Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

NEC Corporation

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "NEC" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi NEC (disambigua).
Nippon Electric Company (NEC)
日本電気株式会社
Logo
Stato Giappone Giappone
Tipo Società per azioni
ISIN JP3733000008
Fondazione 31 agosto 1898
Fondata da Kunihiko Iwadare e Takeshiro Maeda
Sede principale Minato-ku, Tokyo
Gruppo Sumitomo Group
Settore Informatico
Prodotti soluzioni di rete per imprese commerciali
Slogan «Empowered by Innovation»
Sito web www.nec.it
Sede NEC a Tokyo

NEC Corporation (Giapponese 日本電気株式会社) conosciuta anche come Nippon Electric Company, Limited, è una società multinazionale di tecnologia con sede a Minato-ku, Tokyo, Giappone. Fa parte del Sumitomo Group che offre soluzioni di information technology, soluzioni di rete per imprese commerciali. Le loro attività commerciali sono divise in 3 segmenti: IT solutions, soluzioni di rete e dispositivi elettronici.

Venne fondata il 31 agosto del 1898 da Kunihiko Iwadare e Takeshiro Maeda utilizzando gli edifici acquistati dalla Miyoshi Electrical Manufacturing Company. Nel luglio del 1899, la Nippon Electric Company viene ufficialmente registrata. I lavori iniziarono con lo slogan "Better Products, Better Service", con la produzione, commercializzazione e manutenzione di telefoni ed interruttori. In Italia, la NEC è stata la prima azienda a commercializzare i videofonini, con il gestore telefonico 3.

Tavola cronologica dei primi lavori e successi di NEC[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 1903, il centralino comune del Ministero delle Comunicazioni Giapponese, adotta la batteria fornita dalla NEC. I centralini con questo tipo di batteria vennero inizialmente importati, ma prodotti a livello locale solo a partire dal 1909. La NEC diventa così uno tra i principali leader nel mondo delle comunicazioni.
  • Nel 1904, la NEC inizia ad esportare apparecchi telefonici in Cina, entrando ufficialmente nel mercato cinese nel 1908 con il trattato di telegrafia tra Cina e Giappone.
  • Sempre nel 1908, a gennaio, la società entra nel mercato coreano con l'apertura di un ufficio a Seoul. Questo è un ulteriore passo dell'espansione del servizio di telefonia giapponese, che dal 1907 al 1912 vede un incremento del fatturato da 1.6 milioni a 2 milioni di yen.
  • Nel 1919, la NEC produce il primo centralino comune domestico di Tipo 1 per le chiamate interurbane. Inizia anche la collaborazione con la Sumitomo per la produzione di cavi elettrici.
  • Nel 1920, si consolida a livello finanziario la collaborazione con la Sumitomo Electric Wire.

Il grande terremoto del Kantō[modifica | modifica wikitesto]

La mattina del 1º settembre 1923, un forte terremoto colpì la regione del Kantō (il grande Terremoto del Kantō), causando grandi devastazioni in tutto il Giappone. La NEC non rimase incolume: furono distrutte quattro fabbriche e persero la vita 105 tra ingegneri e lavoratori. In seguito ai danni subiti dal reparto delle comunicazioni giapponese, il Ministero delle Comunicazioni accelerò il programma per installare dei sistemi di commutazione automatici. La NEC ha partecipato al progetto, fino a diventare l'agente generale di vendita per ATM.

Scoperte[modifica | modifica wikitesto]

Alla NEC furono scoperti per la prima volta da Sumio Iijima i nanotubi di carbonio. Nel 2002 fu creato il supercomputer più veloce al mondo: Earth Simulator.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]