Barengo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Barengo
comune
Barengo – Stemma
Barengo – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Novara-Stemma.svg Novara
Amministrazione
Sindaco Fabio Maggeni (lista civica) dall'08/06/2009, riconfermato 26/05/2014
Territorio
Coordinate 45°34′33.49″N 8°30′50.51″E / 45.57597°N 8.51403°E45.57597; 8.51403 (Barengo)Coordinate: 45°34′33.49″N 8°30′50.51″E / 45.57597°N 8.51403°E45.57597; 8.51403 (Barengo)
Altitudine 225 m s.l.m.
Superficie 19,49 km²
Abitanti 891[1] (31-12-2010)
Densità 45,72 ab./km²
Frazioni Nessuna
Comuni confinanti Briona, Cavaglietto, Cavaglio d'Agogna, Fara Novarese, Momo, Vaprio d'Agogna
Altre informazioni
Cod. postale 28010
Prefisso 0321
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 003012
Cod. catastale A653
Targa NO
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti barenghesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Barengo
Barengo
Sito istituzionale

Barengo (Barengh in piemontese e in lombardo) è un comune italiano di 902 abitanti[2] della provincia di Novara.

Il gruppo di case che compone l'abitato di Barengo sorge a ridosso di una delle dorsali moreniche della provincia, tra il fiume Sesia e il torrente Agogna, ed è sovrastato da un magnificente castello quattrocentesco, di proprietà privata.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il paese sorge nel medio novarese, circa 20 km a nord di Novara, ai piedi di un modesto rilievo collinare morenico. È circondato per tre quarti da pianura coltivata a riso (nella zona meridionale) e cereali. Pochi chilometri ad est scorre il torrente Agogna.

Il clima è freddo d'inverno e mitigato d'estate dalle vaste quantità d'acqua delle risaie, che riducono l'escursione termica fra giorno e notte.[senza fonte]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Paese di origine longobarda (come suggerito dal suffisso -engo); Barengo dall'841 al 969 appartenne al Comitato di Pombia. Passò successivamente ad Ingone di Bercledo ed a Ribaldo di Suno. Confiscato da Enrico I ai loro discendenti simpatizzanti per Arduino, fu donato ai Vescovi di Novara, che nel 1201 ne infeudarono i Signori di Momo. Seguì poi le vicende di Novara fino al 1441 quando Filippo Maria Visconti lo donò a Galeotto Toscano. Passo quindi ai Tornielli che nel 1686 cedettero parte dei loro diritti ai Ferrero e nel 1730 la rimanente parte alla Comunità di Barengo.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Castello di Barengo.

Castello di Barengo[modifica | modifica wikitesto]

Il paese è dominato da un castello quattrocentesco, un vasto quadrilatero irregolare, con torri d'angolo a caditoie. Di antica origine, venne ampiamente ricostruito alla fine del secolo scorso. Oggi è residenza di un'importante famiglia novarese. La fortificazione, probabilmente è tra le meglio conservate e più scenografiche di tutto il novarese.

Fino al 1443 la parrocchiale era, per ragioni di sicurezza, contenuta nella cappella castrense di Santa Maria. Dopo venne istituita l'attuale parrocchia di Santa Maria Assunta, appena fuori dal castello e a ridosso della collina. Venne restaurata nel 1640 e in epoche successive.

Gli oratori di Santa Maria di Campagna e di San Rocco conservano degli affreschi del XV secolo, a carattere religioso. Di buona fattura sono quelli dell'oratorio di San Rocco: oltre al Redentore e alcuni Santi contenuti nell'abside, tra i quadri esposti sulle pareti vi sono un San Martino, un San Rocco e una Vergine in trono. Alla destra della Vergine è presente un altro San Rocco, speculare al primo.

Veduta del Municipio

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Persone legate a Barengo[modifica | modifica wikitesto]

Cognomi derivati[modifica | modifica wikitesto]

  • Il cognome Barenghi, nei nuclei di Magenta ed Abbiategrasso, deriverebbe da questa località[3].

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Privo di attività commerciali se non strettamente di nicchia, Barengo vive come da sempre nella sua storia di agricoltura con coltivazione di vari tipi di riso e mais. Il comune rientra nel territorio della DOC Colline Novaresi; i vitigni sono coltivati sulla dorsale morenica alle spalle dell'abitato. Rilevante anche l'allevamento di bestiame.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Saliscendi della SP 20 verso Fara

Il comune è attraversato da 3 strade provinciali: la SP 20 Agnellengo-Barengo-Fara con direzione est-ovest, la SP 21 Solarolo-Barengo-Borgomanero con direzione sud-nord che a sua volta si dirama dalla SP 17 Ticino-Oleggio-Proh poco a sud dell'abitato. Barengo venne raggiunto dall'asfalto solo dopo gli anni '60. La stazione ferroviaria più vicina è quella di Momo sulla linea Domodossola-Novara.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]


Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
31 maggio 1985 25 maggio 1990 Giuseppe Savoini Democrazia Cristiana Sindaco [5]
25 maggio 1990 24 aprile 1995 Giuseppe Savoini Democrazia Cristiana Sindaco [5]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Rosario Sciammetta centro Sindaco [5]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Rosario Sciammetta centro Sindaco [5]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Gianfranco Novarina lista civica Sindaco [5]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Fabio Maggeni lista civica Sindaco [5]
26 maggio 2014 in carica Fabio Maggeni lista civica: noi per voi Sindaco [5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Dato Istat all'1/1/2010.
  3. ^ L'origine dei cognomi - Bare
  4. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità BNF: (FRcb11949855b (data)
Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte