Faringite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Faringite
Pharyngitis.jpg
Faringite di origine virale
Specialitàotorinolaringoiatria
Classificazione e risorse esterne (EN)
MeSHD010612, D010608, D010608 e D010612
MedlinePlus000655
eMedicine764304

La faringite, chiamata comunemente mal di gola, è un'infiammazione della faringe, acuta o cronica, che provoca difficoltà nel deglutire e talvolta può essere accompagnata da tosse e secrezione.

Epidemiologia[modifica | modifica wikitesto]

Si manifesta principalmente intorno ai 4-7 anni di età mentre raramente si osserva in bambini di età inferiore. L'incidenza aumenta durante l'inverno e all'inizio della stagione primaverile.

Eziologia[modifica | modifica wikitesto]

È causata nella maggior parte dei casi da agenti virali, meno spesso da agenti batterici e ancor più raramente da altre cause. Tra le cause virali le più comuni sono l'adenovirus, il morbillo, l'influenza e la mononucleosi; gli streptococchi tra quelle batteriche.

Diffusione Virus Batteri
Frequenti Adenovirus (tipo 1-2-3-5) Streptococco beta-emolitico gruppo A (SEBA)
Meno frequenti Enterovirus, Virus di Epstein-Barr, Influenzali-Paraifluenzali, Virus respiratorio sinciziale umano Chlamydophyla pneumoniae, Streptococchi C-G, Mycoplasma pneumoniae[1]
Rari Coronavirus, Rhinovirus Neisseria gonorrhoeae, Neisseria meningitis
Molto rari . Haemophilus influenzae, Moraxella catarrhalis, Staphylococcus aureus

Sintomatologia[modifica | modifica wikitesto]

I sintomi e i segni clinici variano anche a seconda dell'agente patogeno, in comune si ha un improvviso mal di gola associato con febbre e difficoltà di deglutizione (disfagia), cefalea, nausea, vomito, dolore addominale. Più raramente si mostrano congiuntivite, tosse, diarrea o malessere generalizzato.

Terapia[modifica | modifica wikitesto]

Nel solo caso di faringite batterica (confermata tramite tampone faringeo), si somministrano antibiotici, fra cui la classe delle penicilline che rimangono il farmaco di scelta.[2] L'amoxicillina è il farmaco di scelta per il SEBA. Il razionale della terapia antibiotica è quello di eradicare la possibile infezione batterica e prevenire complicanze sistemiche. La maggior parte delle forme siano virali e quindi non suscettibili di terapia antibiotica, gli antibiotici vengono indebitamente utilizzati per contrastare la possibile infezione da Streptococcus beta-emolitico di gruppo A. In caso di sospetta allergia si somministra l'eritromicina. IFANS vengono utilizzati per ridurre la sintomatologia.

All'interno della faringe, l'ingrossamento delle adenoidi può portare alla necessità dell'asportazione chirurgica delle stesse, soprattutto se rendono la respirazione difficoltosa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fernández de Sevilla M, Alayeto J, Fernández Y, Muñoz-Almagro C, Luaces C, García-García JJ., Low prevalence of Mycoplasma pneumoniae infection in children with acute pharyngitis, in Enferm Infecc Microbiol Clin., 2009.
  2. ^ Reichardt B, Pichlhöfer O, Zehetmayer S, Maier M., Current diagnosis of acute pharyngitis, in Wien Med Wochenschr., vol. 159, 2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giorgio Bartolozzi, Guglielmi Maurizio, Pediatria principi e pratica clinica, Torino, Elsevier-Masson, 2008, ISBN 978-88-214-3033-6.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina