Heyl Ha'Avir

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
חיל האוויר הישראלי
Heyl Ha'Avir
Israeli Air Force
Aeronautica Militare Israeliana
Israeli Air Force - Coat of arms.svg
Emblema della forza armata
Descrizione generale
Attiva1948 - oggi
NazioneIsraele Israele
Servizioforza armata
Tipoaeronautica militare
Dimensione34 000 effettivi, 55 000 riservisti, 736 aeromobili di cui 320 caccia (2017)[1]
Guarnigione/QGGerusalemme
Battaglie/guerre
Parte di
Forze di Difesa Israeliane
Comandanti
maggior generaleAmikam Norkin[2]
Simboli
CoccardaRoundel of Israel.svg
BandieraAir Force Ensign of Israel.svg
Coccarda bassa visibilitàRoundel of Israel – Low Visibility – Type 1.svg
Voci su forze aeree presenti su Wikipedia
La struttura di comando della Hey'l Ha'avir
C-130 Israeliano
IAI Lavi B-2 (prototipo)

La Heyl Ha'Avir (in ebraico: חיל האוויר, spesso abbreviata in IAF da Israeli Air Force) è l'aeronautica militare dello Stato di Israele e parte integrante delle Forze di Difesa Israeliane.

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Molto efficiente, secondo i dati del 2008 l'aviazione israeliana può contare su oltre 300 aerei da combattimento, più di 40 aerei da trasporto e oltre 300 elicotteri (tra cui quelli d'assalto, Apache). La difesa antiaerea comprende un centinaio di batterie missilistiche (a lunga e media gittata). Con un inventario complessivo di circa 1.180 mezzi aerei, è l'aviazione più potente nel Vicino Oriente.

Il suo attuale comandante in capo è il maggior generale Amir Eshel.

Comandanti della IAF[modifica | modifica wikitesto]

IDF Air Force.png
Ingrandisci
Aeronautica militare israeliana

Aeromobili in uso[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Equipaggiamento militare di Israele § Dotazione delle forze di aria.

Sezione aggiornata annualmente in base al World Air Force di Flightglobal del corrente anno. Tale dossier non contempla UAV, aerei da trasporto VIP ed eventuali incidenti accorsi durante l'anno della sua pubblicazione. Modifiche giornaliere o mensili che potrebbero portare a discordanze nel tipo di modelli in servizio e nel loro numero rispetto a WAF, vengono apportate in base a siti specializzati, periodici mensili e bimestrali. Tali modifiche vengono apportate onde rendere quanto più aggiornata la tabella.

Aeromobile Origine Tipo Versione
(denominazione locale)
In servizio
(2022)[3][4]
Note Immagine
Aerei da combattimento
McDonnell Douglas F-15 Eagle Stati Uniti Stati Uniti Caccia intercettore
conversione operativa
F-15A/C "Baz"
F-15B/D "Baz"
41[3][4]
18[3][4]
2 F-15A e 2 biposto F-15B consegnati nel 1976, che vennero usati per test, addestramento e valutazione in attesa del completamento dell'intero ordine.[5] Altri 19 F-15A e 2 biposto F-15B furono consegnati nel 1978.[5] 18 F-15C e 8 biposto F-15D furono consegnati nel periodo 1982-1983.[5] 12 F-15A e 1 biposto F-15B ex Louisiana Air National Guard furono donati dagli Stati Uniti come ringraziamento per il non intervento di Israele nell'operazione Desert Storm, dopo il lancio di missili Scud da parte di Saddam Hussein.[5] In totale sono stati consegnati 51 tra F-15A e F-15C, e 18 tra F-15B e F-15D.[3] Una cinquantina di aerei delle varie versioni è stata sottoposta ad un upgrade denominato "Baz 2000" che comprende strumentazione digitale, radar AESA, serbatoi conformi e nuovi armamenti che li rende simili agli F-15I "Ra'am".[5][3]
IAF-F-15C-Baz--Independence-Day-2017-Tel-Nof-IZE-082.jpg
McDonnell Douglas F-15E Strike Eagle Stati Uniti Stati Uniti cacciabombardiere F-15I "Ra'am" 25[4][6] 25 F-15I consegnati.[3][7] Gli aerei in organico saranno sottoposti ad upgrade, mentre si valuta l'acquisizione di ulteriori 25 esemplari.[7]
IAF F-15I.jpg
General Dynamics F-16 Fighting Falcon Stati Uniti Stati Uniti Caccia multiruolo
conversione operativa
cacciabombardiere multiruolo
F-16C "Barak"
F-16D "Barak"
F-16I "Sufa"
78[3][4]
49[3][4]
98[3][4][8][9][10]
81 F-16C e 54 F-16D consegnati.[3] Dei 101 F-16I consegnati, un esemplare è andato perso nel sud durante una missione di addestramento il 10 novembre 2010.[11][3] Un F-16I Sufa è precipitato il 7 ottobre 2016 mentre rientrava da una missione di addestramento.[9] Un F-16I è stato colpito sulla Siria il 10 febbraio 2018, precipitando in Israele.[8][10][12][13]
Israeli Air Force F-16I 469 Tayeset 119 (IDFAF) "Bat (Ha' Atalef)" (28649997154).jpg
Lockheed Martin F-35 Lightning II Stati Uniti Stati Uniti cacciabombardiere F-35I "Adir" 33[14][15][3][16][4][17][18][19][20][21][22][23][24][25] 33 ordinati in due lotti, uno da 19 aerei nel 2010, uno da 14 aerei nel 2014.[26][3] Un'opzione di 17 aerei del 2014 è stata trasformata in ordine a novembre 2016, portando a 50 il numero di esemplari ordinati.[24][3]
IAF-F-35I-2016-12-13.jpg
Aerei per impieghi speciali
Gulfstream 550 Nachshon Israele Israele AEW
SIGINT
SIGINT
AEW
G550 "Eitam"
G500 "Shavit"
G550 "Oron"
2[3][4][27]
3[3][4][27]
1[3][27][28]
2 G550 CAEW Eitam e 2 G550 Shavit SIGINT consegnati.[3] Un ulteriore G550 Oron che combina sia capacità AWACS, sia quelle SIGINT, consegnato il 4 aprile 2021.[27][28][3]
537 Gulfstream G.550 CAEW Israel Airforce (7337159024).jpg
RC-12D/K Cuckia Stati Uniti Stati Uniti Aereo da ricognizione RC-12D/K "Cuckia" 18[4] 18 tra RC-12D/K consegnati.[3]
IAF King Air.jpg
Aerei per rifornimento in volo
Boeing KC-707 Stati Uniti Stati Uniti rifornimento in volo KC-707A "Re'em" 7[3][4][29] 8 consegnati a partire 1973.[3][29]
KC-707 Reem 120 Sqdn IDFAF (2998657863).jpg
Lockheed KC-130 Hercules Stati Uniti Stati Uniti rifornimento in volo KC-130H "Qarnaf" 4[3][4][29] 4 KC-130H consegnati a partire 1973.[29][3]
Israeli Air Force Lockheed KC-130H Hercules (L-382) (Karnaf) McKnight.jpg
Boeing KC-46 Pegasus Stati Uniti Stati Uniti rifornimento in volo KC-46A 0 2 KC-46A ordinati a fine dicembre 2021.[30][3]
Aerei da trasporto
Boeing 767 Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto VIP B767-338(ER) 1[3][4] 1 esemplare acquisito nel settembre 2017 e denominato "כנף ציון / Wing of Zion".[31][3]
4X-ISR Micha b.jpg
Lockheed C-130 Hercules Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto C-130E/H "Qarnaf" 6[3][4] 22 tra C-130E e C-130H consegnati.[3]
