Godfrey Chitalu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Godfrey Chitalu
Nazionalità Zambia Zambia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 1982 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1966-1967Roan Utd? (?)
1967-1970Kitwe United103 (81)
1970-1982Kabwe Warriors65 (107+)
Nazionale
1968-1980 Zambia Zambia 100 (74)
1980 Zambia Zambia olimpica  ? (?)
Carriera da allenatore
1984-1986Kabwe Warriors
1991-1993Kabwe Warriors
1993Zambia Zambia
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Godfrey Chitalu (Luanshya, 22 ottobre 1947Libreville, 27 aprile 1993) è stato un allenatore di calcio e calciatore zambiano, di ruolo attaccante.

Fu eletto per cinque volte calciatore zambiano dell'anno.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Disastro aereo dello Zambia.

Il 27 aprile del 1993, la Nazionale dello Zambia ha in programma un incontro valido per il raggruppamento B del secondo turno della fase a gironi, sempre nell'ambito delle qualificazioni ai mondiali del 1994, in Senegal. La partita si sarebbe dovuta giocare il 2 maggio. L'aereo che trasportava la Nazionale zambiana, dopo aver raggiunto Libreville (Gabon), cade in mare: le 30 persone a bordo dell'aereo periscono nell'incidente.

Era soprannominato UCAR dopo esser stato paragonato alle omonime batterie dal commentatore Dennis Liwewe.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Inizia a giocare nel Roan United per poi trasferirsi al Kitwe United nel 1967. Nel 1968 mette a segno 81 marcature, prima di passare ai rivali del Kabwe Warriors nel 1970. Con il Kabwe, nel 1972, realizza il record non ufficiale di reti in un solo anno solare, 107.[3][4][5] Con il Kabwe vince tre campionati, una coppa nazionale e due Challenge Cup.

La lapide di Chitalu a Lusaka

In Nazionale gioca spesso, riuscendo a partecipare alla fase finale della Coppa delle Nazioni Africane 1978 svoltasi in Ghana.[6]

Dopo aver forzatamente saltato i Giochi Olimpici di Montréal 1976 (lo Zambia era stato inserito in un girone di "ferro" con Germania Est, Brasile e Spagna ma si era ritirato alla vigilia dei Giochi causa il boicottaggio promosso da quasi tutti i Paesi africani per la presenza della Nuova Zelanda che intratteneva rapporti sportivi con il Sudafrica razzista) nel 1980 Chitalu partecipa ai Giochi olimpici di Mosca: calciatore più anziano della selezione, in tre gare - tutte perse dallo Zambia - riesce a segnare un paio di gol: uno contro l'Unione Sovietica nella partita persa 3-1 e uno contro il Venezuela (1:2).[7]

Nel 2006 una selezione della CAF l'ha inserito tra i migliori 200 calciatori africani degli ultimi 50 anni.[8]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera da allenatore inizia nel 1984 alla guida del Kabwe Warriors. Con questa squadra vince un titolo zambiano, due coppe nazionali e due Challenge Cup fino al 1991, anno in cui lascia l'incarico.

Nel 1993 comincia ad allenare la Nazionale dello Zambia in vista delle qualificazioni al campionato mondiale di calcio 1994; la Nazionale supera il Gruppo H delle qualificazioni, giocatosi tra il 1992 e il 1993.

Il record di reti[modifica | modifica wikitesto]

La Zambian Football Association (ZFA) ha avuto una lunga diatriba con la FIFA riguardo al presunto record di reti in un singolo anno solare da parte di Chitalu: realizzò 106 reti nell'anno solare 1972 (e 107 in 65 partite nella stagione 1972-1973),[9][10][11] primato mai riconosciuto dalla FIFA,[12][13] che ha sempre considerato valido quello di Gerd Müller con 85 reti. Questo record ufficiale è stato battuto da Lionel Messi, che ha messo a segno 91 reti nel corso del 2012. La FIFA ha successivamente incaricato un team indipendente per indagare ulteriormente la questione e presentare una contestazione ufficiale.[13] Poco tempo dopo, attraverso Twitter, la Confederazione mondiale ha definitivamente affermato l'impossibilità di riconoscere qualsiasi primato in assenza di verificabilità.[14]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Kabwe Warriors: 1970, 1971, 1972
Kabwe Warriors: 1972
Kabwe Warriors: 1970, 1972

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Kabwe Warriors: 1987
Kabwe Warriors: 1984, 1987
Kabwe Warriors: 1989, 1991

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Ma che Messi, il record è di Zico" E dallo Zambia spunta Chitalu, in La Gazzetta dello Sport, 13 dicembre 2012. URL consultato il 14 dicembre 2012.
  2. ^ (EN) Zimba, Jack, Lest we forget them, The Post (Zambia), 31 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 18 dicembre 2012).
  3. ^ (EN) Ucar Chitalu's record revealed & to be presented to FAZ by Jerry Muchimba zambianfootball.co.zm[collegamento interrotto].
  4. ^ /(EN) Zambia FA seeks Fifa recognition for 107-goal Chitalu bbc.co.uk.
  5. ^ Dallo Zambia protestano: "Il record non è di Messi, ma di Chitalu", in la Repubblica, 13 dicembre 2012. URL consultato il 14 dicembre 2012.
  6. ^ Sayela Walubita, Moses, Zambia Sporting Score: A Period of Hits and Misses, iUniverse, 2011, p. 5, ISBN 1-4502-7911-2.
  7. ^ (EN) Godfrey Chitalu: Biography & Statistics, Sports-reference.com. URL consultato l'11 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 13 dicembre 2012).
  8. ^ (EN) Οι 200 κορυφαίοι Αφρικανοί [The top 200 Africans], Sport24.gr, 25 ottobre 2006.
  9. ^ (EN) http://www.bbc.co.uk/sport/0/football/20711038.
  10. ^ (EN) Copia archiviata (JPG), su zambianfootball.co.zm. URL consultato il 14 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 14 dicembre 2012)..
  11. ^ (EN) Ucar Chitalu's challenge to Messi goes international Archiviato il 16 dicembre 2012 in Internet Archive. Zambianwatchdog.com.
  12. ^ (EN) http://www.guardian.co.uk/football/2012/dec/12/lionel-messi-godfrey-chitalu-zambia.
  13. ^ a b (EN) Lionel Messi's goalscoring record to be challenged by Zambia FA who claim Godfrey Chitalu scored more, in The Daily Telegraph, 12 dicembre 2012. URL consultato il 14 dicembre 2012.
  14. ^ Twitter / fifamedia: Thanks for the questions about ...

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN26676702 · ISNI (EN0000 0000 4593 3921 · LCCN (ENno98020269