Petriolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando per altri significati, vedi Petriolo (disambigua).
Petriolo
comune
Petriolo – Stemma Petriolo – Bandiera
Petriolo – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Marche.svg Marche
Provincia Provincia di Macerata-Stemma.png Macerata
Amministrazione
Sindaco Piera Debora Mancini (lista civica) dal 29-3-2010
Territorio
Coordinate 43°13′15.75″N 13°27′56.73″E / 43.221042°N 13.465758°E43.221042; 13.465758 (Petriolo)Coordinate: 43°13′15.75″N 13°27′56.73″E / 43.221042°N 13.465758°E43.221042; 13.465758 (Petriolo)
Altitudine 271 m s.l.m.
Superficie 15,65 km²
Abitanti 2 070[1] (31-12-2010)
Densità 132,27 ab./km²
Comuni confinanti Corridonia, Loro Piceno, Mogliano, Tolentino, Urbisaglia
Altre informazioni
Cod. postale 62014
Prefisso 0733
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 043036
Cod. catastale G515
Targa MC
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Cl. climatica zona D, 1 995 GG[2]
Nome abitanti Petriolesi
Patrono san Marco
Giorno festivo 25 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Petriolo
Petriolo
Posizione del comune di Petriolo nella provincia di Macerata
Posizione del comune di Petriolo nella provincia di Macerata
Sito istituzionale

Petriolo (Pitriólu in dialetto locale) è un comune italiano di 2 070[1] abitanti della provincia di Macerata nelle Marche.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Petriolo sorge sullo spartiacque fra i fiumi Fiastra e Cremone, in una posizione da cui si ha una vista che va dalle vette dei Sibillini fino al mare, e dunque strategica dal punto di vista militare, fatto questo non secondario alle sue fortune nel corso della storia. Il territorio, una volta ricco di selve, vanta un gran numero di sorgenti, una delle quali di acque sulfuree.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Toponimo[modifica | modifica wikitesto]

La ricchezza delle acque è stata messa in relazione con l'origine del nome Petra, legandolo cioè a quelle rocce di arenaria visibili in molte parti del paese. Altre ipotesi ritengono che le sorgenti sulfuree presenti in quella parte della collina che degrada verso il fiume Cremone, confine naturale con il comune limitrofo di Mogliano, a causa della loro consistenza un po' oleosa, abbiano fatto parlare di "petrolio" da cui il nome. L'ipotesi più attestata è quella secondo cui il nome sia una deformazione del latino Praetoriolum, ovvero villa del pretore della vicina città di Urbs Salvia.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Manifestazioni[modifica | modifica wikitesto]

Durante il mese di agosto c'è un fiorire di eventi musicali e teatrali.

I principali avvenimenti ruotano intorno alle festività dei patroni San Marco e San Martino che si celebrano rispettivamente il 25 aprile e l'11 novembre. In occasione delle suddette festività si svolgono le tradizionali fiere con numerose bancarelle che richiamano persone anche dai paesi vicini.

Altra importante manifestazione è "le cantinette" che si svolge nei primi di novembre. In questa occasione si riaprono le antiche cantine, gestite in questi giorni dai giovani che offrono prodotti locali e simpatici spettacoli.

Persone legate a Petriolo[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
3 aprile 2005 28 marzo 2010 Maurizio Castellani lista civica Sindaco
29 marzo 2010 in carica Piera Debora Mancini lista civica Sindaco

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La squadra di calcio locale il San Marco Petriolo ha una storia nell'ambito calcistico molto ampia. Nel primo anno di Promozione, è riuscita ad arrivare a pochi punti di distacco dalla fatidica zona Play Off. Nell'anno successivo, per vari motivi, deve vendere il titolo alla Vis Macerata, così ora si ritrova a disputare la Terza Categoria delle Marche e gioca le partite casalinghe al campo sportivo comunale Properzi e Ciabocco.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Marche Portale Marche: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marche