Romentino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Romentino
comune
Romentino – Stemma Romentino – Bandiera
Romentino – Veduta
Scorcio di Via Chiodini, la via centrale del paese.
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Novara-Stemma.svg Novara
Amministrazione
SindacoMarco Caccia (lista civica) dal 26-5-2019
Territorio
Coordinate45°28′N 8°43′E / 45.466667°N 8.716667°E45.466667; 8.716667 (Romentino)Coordinate: 45°28′N 8°43′E / 45.466667°N 8.716667°E45.466667; 8.716667 (Romentino)
Altitudine146 m s.l.m.
Superficie17,69 km²
Abitanti5 550[1] (31-12-2020)
Densità313,74 ab./km²
Comuni confinantiBernate Ticino (MI), Boffalora Sopra Ticino (MI), Galliate, Novara, Trecate
Altre informazioni
Cod. postale28068
Prefisso0321
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT003131
Cod. catastaleH518
TargaNO
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 646 GG[3]
Nome abitantiromentinesi
Patronosan Giovanni Battista
Giorno festivo24 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Romentino
Romentino
Romentino – Mappa
Posizione di Romentino nel territorio della provincia di Novara
Sito istituzionale

Romentino ('Rmantin in piemontese e in lombardo) è un comune italiano di 5 550 abitanti della provincia di Novara in Piemonte. Dista circa 8 km dal capoluogo (centro-centro, circa 15 minuti in auto), anche se tra la periferia romentinese e la periferia cittadina di Novara intercorrono solamente 5 km scarsi, raggiungibili in 6/7 minuti.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Romentino si trova in Pianura Padana. Occupa un'area di 17,69 km² a oriente del Piemonte, situata a 4 km a ovest del fiume Ticino, a 24 km a est del fiume Sesia, a 45 km a nord del fiume Po e a 30 km a sud del lago Maggiore.

L'idrografia di Romentino è particolarmente complessa per questioni legate ai lavori di canalizzazioni e di deviazione dei corsi d'acqua eseguite dall'uomo, che hanno portato alla realizzazione di numerose rogge e canali.

I corsi d'acqua più importanti che interessano la Romentino moderna sono il fiume Ticino, i canali Naviglio Langosco, Naviglio Sforzesco e Diramatore Vigevano.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Romentino è situata a occidente del bacino della Pianura Padana ed è caratterizzata da un clima temperato umido con una sensibile escursione termica annua (estate calda e inverno freddo).

Romentino, come gran parte della Pianura Padana, accusa una scarsa ventilazione che favorisce il ristagno delle nebbie e degli inquinanti. Gli inverni romentinesi sono quindi più freddi rispetto a quelli delle città costiere, senza però raggiungere gli estremi tipici dell'Europa centrale grazie alla latitudine più meridionale e alla protezione fornita dalla catena delle Alpi. Le estati invece sono calde e afose.

Nel complesso le precipitazioni sono ben distribuite nel corso dell'anno anche se la stagione invernale registra periodi relativamente lunghi senza precipitazioni. Le stagioni intermedie sono piovose, specialmente il medio autunno e la primavera.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo lo storico locale Luigi Baldi, le origini del paese vanno fatte risalire ai romani, che diedero all'insediamento il nome di Roma piccola ad Ticinum, cioè Roma presso il fiume Ticino, per distinguerlo dagli altri insediamenti circostanti, come ad esempio Trecate o Galliate, dove il suffisso -ate sembra indicare una origine gallica.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Immigrazione dalle altre regioni italiane e rispettivi cognomi tipici[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Romentino, negli anni, ha ospitato ampi flussi migratori. I coinvolti sono stati:

  • i veneti e i friulani, come le famiglie Pitton, Mancin, Bertaggia, Cherubin, Freguglia, Martin, Pozzan, Menegazzo, Braghin, Cerato, Frezzato, Furlanetto, Giusmin, Lovison, Marangoni, Mottaran, Pavon, Tormena, Vadagnin, Vecchiato, Zambon, Zanirato, Albertin, Bassan, Bortolot, Brusato, Carraro, Cattelan, Bucciol, Chiarion, Favrin, Fazion, Fin, Fregnan, Magnan, Marchesin, Milan, Pedron, Rizzieri, Revelant, Sant, Sedran, Stoppa, Tognati, Zanin e Zanon.
  • i bergamaschi e i bresciani, ne sono un esempio i cognomi Busseni, Abeni, Bresciani, Ghislandi, Brognoli, Locatelli.
  • i toscani, emigrati prevalentemente da alcune zone della Garfagnana e stabilitasi a Romentino
  • i calabresi, provenienti specialmente dal piccolo comune di Roseto Capo Spulico (i cognomi più frequenti a Romentino, originari di Roseto Capo Spulico, sono: Franco, Salerno, Franchino, Mormandi, Blumetti, Gerundino, Cuccaro, D'Angelo, Elia, Bellino, Bruno, Fittipaldi, Margiotta, Caruso, Corrado, Introcaso, Leo, Manfredi, Musolino, Toscani, Viafora, Affuso, Buongiorno, Laviola, Ranù, Salamone e Santagata). Altri comuni dal quale molti calabresi emigrarono a Romentino sono Amendolara (oltre i sopracitati, tipici di Amendolara presenti a Romentino, sono Russo, Bongiorno, Canna, Albanese, Ferro e Sanchirico), Rocca Imperiale (i tipici Policastro, Simeone, Brunacci, Conte e Amendolare, tutti presenti a Romentino) e Montegiordano (cognome Staffa).
  • i pugliesi di Alberobello, come i Convertino, i Giannoccaro, i Pantaleo, i Marzolla e i Formiglio.
  • i campani, come i cognomi Esposito, Bucciero, Boniello, Cennamo e Colarusso.
  • i siciliani, presenti in forma sparsa sul territorio (es. cognomi Calarese, Morello, Ficarra, Alaimo, Zaccone, Ricciardo e Tolomeo).
  • i lucani, originari prevalentemente dalle zone confinanti con la Calabria (bassa provincia di Matera).
  • i sardi, in minoranza a Romentino (vengono rappresentati principalmente dalle famiglie Puddu, Marras, Floris, Pinna e Barraqueddu).

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Fra il 1884 e il 1934 la località era servita da una fermata della tranvia Novara-Vigevano-Ottobiano.

Attualmente, il comune di Romentino è servito dalle linee 4 e 9 e da alcune linee scolastiche della S.U.N., con capolinea il "Largo dei Donatori di Sangue", posto a circa 2 minuti a piedi dal Cimitero e a 7/8 minuti dal municipio.

Tram a Romentino

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Sindaci[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
7 giugno 1985 1º giugno 1990 Giovanni Maria Ferrari Democrazia Cristiana Sindaco [5]
1º giugno 1990 24 aprile 1995 Alberto Negri Democrazia Cristiana Sindaco [5]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Lino Franco Cattaneo Partito Popolare Italiano Sindaco [5]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Lino Franco Cattaneo Partito Popolare Italiano Sindaco [5]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Cornelio Rosati centro-destra Sindaco [5]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Gianbattista Paglino lista civica Sindaco [5]
26 maggio 2014 25 maggio 2019 Alessio Biondo lista civica: Romentino cambia Sindaco [5]
25 maggio 2019 in carica Marco Caccia lista civica: Romentino riparte Sindaco [5]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La principale squadra di calcio della città è stata la Romentinese: nata nel 1946, ha sempre militato nelle divisioni dilettantistiche della regione Piemonte. Suoi colori sociali erano il verde e l'arancio.

Nel 2017, a seguito della fusione con il club della vicina Cerano, ha assunto la nuova ragione sociale di Romentinese Cerano, mantenendo la sede a Romentino e aggiungendo il granata dei ceranesi quale seconda tinta. Successivamente cambia denominazione in R.G. Ticino e nel 20-21 viene promossa in Serie D

Dal 2009, nasce la squadra U.S.D. Rmantin , nata per dare la possibilità ai ragazzi romentinesi di giocare per il proprio paese, i colori sociali sono il verde e l'arancio; la squadra milita nella seconda categoria piemontese ed è ormai una solida realtà.

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

A Romentino, nonostante la popolazione, sono presenti tutte le scuole, di ogni grado (dall'asilo nido alla scuola superiore). Ecco l'elenco:

  • Asilo nido "Le cicogne": si trova in Via Sant'Ambrogio, nei pressi del consultorio comunale (circa 6 minuti a piedi dal municipio).
  • Scuola dell'infanzia "Chiara Beldì": è una storica struttura posta in Via Chiara Beldì, nei pressi dell'incrocio principale del paese. Si trova a circa 7 minuti a piedi dal municipio cittadino.
  • Scuola primaria "Edmondo De Amicis": la scuola elementare di Romentino si trova in Via dei Conte Caccia, a circa 100 metri dalla piazza del Mercato. Ospita circa 10 aule, una nuova palestra, una mensa, vari laboratori e un ampio giardino recentemente ristrutturato (2016). Dista circa 5 minuti a piedi dal municipio.
  • Scuola media statale "Giulio Pastore": si trova in Via Raffaello Sanzio (dove è posizionato l'ingresso docenti). Gli alunni accedono dal lato opposto, in Via Vinsole. Dista circa 8 minuti a piedi dal municipio.
  • Istituto d'istruzione superiore "Biagio Pascal": realizzato negli anni '80, l'Istituto Pascal è un importante polo scolastico della provincia di Novara: qui ogni mattina arrivano centinaia di studenti provenienti da parte della provincia di Novara, nonché dalla Lombardia (province di Milano e Pavia). Si trova fuori dal paese, all'inizio della strada provinciale che porta a Pernate e quindi a Novara. Dista circa 20 minuti a piedi dal municipio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2020 (dato provvisorio).
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN128025365
Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte