Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Cucina armena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tavola imbandita con alcuni piatti tipici armeni

La cucina armena (Հայկական խոհանոցը) è la cucina tradizionale dell'Armenia e parte integrante della diaspora armena. È la più antica tra tutte le cucine della zona mediterranea e del medio-oriente, e pone le sue basi nei prodotti più semplici della terra e dell'attività pastorizia.[1][2]

Componenti[modifica | modifica wikitesto]

Pane[modifica | modifica wikitesto]

Il pane nella cultura armena è considerato da sempre il simbolo del nutrimento, per questo nella cucina armena il pane è importantissimo, e viene fatto in molte forme e varietà diverse. Esso viene cotto tradizionalmente nel cosiddetto tonir, un focolare a pavimento rivestito di terracotta. Tra le varietà più importanti ricordiamo il lavash, un pane discoidale e molto sottile e il pidè, invece di forma ellittica che cuocendosi si divide in due formando una sorta di tasca (per questo anche chiamato "pane a tasca"), che consente di farcirlo con verdure, carne e salse. Lo hatz-yev-agh (pane e sale), è una tradizione in Armenia, consiste semplicemente nello spezzare il pane e offrirlo con il sale come segno di accoglienza verso un ospite.

Carne[modifica | modifica wikitesto]

Verdura[modifica | modifica wikitesto]

Frutta[modifica | modifica wikitesto]

Pesce[modifica | modifica wikitesto]

Spezie e condimenti[modifica | modifica wikitesto]

Zuppe[modifica | modifica wikitesto]

Bibite[modifica | modifica wikitesto]

Alcolici[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Verjin Manoukian, Cucina armena, Oemme edizioni, p. 19, ISBN 88-85822-23-1.
  2. ^ Alla scoperta della cucina armena, su Oggi - Cucina. URL consultato l'08 maggio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85031784 · BNF (FRcb12049460d (data)