Lockheed C-130H Hercules (L-382) (Karnaf), Israel - Air Force AN1298771.jpg
Lockheed Martin C-130J Super Hercules Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto C-130J-30 "Shimshon" 9[3][32][4][33][34] 9 C-130J-30 ordinati nel 2008 e consegnati tra il 2014 ed il dicembre 2018.[32][34][3]
Hatzerim 240615 Samson 03.jpg
Aerei da addestramento
Alenia Aermacchi M-346 Master Italia Italia aereo da addestramento M-346A "Lavi" 30[3][4][35][36] 30 ordinati.[35][3] I primi esemplari sono stati forniti nel 2014, il resto della fornitura tra il 2014 e gli inizi di giugno 2016.[35][36]
RamatDavid 020517 Lavi 01.jpg
Grob G 120 Germania Germania aereo da addestramento basico G 120A-1 "Snunit" 16[3][4][37][38] 17 G-120A-1 consegnati dal 2002, uno perso il 24 novembre 2020.[37][38][3]
4X-DGM meir feder.jpg
Raytheon T-6 Texan II Stati Uniti Stati Uniti aereo da addestramento intermedio T-6A "Efroni" 20[3][4] 20 T-6A consegnati a partire dal 14 luglio 2009.[3]
Hatzerim 270613 Texan II.jpg
Beech 200 Tzufit Stati Uniti Stati Uniti aereo da addestramento B200 "Tzufit" 2[3][4] 2 B200 consegnati.[3]
IAF King Air.jpg
Elicotteri
Boeing AH-64 Apache Stati Uniti Stati Uniti Elicottero d'attacco AH-64A "Peten"
AH-64D "Saraph"
23[3][4][39][40]
20[3][4][39]
48 tra AH-64A ed AH-64D consegnati.[3] Ad agosto 2017 risultano in servizio 20 AH-64D.[39][3] 23 AH-64A+ in servizio all'ottobre 2017.[40][3]
IAF-AH-64Ai-Peten--Independence-Day-2017-Tel-Nof-IZE-154.jpg
Aérospatiale AS565 Panther Francia Francia SAR AS 565MA "Atalef" ("Pipistrello") 4[3][41][4] Uno dei 5 AS 565MA consegnati.[3] Un esemplare è stato perso il 3 gennaio 2022.[41][3]
Israeli AS565.jpg
Bell OH-58D Kiowa Warrior Stati Uniti Stati Uniti elicottero da osservazione OH-58D Kiowa Warrior 18[3][4] 18 OH-58D consegnati.[3]
IAF Bell-206.jpg
Sikorsky S-70 Black Hawk Stati Uniti Stati Uniti elicottero da trasporto
ASW
S-70A "Yanshuf"
UH-60A "Yanshuf"
SH-60F "Yanshuf"
48[3][4]
0
48 S-70A consegnati.[3] 8 SH-60F ex US Navy ordinati nel 2015, la cui consegna è stata ritardata al 2022, a causa del ritardo dovuto all'aumento dei costi per la costruzione delle corvette Sa'ar 6 della Heil HaYam HaYisraeli, la Marina militare israeliana.[42][3]
UH-60 IAF.jpg
Sikorsky CH-53 Sea Stallion Stati Uniti Stati Uniti elicottero da trasporto pesante CH-53D "Yas'ur 2000" 19[3][4][43] 40 CH-53D consegnati.[3] Uno dei 20 esemplari in servizio al novembre 2019, è stato perso il 27 dello stesso mese.[43] 5 CH-53 non volanti acquistati dagli Stati Uniti, saranno utilizzati come fonti per pezzi di ricambio per l'elicottero da trasporto Yasur.[44]
IAF-CH-53-Yasur-2025--Independence-Day-2017-Tel-Nof-IZE-151.jpg
Sikorsky CH-53K King Stallion Stati Uniti Stati Uniti elicottero da trasporto pesante CH-53K 0 12 CH-53K selezionati il 28 novembre 2021 ed ordinati nel dicembre successivo, dopo che a luglio dello stesso anno, il Dipartimento della Difesa USA, aveva approvato la possibile vendita di 18 elicotteri per 3,4 miliardi di dollari.[30][45][46][3][47] Le consegne dovrebbero avvenire tra il 2023 e il 2025.[45][46] Al momento dell'ordine, il Governo israeliano ha garantito la copertura finanziaria necessaria all’acquisto di 12 elicotteri, pari a circa 2,4 miliardi di dollari, mentre è probabile che l’acquisizione dei restanti 6 esemplari venga formalizzata con un nuovo contratto verso la fine del 2022.[45][46][3][48] Il 15 febbraio è stato finanziato l'acquisto dei primi 4 dei 12 CH-53K selezionati.[48]
Bell OH-58 Saifan Stati Uniti Stati Uniti elicottero da addestramento OH-58B 4[3][4]
Bell206 IAF.jpg
AgustaWestland AW119 Koala Italia Italia elicottero da addestramento AW-199Kx 0 7 AW-119Kx ordinati a febbraio 2019 che saranno utilizzati per compiti addestrativi.[4][49][50][51][52][53][3] Ulteriori 5 esemplari sono stati ordinati il 22 settembre 2020, portando a 12 il numero degli esemplari ordinati.[51][52][53][3]

