Granuloma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Un granuloma

Il granuloma è una reazione immunitaria a lesioni tipiche delle infiammazioni croniche, non solo di natura infettiva (streptococchi, per esempio nella febbre reumatica si formano i noduli di Aschoff, tubercolosi, sifilide, actinomiceti, ecc.), ma anche da corpi estranei.

Macroscopicamente è caratterizzato da neoformazioni nodulari a struttura microscopica concentrica che dal centro alla periferia rivelano la presenza di

  • centro necrotico talvolta calcificato con l'agente eziologico (non sempre è presente)
  • proliferazione macrofagica, cellule epitelioidi di origine monocitico-macrofagica, grosse cellule giganti multinucleate con funzione fagocitaria, derivanti dalla fusione delle cellule epitelioidi. Nel caso specifico del granuloma da tubercolosi, le cellule giganti mutinucleate (con i nuclei disposti alla periferia a ferro di cavallo) prendono il nome di cellule di Langhans;

Infine, il granuloma va incontro a necrosi, che viene circoscritta da tessuto fibroso, ed il focolaio infiammatorio si estingue. Il granuloma può essere riassorbito, o dar luogo ad un nodulo fibroso.

Cause di granuloma[modifica | modifica wikitesto]

Tra le cause di granuloma si annoverano:

- Corpi estranei endogeni (cheratina, colesterolo)

- Corpi estranei esogeni (adiuvanti vaccinali, spine, spighe, fili di sutura, latte in caso di neonati con palatoschisi, pulviscolo in caso di antracosi)

- Virus (Come nel caso della peritonite infettiva felina)

- Batteri (Come nel caso di granuloma tubercolare da micobatterio, granuloma morvoso)

- Protozoi (Come nel caso di leishmaniosi o infestazione da encephalitozoon cuniculi)

- Elminti (Come nel caso della calicosi nodulare dell'equino)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • I. Covelli, L. Frati, Patologia generale, Napoli, ed. Florio, 1971, ISBN 978-88-85663-39-8.
  • F. Guarda, G. Mandelli, Trattato di Anatomia patologica veterinaria, Torino, ed. UTET, ISBN 88-02-05884-9

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina