Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Detective Conan: L'ultimo mago del secolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Detective Conan: L'ultimo mago del secolo
Detective conan. l'ultimo mago del secolo screenshot.png
Kaito Kid
Titolo originale 名探偵コナン 世紀末の魔術師
Lingua originale giapponese
Paese di produzione Giappone
Anno 1999
Durata 100 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere animazione, giallo
Regia Kenji Kodama
Sceneggiatura Kazunari Kōchi
Produttore Michihiko Suwa, Masahito Yoshioka
Casa di produzione TMS Entertainment, Shogakukan, Yomiuri TV, Polygram
Distribuzione: Toho
Distribuzione (Italia) Mediaset
Storyboard Kenji Kodama
Art director Yukihiro Shibutani
Character design Masatomo Sudō
Animatori Masatomo Sudō
Fotografia Takashi Nomura
Effetti speciali Yoshimi Hayashi
Musiche Katsuo Ōno

Detective Conan: L'ultimo mago del secolo (名探偵コナン 世紀末の魔術師 Meitantei Konan - Seikimatsu no majutsushi?, lett. "Detective Conan - Il mago di fine secolo"), conosciuto anche con il titolo internazionale Detective Conan: The Last Wizard of the Century, è il terzo lungometraggio d'animazione dedicato alla serie anime Detective Conan, uscito in Giappone il 17 aprile 1999[1]. Nel film, come in altri episodi di Detective Conan, compare Kaito Kid (chiamato "Furto Kid" nel doppiaggio italiano), protagonista dell'altro manga omonimo creato dallo stesso autore. In Italia il film è stato trasmesso per la prima volta su Italia Teen Television il 29 dicembre 2005 e replicato anche su Hiro e Italia 2.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Kaito Kid invia alla polizia un messaggio in cui dichiara che ruberà un raro uovo Fabergé, il cinquantunesimo presumibilmente creato nel 1917 dall'orafo Fabergé, un dono dello zar Nicola II Romanov alla zarina Alexandra per Pasqua. L'uovo, trovato il mese scorso e di proprietà della Suzuki Zaibatsu, la società finanziaria del padre di Sonoko, si trova a Osaka e verrà protetto dalla polizia locale, dagli uomini dell'ispettore Nakamori e da Kogoro, Conan ed Heiji.

Il padre di Sonoko mostra l'uovo a Conan, Ran, Kazuha, Heiji e Kogoro tre giorni dopo. Nel palazzo, però, sono presenti anche il segretario dell'ambasciata russa in Giappone, un commerciante di opere d'arte, una ricercatrice ed esperta della dinastia Romanov e un cameraman. Quando Heiji e Conan lasciano l'edificio si consultano per cercare di capire l'indicazione lasciata da Kaito Kid nel suo messaggio. I due ragazzi riescono a intuire l'orario in cui si verificherà il furto e cercano di impedire che esso venga portato a compimento. Il furto riesce ma, mentre Kid fugge, viene colpito da un proiettile all'occhio destro e di lui si perdono le tracce.

Il giorno dopo, una donna si presenta nel palazzo della società Suzuki e racconta che il suo bisnonno materno lavorava per Fabergé. Per provare la veridicità delle sue parole, la donna mostra degli stralci del progetto de "l'uovo dei ricordi". Quando Conan tocca l'uovo riesce a scoprire che sul fondo è presente uno "specchio magico" che, una volta illuminato, proietta l'immagine di un castello. La donna conosce molto bene quel luogo, perché era di proprietà di suo nonno. Tutti gli esperti vogliono accompagnare Shiro Suzuki e visitare il castello.

Prima della partenza, però, il cameraman viene assassinato e Kogoro nota che l'anello che possedeva gli è stato sottratto. Conan contatta Agasa per chiedergli di consultare internet e trovare un assassino che colpisce gli occhi, proprio come è accaduto a Kaito Kid e al cameraman. Agasa scopre che esiste un delinquente di nome Scorpion, che ruba oggetti legati alla dinastia Romanov e uccide sparando all'occhio destro. Kaito Kid scopre che Conan è Shinichi quando lo sente per caso parlare al dottor Agasa di Scorpion, toccando le linee per confermare i suoi sospetti su ciò che sta per accadere sulla nave.

Il giorno dopo, il gruppo visita il castello e qui si presentano anche i Giovani Detective con Agasa, che porta a Conan un nuovo paio di occhiali. I ragazzi ispezionano l'esterno del castello, mentre gli adulti perlustrano l'interno. Conan trova un ingresso segreto che porta in un sotterraneo. Qui viene rinvenuto il secondo uovo che, unito al primo, svela il segreto de "l'uovo dei ricordi": si vedono, infatti, le foto dello zar Nicola II e la sua famiglia (la moglie Alexandra e i loro cinque figli: Olga, Tatiana, Maria, Anastasia e Alessio). A questo punto, però, Scorpion si fa vivo e scappa con le uova. Conan parte all'inseguimento dell'assassino e lo trova mentre sta cercando di incendiare l'intero castello. Il ragazzo riesce a stendere la malvivente, che è una discendente di Grigorij Rasputin, il monaco pazzo, e colpisce all'occhio destro le sue vittime proprio come fece il fratello dello zar, il duca Yusoupov, quando uccise il suo antenato.

Al termine della vicenda Conan capisce che una delle persone che si trovava nel castello era Kaito Kid: si trattava dell'ispettore Shiratori. Ran convintasi che Conan sia Shinichi, parla al bambino domandogli se lui sia il suo ragazzo amato. Ma mentre Conan sta per dirle la verità, compare Kaito Kid travestito da Shinichi, così che ogni dubbio della ragazza viene meno. Il mago scomparirà poi coperto da colombi.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio Doppiatore giapponese Doppiatore italiano
Conan Edogawa Minami Takayama Irene Scalzo
Shinichi Kudo Kappei Yamaguchi Davide Garbolino
Ran Mori Wakana Yamazaki Debora Magnaghi
Kogoro Mori Akira Kamiya Oliviero Corbetta
Ai Haibara Megumi Hayashibara Tosawi Piovani
Ayumi Yoshida Yukiko Iwai Federica Valenti
Mitsuhiko Tsuburaya Ikue Ōtani Cinzia Massironi
Genta Kojima Wataru Takagi Luca Bottale
Hiroshi Agasa Ken'ichi Ogata Maurizio Scattorin
Sonoko Suzuki Naoko Matsui Sonia Mazza
Juzo Megure Chafūrin Riccardo Rovatti
Ninzaburo Shiratori[nota 1] Unshō Ishizuka Claudio Ridolfo
Wataru Takagi Wataru Takagi Francesco Orlando
Kaito Kid Kappei Yamaguchi Paolo Sesana
Ginzo Nakamori Unshō Ishizuka Claudio Moneta
Shintaro Chaki Nobuo Tanaka Cesare Rasini
Heiji Hattori Ryō Horikawa Simone D'Andrea
Kazuha Toyama Yūko Miyamura Patrizia Salmoiraghi
Shiro Suzuki Fumio Matsuoka Riccardo Peroni
Signora Yoshida Shinobu Satō
  1. ^ Era comparso la prima volta nel primo film con il grado di agente (刑事 keiji?) e così era definito anche nel secondo film. Il film è uscito dopo che Shiratori aveva fatto il suo debutto nel file 9 del volume 21, in cui annunciava di essere stato promosso ispettore (警部 keibu?), ma nel film è comunque ancora "agente". Nel riquadretto che lo introduce alla sua prima comparsa in questo film viene specificato anche che ha il grado di keibu-ho (警部補?), il più alto dei tre a cui ci si riferisce con keiji, grado con cui si era definito lui stesso alla sua prima comparsa nel manga. Il film è uscito comunque prima che fosse promosso anche nell'episodio 146 (156 secondo la numerazione italiana), trasmesso un mese dopo.

Personaggi originali del film[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio Ruolo Età Doppiatore giapponese Doppiatore italiano
Kobayashi agente della seconda squadra investigativa[nota 1] della polizia metropolitana di Tokyo - Sadao Nunome
Yokoyama agente della seconda squadra investigativa[nota 1] della polizia metropolitana di Tokyo - Takayuki Inoue
Yamamoto agente della seconda squadra investigativa[nota 1] della polizia metropolitana di Tokyo - Isshin Chiba
Masato Nishino segretario del padre di Sonoko 29 anni Mitsuru Miyamoto Diego Sabre
Sergei Ovchinnikov primo segretario dell'ambasciata russa in Giappone 41 anni Haruhiko Jō
Shoichi Inui mercante d'arte, seconda vittima uccisa con un proiettile all'occhio destro 45 anni[nota 2] Chikao Ōtsuka Enrico Bertorelli
Seiran Hoshi[nota 3]/Scorpion ricercatrice cinese esperta della dinastia Romanov, nipote di Grigorij Rasputin, pluriomicida ricercata dall'ICPO e incastrata da Conan 27 anni[nota 4] Toshiko Fujita Renata Bertolas
Ryu Sagawa cameraman e scrittore, prima vittima uccisa con un proiettile all'occhio destro 32 anni[nota 5] Hōchū Ōtsuka Gianluca Iacono
Natsumi Kosaka[nota 6] proprietaria di una pasticceria a Parigi, discendente diretta della dinastia Romanov 27 anni[nota 7] Emi Shinohara Patrizia Mottola
Kuranosuke Sawabe maggiordomo della famiglia Kosaka 65 anni Eisuke Yoda Antonio Paiola
Kiichi Kosaka ("L'ultimo mago del secolo") bisnonno materno di Natsumi, ex artigiano di belle arti della compagnia di Fabergé come un suo aiutante, costruttore e proprietario del castello di Yokosuka 45 anni[nota 8]
Maria Kosaka seconda figlia dello zar Nicola II e della zarina Alexandra[nota 9], moglie di Kiichi, bisnonna materna di Natsumi 22 anni[nota 10]
due agenti della seconda squadra investigativa[nota 1] della polizia metropolitana di Tokyo - Hiromichi Kogami
agente della scientifica della polizia metropolitana di Tokyo - Toshihiko Nakajima
  1. ^ a b c d Il film coincide con la prima comparsa nell'anime dei cinque agenti. Qui fanno parte della seconda squadra investigativa della polizia metropolitana di Tokyo, ma in tutte le comparse successive, dagli episodi 146-147 (156-157 secondo la numerazione italiana) in poi, compreso il quarto film, faranno sempre parte della prima squadra investigativa.
  2. ^ È morto il pomeriggio del 24 agosto.
  3. ^ È liberamente ispirata a Rasputon, il principale antagonista de Lupin III - Il tesoro degli zar, nipote di Rasputin e di una prostituta. "Seiran" significa "orchidea blu" e la lettura cinese degli ideogrammi di "Seiran Hoshi" è "Pusi Chinglan", che contiene anche i caratteri con cui si scrive in cinese "Rasputin".
  4. ^ È nata il 5 maggio.
  5. ^ È morto la sera del 23 agosto.
  6. ^ È liberamente ispirata a Judy Scott, il personaggio centrale de Lupin III - Il tesoro degli zar, nipote di Anastasia, la quarta figlia di Nicola II.
  7. ^ È nata il 3 maggio.
  8. ^ Nacque nel 1885 e morì a Yokosuka nel 1930.
  9. ^ Nella realtà, Maria era la terza figlia dello zar, e la seconda era Tatiana.
  10. ^ Nacque a Peterhof il 26 giugno 1899 e morì a Yokosuka nel 1921, dopo aver avuto una figlia.

Collegamenti con altri casi[modifica | modifica wikitesto]

Nel doppiaggio originale del'ottavo film vi è un riferimento al terzo: quando s'incontano, Kogoro e Nakamori si ringraziano a vicenda per "l'ultima volta", cioè proprio per quello che è successo in questo film.

L'incontro iniziale tra Ayumi e Kaito Kid sul balcone di casa viene ripreso dal ladro e Sonoko nei file da 1 a 3 del volume 82 (episodi 746-747 dell'anime).

Errori e inesattezze[modifica | modifica wikitesto]

  • Pur non essendoci mai coerenza nelle ambientazioni temporali di Detective Conan visto che i personaggi non invecchiano, il film si svolge nel 1999. Nell'episodio 158 (168 secondo la numerazione italiana), Conan indaga però con Kogoro e Ran su un omicidio nella metropolitana di Tokyo il 22 agosto 1999, quando invece nel film sono a Osaka.
  • Nella storia reale la morte di Rasputin è molto peggio. Morì per annegamento. Dopo essere stato avvelenato, gli spararono tre volte e lo picchiarono prima di gettarlo nel fiume. Risultarono segni sul ghiaccio che aveva cercato di sopravvivere.
  • Immettendo la password nel pannello segreto al Castello di Yokosuka, Sergei digita "Kiichi Kosaka" in russo non corretto. Invece di Киичи scrive Кииуи, ortografato Kiiui in latino.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Colonne sonore di Detective Conan.

Il musicista Katsuo Ōno ha realizzato ventinove nuove tracce sonore, utilizzate in seguito anche nel corso della serie televisiva. La sigla finale è One, dei B'z.

Note sulla produzione[modifica | modifica wikitesto]

La produzione prese spunto dal suo special Lupin III - Il tesoro degli zar[2] ed è senza dubbio il film della serie che maggiormente s'intreccia con la storia, anche se a un certo punto la fantasia si mescola con la realtà.

Il castello di Yokosuka è basato sul tedesco Castello di Neuschwanstein, che ha ispirato anche il castello di Cenerentola, ma soprattutto sul tempio siberiano distrutto nello special sopraccitato.

Versione italiana[modifica | modifica wikitesto]

In Italia il film è stato solo trasmesso in televisione, in una versione intera e in una divisa in cinque parti di venti minuti circa, entrambe senza censure video e con lo stesso doppiaggio non censurato.

La versione intera è stata trasmessa per la prima volta su Italia Teen Television il 29 dicembre 2005 e replicata anche su Hiro e per la prima volta in chiaro su Italia 2 il 24 ottobre 2012. Questa versione ha la prima sigla italiana della serie televisiva, Detective Conan di Giorgio Vanni, con immagini prese dal film sia in apertura che in chiusura. Inoltre, manca l'introduzione che riassume l'inizio della storia del manga, presente in ogni film seppur con qualche differenza. L'epilogo è posto prima della sigla finale invece che dopo come in originale.

La versione divisa in parti è stata trasmessa su Italia 2 dal 7 all'11 luglio 2012 (prima visione in chiaro del film). È stata utilizzata sempre la prima sigla italiana, sia in apertura che in chiusura di ogni parte, ma con il primo video utilizzato per la serie televisiva. La versione divisa in parti è anch'essa senza introduzione e con l'epilogo spostato prima della sigla finale.

Di questo film, quindi, come del sesto, non sono mai arrivate in Italia né l'introduzione né la sigla finale originale. Non è noto se l'introduzione sia stata comunque doppiata.

Nel doppiaggio originale, mentre girovagano per la cantina del castello, i Detective Boys cantano Nazo, la terza sigla di apertura.

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha incassato circa 1 miliardo e 450 milioni di yen, ovvero circa 10 milioni di euro, classificandosi al quinto posto dei film giapponesi con il maggior incasso in patria nel 1999.[3]

Home video[modifica | modifica wikitesto]

In Giappone il film è stato pubblicato da Shogakukan in VHS il 12 aprile 2000[4] e in DVD il 28 marzo 2001[5]. Dopodiché, il film è stato pubblicato da Being con l'etichetta B-vision in una nuova edizione in DVD il 25 febbraio 2011[6] e in Blu-ray Disc il 22 luglio 2011[7]. In Italia non è mai stato pubblicato per l'home video.

Versione a fumetti[modifica | modifica wikitesto]

Con i fotogrammi del film è stato prodotto un anime comic in due volumi dal titolo Gekijōban Meitantei Conan - Seikimatsu no majutsushi (劇場版 名探偵コナン 世紀末の魔術師 Gekijōban Meitantei Konan - Seikimatsu no majutsushi?, "Detective Conan - Il film - Il mago di fine secolo"). La "prima parte" ( ?) è stata pubblicata da Shogakukan il 18 settembre 1999[8] (ISBN 4-09-124875-6), la "seconda parte" ( ge?) il 18 ottobre dello stesso anno[9] (ISBN 4-09-124876-4). Un'edizione in volume unico è stata poi pubblicata sempre da Shogakukan il 17 febbraio 2006[10] (ISBN 4-09-120306-X).

Un manga tratto dal film e con il suo stesso titolo è stato pubblicato sulla rivista bimestrale Shōnen Sunday Super dal 25 gennaio (numero di marzo)[11] fino al dicembre 2012, disegnato da Yutaka Abe e Denjirō Maru, disegnatori anche di alcuni volumi di Detective Conan Special Cases. Il manga è stato raccolto in tre tankōbon, pubblicati da Shogakukan rispettivamente il 18 giugno 2012 (ISBN 978-4-09-123709-5)[12], il 18 settembre 2012 (ISBN 978-4-09-123866-5)[13] e il 18 febbraio 2013 (ISBN 978-4-09-124029-3)[14].

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (JA) Detective Conan - Il mago di fine secolo, allcinema.net. URL consultato il 25 settembre 2010.
  2. ^ (JA) コナン好きがみたルパン三世, togetter.com, 21 luglio 2013. URL consultato il 13 marzo 2016.
  3. ^ (JA) Film con il maggior incasso nel 1999, eiren.org. URL consultato il 13 maggio 2008.
  4. ^ (JA) Videocassetta - Detective Conan - Il mago di fine secolo, conan.aga-search.com. URL consultato il 13 febbraio 2014.
  5. ^ (JA) Film - Detective Conan - Il mago di fine secolo (DVD), shogakukan.co.jp. URL consultato il 3 aprile 2014.
  6. ^ (JA) Film - Detective Conan - Il mago di fine secolo [DVD], amazon.co.jp. URL consultato il 3 aprile 2014.
  7. ^ (JA) Film - Detective Conan - Il mago di fine secolo [Blu-ray], amazon.co.jp. URL consultato il 3 aprile 2014.
  8. ^ (JA) Detective Conan - Il film - Il mago di fine secolo - Prima parte, skygarden.shogakukan.co.jp. URL consultato il 21 febbraio 2010.
  9. ^ (JA) Detective Conan - Il film - Il mago di fine secolo - Seconda parte, skygarden.shogakukan.co.jp. URL consultato il 21 febbraio 2010.
  10. ^ (JA) Detective Conan - Il film - Il mago di fine secolo, skygarden.shogakukan.co.jp. URL consultato il 13 febbraio 2014.
  11. ^ (EN) Lancio di nuove serie manga di Hayate, Conan e Gundam AGE, animenewsnetwork.com, 23 dicembre 2011. URL consultato il 22 marzo 2014. La fonte riporta erroneamente che il manga sarebbe stato di tre capitoli, ma invece è formato da tre volumi contenenti più capitoli.
  12. ^ (JA) Detective Conan - Il mago di fine secolo 1, shogakukan.co.jp. URL consultato l'8 aprile 2013.
  13. ^ (JA) Detective Conan - Il mago di fine secolo 2, shogakukan.co.jp. URL consultato l'8 aprile 2013.
  14. ^ (JA) Detective Conan - Il mago di fine secolo 3, shogakukan.co.jp. URL consultato l'8 aprile 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]