Cucina kazaka

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Besbarmak.
Kurdak.
Palaw (pilaf).
Mantı.
Kurt.

La cucina kazaka (Қазақтың тағамдары, traslitterato Kazaktıñ tağamdarı) è l'espressione culinaria del Kazakistan. Gli elementi principali di questa cucina sono la carne (di cavallo, pecora, manzo e cammello) e i latticini[1]. È una cucina basata molto sulle tradizioni dei nomadi: infatti molte tecniche di cottura usate servivano un tempo per la conservazione a lungo termine degli alimenti; inoltre vi è una grande pratica di salatura ed essiccamento della carne, e si predilige il latte acido, più facile da conservare. La cucina kazaka risente inoltre di influenze turche, russe e mongole.

Piatti tipici[modifica | modifica wikitesto]

La base della cucina kazaka è il төрт түлiк мал (tort tulik mal, ovvero quattro tipi di bestiame): il cavallo, la pecora, il cammello e il manzo.

  • Beshbarmak: carne di cavallo o montone bollita, tagliata e mescolata con strisce di pasta bollite. Si serve accompagnato con del brodo di montone (sorpa) in scodelle tipiche, le kese. È il piatto kazako più popolare. Il suo nome significa "cinque dita" a causa del modo in cui si mangia; Tale nome pare non essere originario del Kazakistan. Molti ritengono che lo abbiano così chiamato i russi, ma non vi sono studi storici che li confermino. La lingua kazaka è imparentata con molte altre lingue turche e l'origine di tale nome potrebbe avere altra provenienza. È documentato invece il nome originario in kazako fosse "kazaksha yet" ossia "carne alla kazaka"
  • Kurdak: carne di pecora o cavallo arrostita con le frattaglie (cuore, fegato, reni...) tagliata a dadini e servita con cipolle e peperoni;
  • Kazy: salsiccia di carne di cavallo;
  • Zhal: lardo del collo del cavallo affumicato
  • Palaw: carne fritta con carote e cipolle, alla quale viene aggiunto il riso bollito;
  • Manti: ravioli tipici ripieni di carne tritata di agnello speziata e aromatizzata con pepe nero, cotti al vapore e conditi con burro, panna acida, o salsa di cipolla;
  • Naan: Pane cotto nel forno tandoori;
  • Kurt: panna fermentata, essiccata ed arrotolata in palline. È simile al Kishk;
  • Boortsog: palle o triangolini di pasta lievitata fritte.

Dolci[modifica | modifica wikitesto]

Shelpek.
  • Kaymak: panna acida preparata con latte bollito;
  • Shelpek: focaccia fritta;
  • Shek-shek: palline di pasta non lievitata fritte, disposte a piramide e ricoperte di miele. Una volta raffreddati, lo Shek-shek viene decorato con frutta secca. È il dolce dei matrimoni;
  • Baursak. frittura di panetti di pasta lievitata.

Bevande[modifica | modifica wikitesto]

Bottiglia di Kumis.

Le bevande tradizionalmente consumate in Kazakistan consistono prevalentemente in latte fermentato o tè nero. Quest'ultimo è stato introdotto dalla Cina dopo la nascita della via della seta, ed oggi viene consumato con l'aggiunta di latte. Il Kazakistan è uno dei paesi col più alto consumo di tè pro capite (1,2 chilogrammi all'anno per persona). Le principali bevande tradizionali sono:

  • Kumis: latte di cavalla fermentato. È la bevanda più popolare del Kazakistan.
  • Ayran: yogurt vaccino allungato con acqua e salato.
  • Shubat: latte di cammello fermentato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Cucina kazaka, su travelingeast.com. URL consultato il 23 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 14 agosto 2016).
  • (EN) Cucina kazaka, su kazakhembus.com.
  • Cucina kazaka, su kazakhstan.guideviaggi.info.
  • {{cita

web| https://www.wikiwand.com/ru/%D0%9E%D0%B1%D1%81%D1%83%D0%B6%D0%B4%D0%B5%D0%BD%D0%B8%D0%B5:%D0%91%D0%B5%D1%88%D0%B1%D0%B0%D1%80%D0%BC%D0%B0%D0%BA/%D0%90%D1%80%D1%85%D0%B8%D0%B2/1 |Discussione sul besbarmak (in russo)}}

Controllo di autoritàLCCN (ENsh99000198