Walk of Fame dello sport italiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Walk of Fame dello sport italiano è un percorso stradale di Roma lastricato con delle targhe dedicate ad ex atleti dello sport italiano che si sono particolarmente distinti a livello internazionale. Si snoda tra il viale delle Olimpiadi e lo stadio Olimpico nel Parco olimpico del Foro Italico della capitale. È stata inaugurata il 7 maggio 2015 con una cerimonia presieduta dal presidente del CONI Giovanni Malagò, durante la quale sono state scoperte 100 targhe ciascuna delle quali reca il nome di un ex atleta scelto dalla Commissione atleti del CONI. Nel corso della cerimonia, Malagò ha annunciato che negli anni successivi la commissione atleti avrebbe aggiunto nella Walk of Fame i nomi di altri ex-atleti italiani di rilevanza internazionale.[1]

Elenco nomi degli atleti inseriti nella Walk of Fame[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito l'elenco completo delle mattonelle presenti nella Walk of fame" aggiornato al dicembre 2017; su ogni mattonella, oltre al nome dello sportivo, sono riportati lo sport in cui si è distinto ed il simbolo del CONI.

Primi 100 nomi inseriti durante l'inaugurazione nel maggio 2015[2][modifica | modifica wikitesto]

  1. Gian Giorgio Trissino dal Vello d’Oro - equitazione
  2. Giovanni Raicevich - lotta
  3. Giorgio Zampori - ginnastica
  4. Paolo Salvi - ginnastica
  5. Tazio Giorgio Nuvolari - automobilismo
  6. Costante Girardengo - ciclismo
  7. Nedo Nadi - scherma
  8. Ottavio Bottecchia - ciclismo
  9. Carlo Galimberti - pesistica
  10. Ugo Frigerio - atletica
  11. Alfredo Binda - ciclismo
  12. Learco Guerra - ciclismo
  13. Romeo Neri - ginnastica
  14. Giulio Gaudini - scherma
  15. Primo Carnera - pugilato
  16. Giuseppe Meazza - calcio
  17. Silvio Piola - calcio
  18. Gino Bartali - ciclismo
  19. Agostino Straulino - vela
  20. Trebisonda "Ondina" Valla - atletica
  21. Adolfo Consolini - atletica
  22. Alberto Ascari - automobilismo
  23. Valentino Mazzola - calcio
  24. Edoardo Mangiarotti - scherma
  25. Fausto Coppi - ciclismo
  26. Zeno Colò - sci Alpino
  27. Fiorenzo Magni - ciclismo
  28. Giuseppe Delfino - scherma
  29. Piero D'Inzeo - equitazione
  30. Cesare Rubini - pallanuoto e pallacanestro
  31. Raimondo D'Inzeo - equitazione
  32. Irene Camber - scherma
  33. Giuseppe Dordoni - atletica
  34. Eugenio Monti - bob
  35. Enzo Maiorca - apnea
  36. Antonio Maspes - ciclismo
  37. Nicola Pietrangeli - tennis
  38. Abdon Pamich - atletica
  39. Lea Pericoli - tennis
  40. Graziano Mancinelli - equitazione
  41. Eraldo Pizzo - pallanuoto
  42. Nino Benvenuti - pugilato
  43. Livio Berruti - atletica
  44. Sante Gaiardoni - ciclismo
  45. Franco Nones - sci di fondo
  46. Marco Bollesan - rugby
  47. Franco Menichelli - ginnastica
  48. Bruno Arcari - pugilato
  49. Dino Zoff - calcio
  50. Giacomo Agostini - motociclismo
  51. Felice Gimondi - ciclismo
  52. Mauro Checcoli - equitazione
  53. Gianni Rivera - calcio
  54. Roberto Marson - sport paralimpici
  55. Gigi Riva - calcio
  56. Luciano Giovannetti - tiro a volo
  57. Renato Molinari - motonautica
  58. Klaus Dibiasi - tuffi
  59. Dino Meneghin - pallacanestro
  60. Adriano Panatta - tennis
  61. Gustavo Thoeni - sci alpino
  62. Oreste Perri - canoa
  63. Pietro Mennea - atletica
  64. Pierluigi Marzorati - pallacanestro
  65. Corrado Barazzutti - tennis
  66. Sara Simeoni - atletica
  67. Piero Gros - sci alpino
  68. Novella Calligaris - nuoto
  69. Daniele Masala - pentathlon
  70. Costantino Rocca - golf
  71. Gabriella Dorio - atletica
  72. Giuseppe Di Capua - canottaggio
  73. Alberto Cova - atletica
  74. Ezio Gamba - judo
  75. Patrizio Oliva - pugilato
  76. Gelindo Bordin - atletica
  77. Giuseppe Abbagnale - canottaggio
  78. Paola Fantato - sport paralimpici
  79. Andrea Benelli - tiro a volo
  80. Mauro Numa - scherma
  81. Carmine Abbagnale - canottaggio
  82. Manuela Di Centa - sci di fondo
  83. Francesco Attolico - pallanuoto
  84. Alessandro Campagna - pallanuoto
  85. Luca Pancalli - sport paralimpici
  86. Josefa Idem - canoa
  87. Agostino Abbagnale - canottaggio
  88. Alberto Tomba - sci alpino
  89. Roberto Baggio - calcio
  90. Lorenzo Bernardi - pallavolo
  91. Antonio Rossi - canoa
  92. Stefania Belmondo - sci di fondo
  93. Giorgio Lamberti - nuoto
  94. Jury Chechi - ginnastica
  95. Alessandra Sensini - vela
  96. Andrea Giani - pallavolo
  97. Giovanna Trillini - scherma
  98. Deborah Compagnoni - sci alpino
  99. Stefano Baldini - atletica
  100. Domenico Fioravanti - nuoto

Nomi inseriti nel dicembre 2015[3][modifica | modifica wikitesto]

  1. Maurizio Damilano - atletica
  2. Gianni De Magistris - pallanuoto
  3. Duilio Loi - pugilato
  4. Francesco Moser - ciclismo
  5. Enrico Fabris - pattinaggio su ghiaccio
  6. Armin Zoeggeler - slittino
  7. Dorando Pietri - atletica

Nomi inseriti nel 2016[4][modifica | modifica wikitesto]

  1. Alberto Braglia - ginnastica
  2. Sandro Mazzinghi - pugilato
  3. Paola Pigni - atletica
  4. Mario Fiorillo - pallanuoto
  5. Valentina Vezzali - scherma

Nomi inseriti nel 2017[5][6][modifica | modifica wikitesto]

  1. Luigi Beccali - atletica
  2. Ercole Baldini - ciclismo
  3. Paolo Maldini - calcio
  4. Samuele Papi - pallavolo
  5. Massimiliano Rosolino - nuoto

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Inaugurata la Walk of Fame: 100 targhe per celebrare le leggende dello sport italiano, su coni.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  2. ^ 100 leggende Coni (PDF), su coni.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  3. ^ Consegnati i Collari d'Oro ai campioni del 2015 e della storia. Il Premier Renzi: con voi vince l'Italia, su coni.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  4. ^ Braglia, Mazzinghi, Pigni, Fiorillo e Vezzali nella Walk of Fame. Malagò: orgogliosi di questi campioni, su coni.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  5. ^ Comunicato del Consiglio Nazionale, su coni.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  6. ^ Il 19 dicembre 2017 è stato annunciata la decisone ufficiale di inserire nuove targhe per questi 5 atleti nella Walk of Fame

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]