Corde vocali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Le corde vocali viste dalla laringe

Le corde vocali (tecnicamente chiamate pliche vocali) sono lembi tendinei che, con il passaggio dell'aria, vibrano generando suoni (la "voce").

L'organo è costituito da uno scheletro cartilagineo e da un certo numero di muscoli oltre che da legamenti, fasce connettive, mucose ecc.

Muscolatura laringe[modifica | modifica wikitesto]

I muscoli della laringe si possono classificare in due gruppi:

  • la muscolatura intrinseca è costituita dalle corde vocali e dai muscoli che agiscono indirettamente su queste collegando fra loro le cartilagini che compongono la laringe
  • la muscolatura estrinseca, costituita da muscoli che collegano la laringe con lo scheletro osseo ma che pervengono ad agire sulle corde vocali.

Fondamentale è poi anche il ruolo svolto dall'osso ioide, a forma di U, che fa da raccordo tra la laringe e lo scheletro osseo e dà attacco a numerosi muscoli orientati in molteplici direzioni, che determinano la posizione della laringe nel collo. Per quanto riguarda le corde vocali, queste lamine di tessuto elastico rivestito da mucosa, vibrano al passaggio dell'aria espirata producendo suoni di diverse frequenze. Fra le due corde vocali rimane una fessura più o meno ampia, la glottide, attraverso la quale avviene il passaggio dell'aria respirata e grazie alla quale si può svolgere la funzione della fonazione. Prima della fonazione la glottide è chiusa e viene sollecitata dalla pressione dell'aria proveniente dai polmoni. Tale sollecitazione divarica le corde, la pressione scende nell'interno della glottide e ciò provoca un risucchio delle corde vocali che tornano ad accollarsi e il processo si ripete daccapo. Le corde vocali si spostano sia lateralmente sia dall'alto verso il basso con un movimento pressoché circolare. Tanto è maggiore la velocità con cui si alternano tali rarefazioni e compressioni dell'aria nei dintorni della glottide tanto più acuta risulta la voce, mentre il volume del suono è determinato dall'ampiezza del movimento delle corde stesse.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Le corde vocali si trovano all'interno della laringe nella parte superiore della trachea. Sono attaccati posteriormente alle cartilagini aritenoidi e anteriormente alla cartilagine tiroidea. Fanno parte della glottide che include la rima glottidis. I loro bordi esterni sono attaccati ai muscoli della laringe mentre i bordi interni, o margini, sono liberi di formare l'apertura chiamata rima glottidis. Sono costituiti da epitelio, ma hanno alcune fibre muscolari al loro interno, vale a dire il muscolo vocalico che stringe la parte anteriore del legamento vicino alla cartilagine tiroidea. Sono bande triangolari piatte e sono di colore bianco perlaceo. Sopra entrambi i lati della glottide si trovano le due pieghe vestibolari o le false corde vocali che hanno una piccola sacca tra di loro.

Situato sopra la laringe, l'epiglottide agisce come un lembo che chiude la trachea durante l'atto di deglutizione per dirigere il cibo nell'esofago. Se il cibo o il liquido entrano nella trachea e contattano le corde vocali, esso provoca un riflesso della tosse per espellere la sostanza al fine di prevenire l'aspirazione polmonare.

Variazioni[modifica | modifica wikitesto]

Maschi e femmine hanno diverse dimensioni della piega vocale. Le voci maschili per adulti sono solitamente più basse a causa delle pieghe più lunghe e più spesse. Le corde vocali maschili sono comprese tra 1,75 cm e 2,5 cm (circa 0,75 "a 1,0") di lunghezza,[1] mentre le corde vocali femminili sono comprese tra 1,25 cm e 1,75 cm (circa 0,5 "a 0,75") di lunghezza. Le corde vocali dei bambini sono molto più corte di quelle dei maschi e delle femmine adulti. La differenza di lunghezza e spessore delle corde vocali tra maschi e femmine causa una differenza nel tono della voce. Inoltre, i fattori genetici causano variazioni tra membri dello stesso sesso, con voci maschili e femminili classificate in tipi di voce.

False corde vocali[modifica | modifica wikitesto]

Le corde vocali sono talvolta chiamate "vere piega vocali" per distinguerle dalle "false corde vocali" note come pieghe vestibolari o pieghe ventricolari. Questi sono un paio di spesse pieghe della mucosa che proteggono e siedono leggermente superiori alle pieghe più delicate. Hanno un ruolo minimo nella normale fonazione, ma sono spesso usati per produrre toni sonori profondi nel canto tibetano e nel canto della gola di Tuvan,[2] o in particolari effetti vocali utilizzati sia nella musica pop che nella musica metal.

Un ulteriore distinzione tra le false e le vere corde vocali consiste nel fatto che le prime, più sottili, sono quasi prive di fasci muscolari; le vere corde invece sono spesse e composte da fibre muscolari. Le corde vocali vere sono deputate alla produzione di suoni, quelle false trattengono l'aria contro la pressione nella cavità toracica.

Innervazione[modifica | modifica wikitesto]

L'apertura delle corde vocali quando si respira oppure quando le si fa vibrare per parlare o cantare,sono controllate dal nervo vago.

Formazione di suoni articolati[modifica | modifica wikitesto]

Per quel che riguarda la formazione di suoni articolati, partecipano attivamente sia le corde vocali come strumenti di produzione di suoni, sia le vie aeree superiori e i seni paranasali come cassa di risonanza, sia la cavità orale come strumento di modulazione dei suoni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4211854-2