Enterocolite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Enterocolite
Specialitàgastroenterologia
Classificazione e risorse esterne (EN)
ICD-10A04.7 e K51.0
OMIM226150
MeSHD004760

L'enterocolite è un'infiammazione del tratto digestivo, che coinvolge l'enterite dell'intestino tenue e la colite del colon.[1] Può essere causata da varie infezioni, da batteri, virus, funghi, parassiti o altre cause. Le manifestazioni cliniche comuni dell'enterocolite sono frequenti defecazioni diarroiche, con o senza nausea, vomito, dolore addominale, febbre, brividi, alterazione delle condizioni generali. Le manifestazioni generali sono date dalla diffusione dell'agente infettivo o delle sue tossine in tutto il corpo o, più frequentemente, da perdite significative di acqua e minerali, conseguenza di diarrea e vomito.

Eziologia[modifica | modifica wikitesto]

Tra gli agenti causali di enterocolite acuta ci sono:

Diagnosi[modifica | modifica wikitesto]

Tipi[modifica | modifica wikitesto]

Tipi specifici di enterocolite includono:

Terapia[modifica | modifica wikitesto]

Il trattamento dipende dall'eziologia, ad esempio l'antibiotico metronidazolo per un'infezione batterica, un farmaco antivirale per infezione virale e Praziquantel per infestazioni parassitarie.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Joseph McFarland, A Text-book of Pathology: For Practitioners and Students, W.B. Saunders, 1904, p. 466.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Classificazione
e risorse esterne (EN)
ICD-9-CM: 558.9; ICD-10: A04.7 e K51.0; OMIM: 226150; MeSH: D004760;


Controllo di autoritàNDL (ENJA01238557
Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Medicina