Müller-Thurgau

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Müller-Thurgau

Il Müller-Thurgau è un vitigno aromatico originario del Geisenheim in Germania e utilizzato per produrre vino principalmente in Germania, Ungheria, Austria e Italia. Il vitigno fu creato alla fine del XIX sec. mediante incroci di Riesling renano X Madeleine Royale (prima delle ricerche sul DNA si pensava tra Riesling e Sylvaner), dall'enologo svizzero (turgoviese) Hermann Müller.

Genealogia e sviluppo della vite del Müller-Thurgau[modifica | modifica sorgente]

  • 1882 incrocio di vitigni in Geisenheim da parte di Hermann Müller
  • 1890 affinamento e messa a punto delle viti
  • 1891 spostamento di Hermann Müller a Wädenswil (Svizzera)
150 viti Geisenheimer inviate in Svizzera
  • 1892-1893 impianto di nuove viti in Svizzera
  • 1894 piantagione di 73 specie nel land
Riesling e Sylvaner - la razza n° 58
  • 1897 prima riproduzione di nuove viti da Schellenberg (Wädenswil)
  • 1901 primo perfezionamento sulle radici americane
  • 1903 prima produzione della nuova specie
  • 1906-1907 gamma di prova

Caratteristiche organolettiche[modifica | modifica sorgente]

Calice di vino bianco
  • colore: dal bianco carta al giallo paglierino tenue, con riflessi verdolini, brillante.
  • odore: profumo caratteristico delicato e gradevole.
  • sapore: secco, amabile, sapido, fresco, acidulo con leggero retrogusto amarognolo.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

In Germania[modifica | modifica sorgente]

In Italia[modifica | modifica sorgente]

Nel resto d'Europa[modifica | modifica sorgente]

Nel mondo[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]