Aeromobili ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Utility[modifica | modifica wikitesto]

Trasporto/ricognizione[modifica | modifica wikitesto]

Addestramento[modifica | modifica wikitesto]

Elicotteri[modifica | modifica wikitesto]

Altri[modifica | modifica wikitesto]

Prede belliche[modifica | modifica wikitesto]

Sistemi missilistici[modifica | modifica wikitesto]

Sistemi spaziali[modifica | modifica wikitesto]

  • Amos (1, 2) - Satellite per le comunicazioni
  • EROS (A, B) - Satellite per le osservazioni terrestri
  • Ofeq (1, 2, 3, 4, 5, 6) - Serie di satelliti per le ricognizioni
  • Shavit - Veicolo di lancio spaziale

Basi aeree[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Top 12 most interesting Air Forces around the world Archiviato il 20 marzo 2017 in Internet Archive., su defenceaviation.com, 21 febbraio 2017, URL consultato il 19 marzo 2017.
  2. ^ Israel said to be keen on getting more F-15s instead of F-35s, su alert5.com, 30 gennaio 2018, URL consultato il 30 gennaio 2018.
  3. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj ak al am an ao ap aq ar as at au av aw ax ay az ba bb bc bd be bf bg "Le forze aeree del mondo. Israele" - "Aeronautica & Difesa" N. 425 - 3/2022 pag. 68
  4. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab (EN) World Air Force 2022 (PDF), su Flightglobal.com, p. 21. URL consultato il 13 gennaio 2022.
  5. ^ a b c d e "The Amazing Saga Of How Israel Turned Its F-15s Into Multi-Role Bombers", su foxtrotalpha.jalopnik.com, 5 agosto 2015, URL consultato il 15 giugno 2018.
  6. ^ "UPGRADE E ACQUISTO DI NUOVI F-15I PER ISRAELE", su portaledifesa.it, 23 maggio 2018, URL consultato il 24 maggio 2018.
  7. ^ a b "Upgrade e acquisto di nuovi F-15I per Israele" - "Rivista italiana difesa" N. 7 - 07/2018 pag. 14
  8. ^ a b "ISRAELE VERSO UN INTERVENTO DIRETTO NELLA GUERRA IN SIRIA?", su analisidifesa it, 12 febbraio 2018, URL consultato il 14 febbraio 2018.
  9. ^ a b "Sufa pilot killed in crash", su m.iaf.org.il, 7 ottobre 2016, URL consultato l'8 ottobre 2016.
  10. ^ a b F-16 DOWN IN ISRAEL, su corporalfrisk.com, 10 febbraio 2018. URL consultato l'11 febbraio 2018.
  11. ^ "Disaster: F-16I Crashes in South", su ynetnews.com, il 11 novembre 2010, URL consultato il 14 ottobre 2016.
  12. ^ (EN) Air Force strikes Iranian targets in Syria
  13. ^ IAF Attacks Iranian Targets in Syria
  14. ^ "ISRAEL RECEIVED THREE NEW F-35 STEALTH FIGHTER JETS (PHOTOS)", su southfront.org, 24 marzo 2022, URL consultato il 31 marzo 2022.
  15. ^ "ISRAEL REFUERZA SU DEFENSA AÉREA CON MÁS AVIONES DE COMBATE F-35", su defensa.com, 31 marzo 2022, URL consultato il 31 marzo 2022.
  16. ^ "ALTRI TRE F-35I ADIR PER ISRAELE", su aresdifesa.it, 27 settembre 2021, URL consultato il 29 settembre 2021.
  17. ^ "ISRAELI AIR FORCE SQUADRON UPDATES", su scramble.nl, 3 luglio 2021, URL consultato il 3 luglio 2021.
