Aérospatiale SA 321 Super Frelon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aérospatiale SA 321 Super Frelon
Un Super Frelon della marina francese sul ponte di volo della portaerei Clemenceau.
Un Super Frelon della marina francese sul ponte di volo della portaerei Clemenceau.
Descrizione
Tipo Elicottero pesante da trasporto
Equipaggio 5
Costruttore Francia Aérospatiale oggi Eurocopter
Data primo volo 7 dicembre 1962
Esemplari 97
Dimensioni e pesi
Tavole prospettiche
Lunghezza 19,40 m
Altezza 4,90 m
Diametro rotore 18,90 m
Peso a vuoto 6 863 kg
Peso max al decollo 13 000 kg
Capacità 27 Passeggeri o 4 barelle
Propulsione
Motore 3 turbine Turboméca Turmo IIIC
Potenza 1550 shp
Prestazioni
Velocità max 275 km/h
Autonomia 920 km
Tangenza 3 150 m
Siluri 4 siluri guidati
Note dati relativi alla versione SA 321G navale

Niccoli, Aerei[1]

voci di elicotteri presenti su Wikipedia
Super Frelon del 32º stormo in atterraggio sulla Ouragan.
Super Frelon della South African Air Force

L'Aérospatiale SA 321 Super Frelon (in francese il nome indica un grosso tipo di calabrone) è un elicottero trimotore francese pesante prodotto dalla Aérospatiale. L'elicottero è ancora utilizzato in Cina dove viene prodotta una versione locale denominata Z-8.[2]

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Del Super Frelon sono state prodotte sia varianti civili che militari e queste ultime sono risultate le più numerose, grazie alle acquisizioni da parte delle forze armate francesi e all'esportazione in Israele, Sudafrica, Libia, Cina e Iraq.

L'elicottero nella sua variante militare è stato realizzato in configurazioni da trasporto, antisom e antinave. La versione da trasporto era in grado di imbarcare 38 soldati con l'equipaggiamento o in alternativa 15 barelle per l'uso come eliambulanza.

Le versioni antisommergibile e antinave erano solitamente equipaggiate con un radar di navigazione e di ricerca (ORB-42) e un verricello con 50 metri di cavo per il soccorso in mare. Spesso venivano adattati per il rifornimento in volo ed equipaggiati con un cannone da 20 mm, contromisure elettroniche, sistemi di visione notturna, designatori laser e il sistema Personal Locator System.[2]

Utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

militari[modifica | modifica sorgente]

Argentina Argentina
  • 8 elicotteri ricevuti dopo un aggiornamento da Israele[2]
Cina Cina
Francia Francia
Iraq Iraq
Israele Israele
  • Heyl Ha'Avir- 12 elicotteri. 8 in seguito modificati e ceduti all'Argentina
Libia Libia
  • 9 elicotteri
Sudafrica Sudafrica
Zaire Zaire

civili[modifica | modifica sorgente]

Grecia Grecia
Norvegia Norvegia
  • BAT

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Riccardo Niccoli, Aerei. Conoscere e riconoscere tutti gli aerei ed elicotteri più importanti, civili e militari, storici ed attuali, 2a ed., Novara, Istituto Geografico De Agostini [1998], 2005, p.15. ISBN 978-8-84-182359-0.
  2. ^ a b c (EN) Maksim Starostin, Aerospatiale SA-321 "Super Frelon" 1962 in All the world's helicopters and rotorcrafts, www.aviastar.org. URL consultato il 7 ottobre 2008.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]