Marano Ticino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marano Ticino
comune
Marano Ticino – Stemma Marano Ticino – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Novara-Stemma.svg Novara
Amministrazione
SindacoDavinio Zanetti (lista civica) dall'8-6-2009, riconfermato 26-5-2014
Territorio
Coordinate45°38′N 8°38′E / 45.633333°N 8.633333°E45.633333; 8.633333 (Marano Ticino)Coordinate: 45°38′N 8°38′E / 45.633333°N 8.633333°E45.633333; 8.633333 (Marano Ticino)
Altitudine258 m s.l.m.
Superficie7,79 km²
Abitanti1 656[1] (30-9-2017)
Densità212,58 ab./km²
Comuni confinantiDivignano, Mezzomerico, Oleggio, Pombia, Vizzola Ticino (VA)
Altre informazioni
Cod. postale28040
Prefisso0321
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT003091
Cod. catastaleE907
TargaNO
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climaticazona E, 2 745 GG[2]
Nome abitantimaranesi
PatronoMadonna del Carmine
Giorno festivo16 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Marano Ticino
Marano Ticino
Sito istituzionale

Marano Ticino (Marèn in piemontese, Marön in lombardo) è un comune italiano di 1 656 abitanti della provincia di Novara in Piemonte.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Marano Ticino è un comune del Parco Naturale della Valle del Ticino situato lungo le sponde del fiume Ticino in un territorio con differenze di altitudine non molto accentuate.[3] Il comune è situato nella parte settentrionale della Pianura Padana e si colloca nella zona centro-orientale della provincia di Novara, al confine con la Lombardia e la provincia di Varese.[3][4]

Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il centro abitato è di probabile origine romana e ciò lo si può desumere dal toponimo: Marano, infatti, deriva da "Maranus" e significa "Territorio di Mario".[3][5] Dopo l'Unità d'Italia, nel 1862 il nome del paese da Marano divenne Marano Ticino con decreto regio di Vittorio Emanuele II.[5]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente appartenuta al Comitato di Pombia, dal 1152 Marano Ticino passò ai Signori Da Castello.[3][5][4] Il territorio, poi, passò sotto il controllo del Comune di Novara con la pace di Buccione.[3][5]

Dal 1301, tuttavia, il centro abitato venne occupato dalla famiglia dei Visconti e dei Barbavara (questi ultimi restarono titolari di numerosi possedimenti fino XVII secolo); dopo oltre un secolo, nel 1436, Filippo Maria Visconti affidò Marano Ticino ai Castiglioni che, nel 1580, vennero ufficialmente riconosciuti quali unici signori di Marano Ticino.[3][5][4]

Nel Settecento, poi, i Castiglioni rimasero i feudatari di Marano e i loro possedimenti passarono ai conti Carena-Castiglioni fino all'inizio del novecento.[3][5]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di San Pietro[modifica | modifica wikitesto]

Collocata nel settore est dell'abitato, in posizione leggermente decentrata rispetto all'attuale centro, fino al 1847 è la chiesa parrocchiale di Marano.[6]

Villa Castiglioni Ostini (ex castello)[modifica | modifica wikitesto]

La villa è un rifacimento settecentesco del vecchio castello risalente al 1260, del quale ormai rimangono le tracce della cortina muraria e di una torre d'ingresso merlata.[7] Passata nella seconda metà del seicento dai Barbavara ai Castiglioni, di recente è diventata proprietà comunale.[7]

Parco Naturale della Valle del Ticino[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Parco naturale della Valle del Ticino.

Marano Ticino è uno degli undici Comuni della fascia fluviale che, insieme alla Provincia di Novara, costituisce il Consorzio Piemontese Parco Naturale "Valle Ticino", istituito il 21 agosto 1978 dalla Regione Piemonte.[8]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[9]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
5 giugno 1985 27 giugno 1990 Franco Merli Democrazia Cristiana Sindaco [10]
27 giugno 1990 24 aprile 1995 Franco Merli Democrazia Cristiana Sindaco [10]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Franco Merli centro Sindaco [10]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Marco Merli centro Sindaco [10]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Anna Maria Imarisio lista civica Sindaco [10]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Franco Merli lista civica Sindaco [10]
26 maggio 2014 in carica Ugo lista civica: la tua Marano Sindaco [10]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

La porzione di territorio rivolta a ovest è formata da colline moreniche che da sempre ben si prestano alla coltivazione della vite.[11] Si pratica anche la pesca e l’allevamento di bovini, suini e avicoli.[3]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Marano Ticino
  • Fondata nel 1995 svolge solo attività giovanile fino al 2005.
  • 2005-06 - ? nel girone ? di Terza Categoria Novara.
  • 2006-07 - 2º nel girone ? di Terza Categoria Novara. Vince i play off. Promosso in Seconda Categoria.
  • 2007-08 - 1º nel girone C di Seconda Categoria. Promosso in Prima Categoria.
  • 2008-09 - 1º nel girone B di Prima Categoria. Promosso in Promozione.
  • 2009-10 - 3º nel girone A di Promozione piemontese. Vince i play off, Ripescato in Eccellenza.
  • 2010-11 - 2º nel girone A di Eccellenza Piemontese. Perde i play off contro il Verbania.
  • 2011-12 - 7º nel girone A di Eccellenza Piemontese.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 settembre 2017.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ a b c d e f g h Marano Ticino, su italiapedia.it.
  4. ^ a b c Marano Ticino, su provincia.novara.it.
  5. ^ a b c d e f Storia, su comune.maranoticino.no.it.
  6. ^ Chiesa di San Pietro, su comune.maranoticino.no.it.
  7. ^ a b Villa Castiglioni Ostini, su comune.maranoticino.no.it.
  8. ^ Parco naturale della valle del ticino, su comune.maranoticino.no.it.
  9. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  10. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/
  11. ^ Economia, su comune.maranoticino.no.it.
Controllo di autoritàVIAF (EN140918208
Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte