Cucina svizzera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Un'esposizione di prodotti tradizionali della cucina svizzera.

La cucina svizzera, intesa come l'arte culinaria della Svizzera, è un insieme delle diverse cucine delle culture presenti e varia da cantone a cantone.

Le differenze linguistiche sono legate anche a tradizioni differenti che influiscono sulla gastronomia. Nella Svizzera francofona prevalgono influssi della cucina francese, in quella italofona della cucina nord Italiana e in quella germanofona di quella tedesca.

Inoltre, tali tradizioni culinarie si influenzano reciprocamente. Alla luce della particolare geografia territoriale del paese, la tradizione culinaria svizzera è composta essenzialmente da specialità locali che spesso non valicano neppure la propria regione di produzione o una singola vallata.

Prodotti gastronomici[modifica | modifica wikitesto]

La Svizzera così come molti altri paesi europei quali i Paesi Bassi, l’Italia, il Belgio e soprattutto la Francia ha un’abbondante produzione di formaggi dovuta ai numerosi pascoli di mucche e capre presenti nel territorio montuoso del paese.

Il Groviera viene prodotto in Svizzera e per produrne una forma di 35 kg servono 400 litri di latte vaccino, è conosciuto in tutto il mondo per il suo gusto raffinato[1]. È utilizzato nella fonduta.

L'Appenzeller è un formaggio svizzero di latte vaccino, viene prodotto da oltre 700 anni e presenta un gusto estremamente interessante per la sua aromatizzazione alle erbe selvatiche di montagna.

Anche l’Emmentaler è un formaggio svizzero estremamente noto specialmente in Italia, è piuttosto difficile da produrre, può essere prodotto solo da 122 latterie autorizzate e viene stagionato per 12 mesi in delle grotte.

Lo Sbrinz, è un formaggio a pasta extradura e viene stagionato per minimo 18 mesi si tratta di un formaggio forte e piccante che segue ritmi e sistemi di stagionatura tradizionali e complessi[1].

Altro formaggio svizzero molto noto è il Tomme Vaudoise prodotto in Svizzera francese, è un formaggio a pasta molle, è avvolto da una muffa commestibile[1].

Nel Canton Vallese e nel Canton Ticino vengono prodotti alcuni tipi di salame e insaccati casalinghi che da secoli vengono trattati salandoli e utilizzando muffe e batteri[2].

Enologia svizzera[modifica | modifica wikitesto]

La Svizzera è una grande produttrice di vini e birre specie nei cantoni del sud (Ticino, Grigioni, Vallese, Friburgo).

I vitigni più comuni sono il Merlot, il Chasselas e il Müller Thurgau[3].

Il Pinot Noir è frequente nel Vallese, altri vitigni autoctoni sono Petite Arvine e l’Humagne Rouge si tratta di vini mediamente costosi rispetto ai vini italiani, sono quindi vitigni pregiati e che puntano sulla qualità più che sulla quantità.

La vigna più alta d’Europa è situata a Visperterminen nel Canton Vallese a 1150 metri s.l.m[3].

I vini svizzeri sono esportati in molti paesi del mondo specie la Cina, gli USA e il Regno Unito.

Piatti caldi[modifica | modifica wikitesto]

Polenta

Tre tra i più famosi formaggi svizzeri ci sono il Gruyère, l'Emmenntaler e il Tilsiter.

Dolci[modifica | modifica wikitesto]

Cioccolata svizzera in un supermercato di Interlaken

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c formaggisvizzeri.it, https://www.formaggisvizzeri.it. URL consultato l'8 novembre 2019.
  2. ^ ticino.ch, https://www.ticino.ch/it/commons/details/Salumi-e-carni/83134.html. URL consultato l'8 novembre 2019.
  3. ^ a b svizzeramo.it, https://www.svizzeramo.it/guida-ai-vini-del-vallese. URL consultato l'8 novembre 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85031912 · BNF (FRcb120479980 (data)