Serra San Bruno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serra San Bruno
comune
Serra San Bruno – Stemma Serra San Bruno – Bandiera
Chiesa dell'Addolorata
Chiesa dell'Addolorata
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Calabria.svg Calabria
Provincia Provincia di Vibo Valentia-Stemma.png Vibo Valentia
Amministrazione
Sindaco Bruno Rosi (PdL) dal 16/05/2011
Territorio
Coordinate 38°35′00″N 16°20′00″E / 38.583333°N 16.333333°E38.583333; 16.333333 (Serra San Bruno)Coordinate: 38°35′00″N 16°20′00″E / 38.583333°N 16.333333°E38.583333; 16.333333 (Serra San Bruno)
Altitudine 790 m s.l.m.
Superficie 39,58 km²
Abitanti 6 838[1] (30-11-2011)
Densità 172,76 ab./km²
Frazioni Ninfo
Comuni confinanti Arena, Gerocarne, Mongiana, Spadola, Simbario, Stilo (RC)
Altre informazioni
Cod. postale 89822
Prefisso 0963
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 102037
Cod. catastale I639
Targa VV
Cl. sismica zona 1 (sismicità alta)
Cl. climatica zona E, 2 693 GG[2]
Nome abitanti serresi
Patrono San Bruno
Giorno festivo 6 ottobre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Serra San Bruno
Posizione del comune di Serra San Bruno nella provincia di Vibo Valentia
Posizione del comune di Serra San Bruno nella provincia di Vibo Valentia
Sito istituzionale
« Della sua amenità, del suo clima mite e sano, della pianura vasta e piacevole che si estende per lungo tratto tra i monti, con le sue verdeggianti praterie e i suoi floridi pascoli, che cosa potrei dirti in maniera adeguata? Chi descriverà in modo consono l'aspetto delle colline che dolcemente si vanno innalzando da tutte le parti, il recesso delle ombrose valli, con la piacevole ricchezza di fiumi, di ruscelli e di sorgenti? Né mancano orti irrigati, né alberi da frutto svariati e fertili. »
(San Bruno, Lettera a Rodolfo il Verde, 1097)

Serra San Bruno (la Sèrra in calabrese[3]) è un comune italiano di 6.838 abitanti della provincia di Vibo Valentia in Calabria.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Le prime abitazioni di quello che sarebbe divenuto il paese furono costruite per ospitare gli operai che lavoravano per i monaci della certosa di Santo Stefano e per l'eremo di Santa Maria per volere del fondatore, San Bruno, il quale aveva ottenuto dal conte normanno Ruggero d'Altavilla il terreno per le sue fondazioni monastiche.

Luoghi di interesse[modifica | modifica sorgente]

Chiese[modifica | modifica sorgente]

Santuario regionale di Santa Maria del Bosco

Sono presenti sul territorio nove chiese, che testimoniano l'attività delle confraternite locali.

  • Chiesa matrice, dedicata al protettore San Biagio.
  • Chiesa di Maria Santissima dei Sette Dolori o dell'Addolorata
  • Chiese dedicate a Maria Santissima Assunta, una nel quartiere Terravecchia e una nel quartiere Spinetto. La storia delle due chiese è caratterizzata da una lunga ed aspra rivalità tra le due rispettive confraternite.
  • Chiesa di San Gerolamo
  • Chiesa di San Rocco
  • Cosiddetta chiesuledha ("piccola chiesa")
  • Santuario Regionale di Santa Maria nel Bosco, nel territorio compreso tra la Certosa e l'eremo.
Bosco di Archiforo
Chiesa di San Biagio o Chiesa Matrice

Musei[modifica | modifica sorgente]

  • Museo della Certosa
  • Museo Parrocchiale "San Biagio"
  • Museo dell'Arciconfraternita Maria SS. Assunta in Cielo (Spinetto)

Luoghi di interesse naturalistico[modifica | modifica sorgente]

La vera attrattiva di Serra, oltre ai luoghi di San Bruno, sono le bellezze naturali. Il comune è caratterizzato dalla presenza di numerose specie vegetali tra cui le più diffuse sono: il faggio, il castagno e l'abete bianco, con esemplari di piante gigantesche, secolari, che formano un manto forestale molto fitto.

