Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Kawasaki Heavy Industries

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kawasaki Heavy Industries, Ltd.
Logo
StatoGiappone Giappone
Forma societariasocietà per azioni
Borse valoriBorsa di Tokyo: 7012
ISINJP3224200000
Fondazione15 ottobre 1896
Fondata daKawasaki Shōzō
Sede principale
  • Kobe Crystal Tower, 1-3, Higashikawasaki-cho, 1-chome, Chuo-ku, Kobe, Hyogo 650-8680, Giappone
  • World Trade Center Bldg, 4-1, Hamamatsu-cho, 2-chome, Minato-ku, Tokyo 105-6116, Giappone
Persone chiaveShozo Kawasaki, fondatore; Tadaharu Ohashi, presidente
SettoreMeccanica
Prodotti
  • Moto
  • Trattori
  • Treni
  • Robot
  • Aeromobile
  • Costruzione edilizia
  • Ingegneria navale[1]
  • Fatturato¥1,501,097 milioni[2] (2008)
    Dipendenti30.563[2] (2008)
    Slogan«Let the good times roll.»
    Notedati al 31 marzo 2008
    Sito web

    La Kawasaki Heavy Industries, Ltd. (in Giapponese: 川崎重工業株式会社, Kawasaki Jūkōgyō Kabushiki-gaisha) è un vasto conglomerato industriale giapponese produttore di una vasta gamma di prodotti.

    Storia[modifica | modifica wikitesto]

    Il nome "Kawasaki Heavy Industries" deriva da quello del fondatore Shozo Kawasaki e non ha, invece, alcun legame con quello della città di Kawasaki. L'azienda è stata fondata nel 1896 come cantiere navale, espandendosi in seguito in molti altri settori.

    I quartieri generali dell'azienda sono situati sia a Kobe (Giappone) che a Tokyo.

    Le linee di prodotto maggiormente note (perché dirette al mercato dei consumatori privati) sono quelle delle moto e dei veicoli fuoristrada (ATV), sebbene l'azienda costruisca anche trattori, treni, robot industriali ed attrezzature aeronautiche tra le quali velivoli militari.

    Divisioni del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

    Note[modifica | modifica wikitesto]

    1. ^ Prodotti Kawasaki Heavy Industries.
    2. ^ a b Sito della compagnia Archiviato il 7 settembre 2010 in Internet Archive..

    Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

    Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

    Controllo di autoritàVIAF: (EN136085708 · ISNI: (EN0000 0004 1797 176X