Bulawayo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bulawayo
città-provincia
Bulawayo – Stemma Bulawayo – Bandiera
Bulawayo – Veduta
Localizzazione
StatoZimbabwe Zimbabwe
Territorio
Coordinate20°10′12″S 28°34′48″E / 20.17°S 28.58°E-20.17; 28.58 (Bulawayo)
Altitudine1 358 m s.l.m.
Superficie1 706,8 km²
Acque interne129,3 km² (7,58%)
Abitanti1 200 337 (2016)
Densità703,27 ab./km²
Altre informazioni
Prefisso9
Fuso orarioUTC+2
ISO 3166-2ZW-BU
Cartografia
Bulawayo – Localizzazione
Sito istituzionale

Bulawayo è una città dello Zimbabwe, la seconda più popolosa del paese dopo la capitale Harare. Nell'ordinamento amministrativo attuale, la città ha lo status di provincia indipendente; in passato è stata capitale della provincia del Matabeleland Settentrionale.

Il nome "Bulawayo" deriva dalla parola in lingua sindebele kwabulawayo che significa "luogo dei perseguitati" o "luogo della strage".

La famiglia Wittstock ha vissuta nella cittadina prima di trasferirsi in Sudafrica prima ed in Europa poi.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

La città è situata nella parte sud-occidentale del paese, circa 490 km a sud di Harare, sulle rive del fiume Matsheumhlope a un'altitudine di 1.340 m s.l.m.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La città è situata nei pressi (circa 15 km) dell'antico kraal fondato nel 1871 da Lobengula, re dei Matabele. Nel 1881, il sovrano spostò la sua residenza poco a nord in un'area corrispondente all'attuale periferia nord della città. Nel corso della guerra del 1893, durante un'avanzata inglese, il sovrano incendiò la sua residenza per fuggire a nord, e il luogo fu occupato dalle truppe britanniche.

Il 4 novembre 1894, Leander Starr Jameson dichiarò l'insediamento di Bulawayo dipendente dalla British South Africa Company e Cecil Rhodes ordinò che la cittadina fosse costruita sulle rovine della città reale di Lobengula. Nel 1897 fu connessa alla linea ferroviaria e dal 1943 Bulawayo assunse lo status di città.

Nel 1978 nasce Charlène Wittstock, la famiglia nel 1989 si trasferirà in Sudafrica.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Bulawayo per lungo tempo è stata considerata il centro economico dello Zimbabwe. Parte dell'importanza della città è dovuta alla vicinanza col Sudafrica, a cui Bulawayo è collegata dalla ferrovia. Vi si trovano industrie tessili, industrie metallurgiche, produttori di pneumatici, tipografie e case editrici. La città è anche sede di un importante mercato agricolo.

Ormai dai primi mesi del 2009, il commercio internazionale è basato sul Dollaro americano o sul Rand sudafricano dando così più "respiro" al commercio e facilitando le condizioni per i rifornimenti dei beni dall'estero. La moneta locale è correntemente in uso per tutte le transazioni ordinarie. Permangono gravi difficoltà di accesso a pagamenti con mezzi elettronici.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN143100352 · LCCN (ENn83002925 · GND (DE4080574-8 · BNF (FRcb121586754 (data) · J9U (ENHE987007562267505171 · WorldCat Identities (ENlccn-n83002925
  Portale Africa Orientale: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Africa Orientale