Tra le abetine più belle abbiamo quelle del grande Bosco di Archiforo, e quelle del Bosco di Santa Maria.

Il territorio boschivo, facente parte del Parco Naturale Regionale delle Serre è attraversato dal "Sentiero Frassati".

Persone legate a Serra San Bruno[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[4]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica sorgente]

I cittadini stranieri residenti a Serra San Bruno sono 139[5] pari all'1,99% della popolazione. Le comunità nazionali più numerose sono:

Nazionalità Residenti
Romania Romania 30
Albania Albania 25
Polonia Polonia 13
Cina Cina 13
Ucraina Ucraina 9

Clima[modifica | modifica sorgente]

Carbone creato in modo tradizionale attraverso la creazione di uno scarazzu

Il clima serrese può essere definito "di bassa montagna con piovosità elevata"; gli inverni sono infatti umidi e molto piovosi. Non è inusuale la neve. Le stagioni intermedie sono fresche e anch'esse molto piovose. In estate si rilevano meno precipitazioni, ed una forte escursione termica tra il giorno e la notte. Non mancano i temporali, specie in giugno e nella seconda metà d'agosto.

Centro abitato ed aree sotto i 1000 metri d'altitudine[modifica | modifica sorgente]

L'abitato di Serra San Bruno è interessato da un microclima endemico: la vegetazione che circonda il paese denota un ecosistema unico nel suo genere. È infatti molto raro incontrare boschi di faggio e abete bianco sugli appennini a soli 800 metri d'altitudine (quota alla quale generalmente domina il castagno).

Umidità e piovosità abbondanti, e clima estivo relativamente fresco permettono invece lo sviluppo di queste specie circa 200 metri al di sotto della loro altitudine tipica.[6]

Territorio comunale sopra i 1000 metri[modifica | modifica sorgente]

Le zone più alte del Comune, poste ad altitudini sopra i 1000 metri d'altezza, sono caratterizzate da condizioni climatiche tipiche dell'Appennino (fagetum) con una piovosità un po' più abbondante del normale.

L'inverno è nevoso e rigido, con le nevi che rimangono al suolo da fine dicembre fino a marzo (specialmente la fascia tra la Pietra del Caricatore e Monte Pecoraro). Le estati sono fresche e umide.

Serra San Bruno Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Inv Pri Est Aut
T. max. mediaC) 7,3 7,6 9,7 12,8 17,2 21,7 24,4 25,3 22,1 17,0 12,5 9,0 8,0 13,2 23,8 17,2 15,6
T. min. mediaC) 0,3 0,3 1,8 4,0 6,2 9,1 10,8 10,8 9,4 6,8 4,5 2,2 0,9 4,0 10,2 6,9 5,5

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
22 ottobre 1987 2 febbraio 1990 Attilio Scrivo Democrazia Cristiana Sindaco
2 febbraio 1990 23 maggio 1991 Nazzareno Salerno Democrazia Cristiana Sindaco
23 maggio 1991 10 ottobre 1992 Carmelo Bertucci Democrazia Cristiana Sindaco
10 ottobre 1992 22 novembre 1993 Antonio Errigo Democrazia Cristiana Sindaco
22 novembre 1993 28 maggio 2002 Nazzareno Salerno Lista civica (Cen-Des) Sindaco
28 maggio 2002 20 aprile 2005 Bruno Censore Lista civica La Serra (Cen-Sin) Sindaco
20 aprile 2005 30 maggio 2006 Raffaele Lo Iacono Lista civica La Serra (Cen-Sin) Facente funzione sindaco
30 maggio 2006 4 novembre 2010 Raffaele Lo Iacono Lista civica La Serra (Cen-Sin) Sindaco
4 novembre 2010 16 maggio 2011 Maria Stefania Caracciolo - Commissario prefettizio
16 maggio 2011 in carica Bruno Rosi Il Popolo della Libertà Sindaco

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 giugno 2013.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 620.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Dato Istat al 31/12/2010
  6. ^ paesaggi - Calabria..una terra da scoprire..!

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]