Montecassiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Montecassiano
comune
Montecassiano – Stemma Montecassiano – Bandiera
Montecassiano – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Marche.svg Marche
Provincia Provincia di Macerata-Stemma.png Macerata
Amministrazione
Sindaco Leonardo Catena (PD) dal 26/05/2014
Territorio
Coordinate 43°21′49.32″N 13°26′09.06″E / 43.3637°N 13.43585°E43.3637; 13.43585 (Montecassiano)Coordinate: 43°21′49.32″N 13°26′09.06″E / 43.3637°N 13.43585°E43.3637; 13.43585 (Montecassiano)
Altitudine 215 m s.l.m.
Superficie 33,36 km²
Abitanti 7 164[1] (31-12-2014)
Densità 214,75 ab./km²
Frazioni Sambucheto, Sant'Egidio, Vallecascia, Vissani
Comuni confinanti Appignano, Macerata, Montefano, Recanati
Altre informazioni
Cod. postale 62010
Prefisso 0733
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 043026
Cod. catastale F454
Targa MC
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Cl. climatica zona D, 1 898 GG[2]
Nome abitanti montecassianesi
Patrono san Giuseppe
Giorno festivo 19 marzo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Montecassiano
Montecassiano
Posizione del comune di Montecassiano nella provincia di Macerata
Posizione del comune di Montecassiano nella provincia di Macerata
Sito istituzionale

Montecassiano (Montecascià o Montecasciano in dialetto locale) è un comune italiano di 7 195[1] abitanti della provincia di Macerata nelle Marche.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il paese si affaccia sulla vallata del fiume Potenza e dista circa 8 km dal capoluogo di provincia Macerata e 27 km dal capoluogo di regione Ancona.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sorta nel Medioevo, si schierò con la fazione ghibellina, entrando in forte contrasto con la Chiesa, dalla quale dipendeva, finché nel 1418 Martino V le concesse di eleggersi un proprio podestà.

Successivamente affrontò aspre lotte con Macerata e nello stesso tempo passò da una dominazione all'altra: ai Malatesta seguirono i Da Varano e a questi, in seguito all'occupazione di gran parte delle Marche ad opera delle truppe di Francesco Sforza, subentrarono gli Sforza.

Tornata nello Stato Pontificio, fu colpita, nel corso del Seicento, da numerose carestie; nei primi anni del XVIII secolo dovette affrontare, come il resto della regione, le gravi conseguenze economiche causate del passaggio delle truppe imperiali austriache sui territori ecclesiastici; alla fine dello stesso secolo subì l'invasione francese.

Il toponimo è un composto di "monte" e di una formazione prediale dal personale latino Cassius, con l'aggiunta del suffisso -ANUS[3].

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Montecassiano fa parte dei comuni con Bandiera arancione, del circuito dei I borghi più belli d'Italia, "Comuni Fioriti". La struttura urbanistica tardo-medievale conserva ancora intatti gli elementi e le caratteristiche tipiche del borgo.

Arte e architettura[modifica | modifica wikitesto]

  • Porta Cesare Battisti: anticamente denominata Porta Santa Croce, era munita di ponte levatoio. Dalla parte interna mostra il parapetto aggettante con coronamento di merli in cui sono inserite le feritoie per il tiro. All'interno dell'arco, in basso, sono ancora parzialmente visibili le camere di alloggiamento delle bombardiere laterali, nascoste in seguito all'interramento del fossato che cingeva la porta.
  • Collegiata Santa Maria della Misericordia (XII secolo): Costruita dai monaci della Badia di Fiastra, è stata poi trasformata su progetto di Antonio Lombardo, autore anche del campanile, prendendo le forme gotiche odierne. All'interno si trova la terracotta invetriata raffigurante una Madonna col Bambino e Santi di Mattia della Robbia
  • Chiesa di San Nicolò, (XIII secolo): l'esterno è caratterizzato dalla graziosa abside romanica scandita da quattro lesene intervallate da cinque archetti pensili in pietra. Nella vela campanaria vi è la più antica campana delle Marche (1382). All'interno lacerti di affreschi dei secoli XV-XVI affioranti dall'intonaco.
  • Palazzo dei Priori (XIII secolo): presenta una facciata ricostruita da mastro Antonio Lombardo, autore di alcuni interventi anche nelle chiese di San Marco e dell'Annunziata[5]. L'aspetto odierno della facciata del Palazzo dei Priori è il risultato dell'opera di restauro condotta dal 1938 dall'architetto Guido Cirilli con interventi di ripristino della merlatura e di costruzione del grande arco di collegamento con il Palazzo Compagnucci. Conserva la pala "Madonna con Bambino in trono tra Sant'Andrea, Sant'Elena e due angeli musicanti ", opera di Joannes Ispanus, pittore spagnolo attivo nell'Italia centro-settentrionale nei primi venti anni del ' 500.
  • Chiesa di San Marco, (XIV secolo): mostra una semplice facciata in mattoni, marcata lateralmente da due lesene che sorreggono l'architrave con cornicione sporgente ed un campanile simile e coevo a quello della Collegiata, ma privo di cuspide, abbattuta da un fulmine nel 1857. L'interno della chiesa è un grazioso esempio di Barocchetto marchigiano. Le tre navate sono abbellite da bianche decorazioni a stucco con angioletti. Ora è adibita a sala per mostre e convegni.
  • Collegiata di Santa Maria Assunta: la facciata è caratterizzata dall'unico, originalissimo spiovente sul quale si aprono il portale sovrastato da un grande rosone in pietra bianca e una monofora sulla destra. Nella lunetta del portale sono incassati quattro bacili del ceramista recanatese Rodolfo Ceccaroni. Il portale in bronzo, realizzato dallo scultore Sesto Americo Luchetti, è una delle ultime opere d'arte con la quale la comunità di Montecassiano ha abbellito la chiesa. L'edificio è stato eretto in stile gotico cistercense con chiari riferimenti all'abbazia di Chiaravalle di Fiastra, sotto la cui giurisdizione ricadeva nel XV secolo il territorio di Montecassiano
  • Chiesa di San Giacomo (XVIII secolo): l'esterno, di forma molto semplice, presenta una facciata scandita da quattro lesene che sorreggono il timpano, un portale anch'esso con timpano e un campanile a vela sul fianco destro. L'interno, ad aula unica con copertura a vela, ospita il Museo delle Confraternite.

Musei[modifica | modifica wikitesto]

  • Museo delle Confraternite: la raccolta contiene materiale liturgico e processionale di proprietà delle sette confraternite religiose tuttora esistenti a Montecassiano. Gli oggetti sono esposti nella chiesa dei Santi Filippo e Giacomo e in un locale annesso secondo un ordine che tiene conto della confraternita di appartenenza. Tutto il materiale è ascrivibile al XVIII e XIX secolo. All'interno della chiesa, a forma di semplice aula con copertura a vela e catino lobato, è conservato un affresco staccato raffigurante la cosiddetta Madonna di San Giacomo, attribuita a Vincenzo Pagani (1540-1550).
  • Museo archeologico.

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • Ogni Anno nei giorni di venerdì, sabato e domenica della seconda settimana di giugno si svolge SVICOLANDO evento organizzato dall'associazione culturale Zandagruel dove vengono proposte diverse tipologie di spettacoli: dall'arte di strada al teatro, dalle rassegne di cortometraggi ai concerti dei più diversi stili musicali, inoltre si possono trovare mercatini artigianali e numerosi stands gastronomici e i più sportivi avranno la possibilità di assistere a dimostrazioni degli sport più inusuali. Dall'edizione 2012 l'associazione Zandagruel, con il patrocinio del comune di Montecassiano, offre durante lo svolgimento dell'evento uno spazio dedicato ai campeggiatori e un'area attrezzata per camper.
  • Ogni anno, dalla terza settimana di luglio si svolge il tradizionale Palio dei Terzieri che dura circa 10 giorni e dove tutto il paese si rituffa magicamente nel Medioevo e riscopre l'antico e il caratteristico borgo medievale con costumi, danze, spettacoli, giochi, teatrini, mercatini e pietanze dell'epoca, da assaporare nelle tre rispettive taverne dei terzieri "San Nicolò", "San Salvatore" e "San Michele". La competizione fra i tre diversi terzieri prevede giochi e sfide varie fra cui, nella serata finale, la giostra dei cavalieri al termine della quale, in Piazza Giacomo Leopardi, verrà assegnato il Palio e decretato il terziere vincitore.
  • Ogni anno il 19 marzo si svolge il Gran Premio San Giuseppe, una corsa in linea maschile su strada che si svolge in Italia. Dal 2005 fa parte del calendario dell'UCI Europe Tour nella categoria 1.2. La gara, organizzata dall'ASD Velo Club Montecassiano, si tiene intorno al comune di Montecassiano (provincia di Macerata) lungo un circuito di 19 chilometri da ripetere otto volte[6].
  • Sagra dei Sughitti la prima domenica di ottobre.

Persone legate a Montecassiano[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

A Montecassiano la squadra principale è il Sambucheto Montecassiano che milita nel campionato regionale di Seconda Categoria, l'altra è l'ACM Sambucheto che invece gioca in Terza Categoria. Il paese ha anche una squadra di calcio a 5, il Futsal Sambucheto attualmente militante nel girone B di serie C2 Marche, nata dalla fusione delle vecchie ACM Sambucheto e gli Amici del Tennis (con una squadra anche affiliata al CSI). La squadra ha sede nella frazione Sambucheto. Il 7 marzo 2015 il team giallo-blu, sul campo dell'Helvia-Recina Recanati, ha ottenuto una storica qualificazione nella massima manifestazione regionale di calcio a 5, la Serie C1. La promozione è avvenuta con ben 7 turni di anticipo, a cagione di una performance sportiva senza precedenti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2014.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Storia di Montecassiano, D.L. di Appicelli G.. URL consultato il 10 luglio 2012.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ La chiesa dell'Annunziata di Montecassiano
  6. ^ Percorso San Giuseppe, www.veloclubmontecassiano.it. URL consultato il 19 gennaio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Marche Portale Marche: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marche