  18. ^ "ISRAELI ADIRS", su scramble.nl, 3 maggio 2021, URL consultato il 3 maggio 2021.
  19. ^ "ALTRI TRE F-35I “ADIR” RAGGIUNGONO ISRAELE", su aresdifesa.it, 27 aprile 2021, URL consultato il 27 aprile 2021.
  20. ^ "ISRAELE ATTIVA SECONDO SQUADRONE DI F-35I", su portaledifesa.it, 29 gennaio 2020, URL consultato il 5 febbraio 2020.
  21. ^ "ISRAEL AIR FORCE RECEIVES TWO ADDITIONAL F-35 ADIR FIGHTER JETS" Archiviato il 16 luglio 2019 in Internet Archive., su defence-blog.com, 15 luglio 2019, URL consultato il 16 luglio 2019.
  22. ^ "Altri tre F-35 per l'aeronautica israeliana" - "Aeronautica & Difesa" N. 383 - 09/2018 pag. 21
  23. ^ "Israele, Cconsegnati i prime due F-35: la quinta generazione, con i pregi e i difetti, vola nel Medio Oriente", su difesaonline.it, 12 dicembre 2016, URL consultato il 12 dicembre 2016.
  24. ^ a b "Have Israel’s new F-35s seen combat?", su airforcesmonthly.com, 7 marzo 2017, URL consultato il 8 marzo 2017.
  25. ^ "F-35I Adir: il battesimo del fuoco" - "Aeronautica & Difesa" N. 382 - 08/2018 pp. 42-45
  26. ^ "Ha volato il primo Adir destinato a Israele" - "Aeronautica & Difesa" N. 359 - 09/2016 pag. 26
  27. ^ a b c d "ISRAEL WELCOMES G550 ORON FOR MULTI-SURVEILLANCE CONVERSION", su flightglobal.com, 6 aprile 2021, URL consultato il 7 aprile 2021.
  28. ^ a b "NACHSHON ORON INTRODUCED IN ISRAELI AIR FORCE", su scramble.nl, 5 aprile 2021, URL consultato il 5 aprile 2021.
  29. ^ a b c d "ISRAEL CLEARED TO BUY PEGASUS TANKER AIRCRAFT", su janes.com, 4 marzo 2020, URL consultato il 5 marzo 2020.
  30. ^ a b "ISRAEL SIGNS $3B DEAL FOR CH-53K HELICOPTERS, KC-46 TANKERS", su defenceworld.net, 1 gennaio 2021, URL consultato il 1 gennaio 2021.
  31. ^ (EN) 4X-ISR ISRAEL AIR FORCE BOEING 767-338(ER), su planespotters.net. URL consultato il 18 giugno 2021.
  32. ^ a b "ISRAELI RECIBE SU ÚLTIMO SUPER HERCULES VÍA TORREJÓN", su defensa.com, 27 dicembre 2018, URL consultato il 27 dicembre 2018.
  33. ^ "ISRAEL TAKES DELIVERY OF FOURTH C-130J", su flightglobal.com, 18 ottobre 2016, URL consultato il 31 luglio 2017.
  34. ^ a b "LOCKHEED STARTS SYSTEMS RETROFIT ON ISRAELI C-130J", su flightglobal.com, 18 gennaio 2016, URL consultato il 5 novembre 2016.
  35. ^ a b c "Un M-346 Lavi della HHA è in Italia per un programma di aggiornamento" - "Aeronautica & Difesa" N. 403 - 05/2020 pag. 21
  36. ^ a b "LEONARDO-FINMECCANICA: GENERALE ISRAELIANO A VENEGONO PER LA CONSEGNA DELL’ULTIMO DEI 30 M-346, su difesaonline.it, 10 giugno 2016, URL consultato il 10 giugno 2016.
  37. ^ a b "CRASH MORTEL D’UN AVION D’ENTRAÎNEMENT G.120 SNUNIT EN ISRAËL", su avionslegendaires.net, 24 novembre 2020, URL consultato il 24 novembre 2020.
  38. ^ a b "FLEET CUSTOMERS", su grob-aircraft.com, URL consultato il 24 novembre 2020.
  39. ^ a b c "ISRAELI GROUNDS APACHES AFTER FATAL CRASH" Archiviato l'8 agosto 2017 in Internet Archive., su janes.com, 8 2017, URL consultato il 8 agosto 2017.
