmente trasferito alla famiglia Theridiidae a seguito di un lavoro dell'aracnologo Levi del 2002[1].

Nel 2005, un lavoro degli aracnologi Santos, Brescovit & Levi riportò Melychiopharis nell'alveo della famiglia Araneidae, pur non attribuendolo ad alcuna sottofamiglia per le sue peculiarità[1].

Dal 2011 non sono stati esaminati esemplari di questo genere[1].

A maggio 2014, si compone di due specie[1]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Simon, E., 1895a - Histoire naturelle des araignées. Paris, vol.1, pp. 761–1084.
  • Santos, A.J., A.D. Brescovit & H.W. Levi, 2005 - Melychiopharis: an atypical orb-weaving spider from South America (Araneae: Araneidae). Zootaxa n.1016, pp. 57–64.
  • Brescovit, A.D., A.J. Santos & C.M.P. Leite, 2011 - A second species of the orb-weaving spider genus Melychiopharis from South America (Araneae: Araneidae). Zootaxa n.2798, pp. 61–63.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi