Plasmina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Plasmina
Manca un'immagine per questo enzima. Inseriscila tu!
Puoi caricare tu un'immagine dell'enzima (se disponibile) cercandola qui e seguendo le istruzioni riportate qui. Grazie!
Numero EC 3.4.21.7
Classe Idrolasi
Nome sistematico
plasmina
Altri nomi
fibrinasi; fibrinolisina; actasi; trombolisina
Banche dati BRENDA, EXPASY, GTD, KEGG, PDB
Fonte: IUBMB
Plasminogeno
Struttura chimica
Dominio catalitico del plasminogeno
Gene
HUGO PLG
Entrez 5340
Locus Chr. 6 q26
Proteina
OMIM 173350
UniProt P00747
PDB 1BML
Enzima
EC number 3.4.21.7

La plasmina è un importante enzima, appartenente alla classe delle idrolasi che degrada molte proteine del plasma sanguigno, e in particolare la fibrina dei trombi, con preferenza per la lisina e l'arginina. È più specifica della tripsina. La degradazione della fibrina è chiamata fibrinolisi.

È una serin proteasi che è rilasciata sotto forma di plasminogeno nella circolazione e attivata dall'attivatore tissutale del plasminogeno (tPA), dall'attivatore urochinasi del plasminogeno (uPA), dalla trombina, dalla fibrina e dal fattore XII (fattore di Hageman). È resa inattiva dall'antiplasmina-alpha 2 e dall'inibitore delle serin proteasi (serpina).

Oltre alla fibrinolisi, la plasmina proteolizza proteine in altri vari sistemi: essa attiva le collagenasi, alcuni mediatori del sistema del complemento e indebolisce il muro dei follicoli di Graaf (che portano all'ovulazione). Frammenta la fibrina, la fibronectina, la trombospondina, la laminina e il fattore di von Willebrand.

Una deficienza di plasmina può portare alla trombosi, poiché i trombi non sono adeguatamente degradati.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Castellino, F.J. and Sodetz, J.M. Rabbit plasminogen and plasmin isozymes. Methods Enzymol. 45 (1976) 273–286. Entrez PubMed 138065
  • (EN) Castellino, F.J. and Powell, J.R. Human plasminogen. Methods Enzymol. 80 (1981) 365–378. Entrez PubMed 6210827
  • (EN) Robbins, K.C., Summaria, L. and Wohl, R.C. Human plasmin. Methods Enzymol. 80 (1981) 379–387. Entrez PubMed 6210828