Colmurano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Colmurano
comune
Colmurano – Stemma Colmurano – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Marche.svg Marche
ProvinciaProvincia di Macerata-Stemma.png Macerata
Amministrazione
SindacoOrnella Formica (lista civica) dall'8-6-2009
Territorio
Coordinate43°09′50.4″N 13°21′25.2″E / 43.164°N 13.357°E43.164; 13.357 (Colmurano)Coordinate: 43°09′50.4″N 13°21′25.2″E / 43.164°N 13.357°E43.164; 13.357 (Colmurano)
Altitudine414 m s.l.m.
Superficie11,2 km²
Abitanti1 242[1] (28-2-2017)
Densità110,89 ab./km²
Comuni confinantiLoro Piceno, Ripe San Ginesio, San Ginesio, Tolentino, Urbisaglia
Altre informazioni
Cod. postale62020
Prefisso0733
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT043014
Cod. catastaleC886
TargaMC
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Cl. climaticazona E, 2 124 GG[2]
Nome abitanticolmuranesi
Patronosan Donato
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Colmurano
Colmurano
Colmurano – Mappa
Posizione del comune di Colmurano nella provincia di Macerata
Sito istituzionale

Colmurano (Curmurà in dialetto maceratese[3]) è un comune italiano di 1 242 abitanti[1] della provincia di Macerata nelle Marche.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Colmurano è il terzo comune più piccolo per superficie (11,17 km²) nella provincia di Macerata. Lo precedono Camporotondo di Fiastrone e Ripe San Ginesio. Il territorio del comune risulta compreso tra i 205 e i 414 m s.l.m. con un'escursione altimetrica complessiva pari a 209 metri.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sorta nel Medioevo, divenne in seguito feudo della famiglia Gualtieri e successivamente passò sotto il dominio di Tolentino, governata dalla famiglia Da Varano, che ne eleggeva i priori e il podestà. Nei primi anni del XIV secolo fu annessa ai territori ecclesiastici; nel Seicento fu duramente colpita dalle numerose carestie che impoverirono l'intera regione e durante il Settecento subì le angherie dell'esercito austriaco di passaggio nei territori della Chiesa; alla fine dello stesso secolo, venne occupata dalle truppe francesi.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il centro storico conserva ancora tratti delle mura difensive trecentesche e quattrocentesche, provviste di bastioni, e il torrione poligonale a difesa della porta ogivale di San Rocco, anteriore al 1200, ancora oggi quasi intatta e un tempo dotata di ponte levatoio e con soprastante torre triangolare.

Risale al Duecento la chiesa dell'Annunziata, parzialmente ricostruita, la cui facciata in cotto è ornata da un portale romanico decorato in pietra, al suo interno un presepio: affresco del maestro Giovanni Andrea De Magistris, risalente al 1560.

La chiesa di San Rocco o della Loggetta, edificata tra il Seicento e il Settecento e posta sotto il portico del palazzo comunale, è una cappella sormontata da una piccola cupola a spicchi. Più volte rimaneggiata, conserva nel suo interno un affresco rinascimentale (1536), oggi è adibita a sala consiliare del comune.

La fonte Allungo, oggi lavatoio pubblico, conserva le sue originali fonti medievali e l'affresco della Madonna con Bambino.

La chiesa parrocchiale di San Donato (patrono del paese) conserva al suo interno reliquiari che racchiudono nel loro fine cesello una piccola Croce e una Sacra Spina.

Società[modifica | modifica wikitesto]

La comunità di Colmurano è molto conosciuta nella provincia di Macerata per le numerose feste popolari che in essa si svolgono durante l'anno, delle quali la più conosciuta è Artistrada,il festival degli artisti di strada, che si svolge nel mese di luglio.

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

In questa città si svolgeva ogni anno una gara del Campionato regionale marchigiano di kart, rappresentando, a detta di molti, uno dei circuiti cittadini più tecnici e avvincenti.

La Colmuranese è la squadra di calcio locale e disputa il campionato di Terza Categoria marchigiano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 28 febbraio 2017.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 221.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN153432354
Marche Portale Marche: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marche