  40. ^ a b "ISRAEL LIFTS APACHE GROUNDING" Archiviato il 25 ottobre 2017 in Internet Archive., su janes.com, 25 ottobre 2017, URL consultato il 25 ottobre 2017.
  41. ^ a b "CRASH ISRAELI DEFENCE FORCE ATALEF", su scramble.nl, 4 gennaio 2022, URL consultato il 4 gennaio 2022.
  42. ^ "SH-60F SEAHAWKS FOR ISRAEL", su scramble.nl, 11 dicembre 2021, URL consultato il 11 dicembre 2021.
  43. ^ a b "IDF GROUNDS FLEET OF AGEING YAS’UR HELICOPTERS AFTER ONE CATCHES FIRE", su jpost.com, 27 novembre 2019, URL consultato il 29 novembre 2019.
  44. ^ "ISRAEL RECEIVES EX US MARINE CORPS HELICOPTERS" Archiviato il 19 gennaio 2020 in Internet Archive., su defence-blog.com, 23 dicembre 2019, URL consultato il 19 febbraio 2020.
  45. ^ a b c "ISRAEL OKs CH-53K HELICOPTER BUY FROM LOCKHEED MARTIN", su breakingdefense.com, 2 dicembre 2021, URL consultato il 8 dicembre 2021.
  46. ^ a b c "ISRAELE APPROVA L’ACQUISTO DI ELICOTTERI CH-53K", su rid.it, 7 dicembre 2021, URL consultato il 8 dicembre 2021.
  47. ^ "Israele sceglie il CH-53K King Stallion" - "Aeronautica & Difesa" N. 424 - 2/2022 pag. 74
  48. ^ a b "CONTRACT AWARDED FOR FIRST IAF KING STALLIONS", su scramble.nl, 17 febbraio 2022, URL consultato il 17 febbraio 2022.
  49. ^ "ISRAELE ACQUISTA 7 AW-119Kx", su portaledifesa.it, 15 febbraio 2019, URL consultato il 15 febbraio 2019.
  50. ^ "Sette elicotteri AW119 per Israele" - "Aeronautica & Difesa" N. 390 - 04/2019 pag. 22
  51. ^ a b "" "NUOVO ACCORDO DI COOPERAZIONE MILITARE TRA ISRAELE ED ITALIA", su aresdifesa.it, 23 settembre 2020, URL consultato il 24 settembre 2020.
  52. ^ a b "ELICOTTERI LEONARDO AW119 E MISSILI SPIKE NEL NUOVO ACCORDO TRA ITALIA E ISRAELE", su analisidifesa.it, 24 settembre 2020, URL consultato il 24 settembre 2020.
  53. ^ a b "Altri cinque AW119Kx per Israele" - "Aeronautica & Difesa" N. 409 - 11/2020 pag. 14
  54. ^ "THE END OF THE COBRA ERA", su israeldefense.co.il, 29 agosto 2014, URL consultato il 5 novembre 2016.
  55. ^ a b "A-4 SKYHAWK PRODUCTION HISTORY", su skyhawk.org, 11 settembre 2016, URL consultato il 10 agosto 2022.
  56. ^ "Israele dice addio allo Skyhawk" - "Aeronautica & Difesa" N. 352 - 02/2016 pag. 66
  57. ^ "AFTER 36 YEARS, IAF RETIRES LAST F-16 NETZ FIGHTER JETS", su jpost.com, 28 dicembre 2016, URL consultato il 28 dicembre 2016
  58. ^ "ISRAELI F-16S ON THE MOVE TO TOP ACES CORP", su scramble.nl, 27 gennaio 2021, URL consultato il 12 marzo 2021.
  59. ^ "LOS E-2C HAWKEYE DE LA AVIACIÓN NAVAL", su mexaeroespacial.blogspot.com, 4 maggio 2014, URL consultato il 1 giugno 2019.
  60. ^ "AMERICAN EUROCOPTER MH-65 DOLPHIN", su avionslegendaires.net, 9 febbraio 2022, URL consultato il 10 febbraio 2022.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN134803258 · ISNI (EN0000 0001 2162 2800 · LCCN (ENn83008989 · GND (DE1005991-X · BNF (FRcb11976593z (data) · J9U (ENHE987007299155705171 · WorldCat Identities (ENlccn-n83008989