Dasà

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dasà
comune
Dasà – Stemma Dasà – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Calabria.svg Calabria
Provincia Provincia di Vibo Valentia-Stemma.png Vibo Valentia
Amministrazione
Sindaco Giuseppe Corrado (lista civica Per il bene comune) dal 07/05/2012
Territorio
Coordinate 38°34′00″N 16°12′00″E / 38.566667°N 16.2°E38.566667; 16.2 (Dasà)Coordinate: 38°34′00″N 16°12′00″E / 38.566667°N 16.2°E38.566667; 16.2 (Dasà)
Altitudine 258 m s.l.m.
Superficie 6,19 km²
Abitanti 1 183[1] (30-04-2012)
Densità 191,11 ab./km²
Comuni confinanti Acquaro, Arena, Dinami, Gerocarne
Altre informazioni
Cod. postale 89832
Prefisso 0963
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 102007
Cod. catastale D253
Targa VV
Cl. sismica zona 1 (sismicità alta)
Nome abitanti dasaesi
Patrono San Nicola da Bari e san Michele Arcangelo
Giorno festivo 6 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Dasà
Posizione del comune di Dasà nella provincia di Vibo Valentia
Posizione del comune di Dasà nella provincia di Vibo Valentia
Sito istituzionale

Dasà è un comune di 1.183 abitanti in provincia di Vibo Valentia. Il suo nome significa "zona boscosa, zona alberata" (dal greco dasòs, foresta).

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Dasà si trova a 28 km a sud-est di Vibo Valentia ed è situata ad una altitudine media di 258 m (s.l.m.). sul versante tirrenico delle Serre e faceva parte della Comunità Montana dell'Alto Mesima insieme ai territori di Acquaro, Arena, Dinami, Gerocarne, Joppolo, Pizzoni, Sorianello, Soriano Calabro e Vazzano. Adesso trasformata in Comunità Montana Alto Mesima - Monte Poro. I paesi in essa rimasti sono: Acquaro, Arena e Sorianello aggregati a quelli del Monte Poro.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Fu casale di Arena e feudo dei Culchebret. L'abitato fu ricostruito due volte dopo il terremoto del 1783 ed il terremoto del 1905. Sul terremoto del 1783 vi scrissero diversi autori del tempo. In particolare ricordiamo il poeta Pier Giovanni Salimbeni[2] di Limpidi, che visse lunghi periodi della sua vita a Dasà, che lo ha cantato in ottava rima nel suo libro "Il Rabbino".

Economia[modifica | modifica sorgente]

L'economia è basata principalmente sul commercio e sulla produzione di olive, anche se recentemente l'olio calabrese ha subito un crollo verticale dei prezzi. Piante di ulivi millenari si trovano in località Bracciara.

Manifestazioni[modifica | modifica sorgente]

La principale festa religiosa di Dasà è 'a 'Ncrinata, rito religioso che rappresenta l'incontro della Madre col Cristo Risorto. Si svolge il martedì dopo la domenica di Pasqua.

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[3]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2012.
  2. ^ Domenico Capano, Piergiovanni Salimbeni, nel Settecento, da quella picciola Terra di Limpidi, ed. Lulu.com, 2010
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]