Roccamorice

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Roccamorice
comune
Roccamorice – Stemma
Via de Horatiis
Via de Horatiis
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Abruzzo-Stemma.svg Abruzzo
Provincia Provincia di Pescara-Stemma.png Pescara
Sindaco Alessandro D'Ascanio (Lista civica L'azione libertà e progresso) dal 27/05/2013
Territorio
Coordinate 42°13′00″N 14°02′00″E / 42.216667°N 14.033333°E42.216667; 14.033333 (Roccamorice)Coordinate: 42°13′00″N 14°02′00″E / 42.216667°N 14.033333°E42.216667; 14.033333 (Roccamorice)
Altitudine 520 m s.l.m.
Superficie 24 km²
Abitanti 1 002[1] (31-10-2013)
Densità 41,75 ab./km²
Frazioni Collarso, Pagliari, Piano delle Castagne
Comuni confinanti Abbateggio, Caramanico Terme, Lettomanoppello, Pennapiedimonte (CH), Pretoro (CH)
Altre informazioni
Cod. postale 65020
Prefisso 085
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 068034
Cod. catastale H425
Targa PE
Cl. sismica zona 1 (sismicità alta)
Nome abitanti roccolani
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Roccamorice
Posizione del comune di Roccamorice all'interno della provincia di Pescara
Posizione del comune di Roccamorice all'interno della provincia di Pescara
Sito istituzionale

Roccamorice è un comune italiano di 1.002 abitanti della provincia di Pescara in Abruzzo. Fa parte della Comunità montana della Maiella e del Morrone.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Roccamorice è posto a 520 m. s.l.m su di uno sperone roccioso che separa le valli dei fiumi Lavino e Lannella, nel versante settentrionale della Majella [2].

Storia[modifica | modifica sorgente]

Non ci sono fonti certe sull’origine dell’insediamento di Roccamorice, sebbene si ritiene essere precedente all’anno mille. Nella "Cronica Monasterii S. Bartholomei de Carpineto" Appare come "Rocca Morica", mentre in altre fonti viene citata come "Rocca Mauritii".

Il "Catalogus baronum" nel 1173 la riporta come feudo di Boemondo conte di Manoppello, mentre nel 1316 è posseduta da Rainaldo di Letto, nel 1354 da Antonio di Letto, nel 1385 da Napoleone Orsini di Manoppello e nel 1412 passa a Filippo di Valignano, famiglia chietina che governerà il paese fino al 1741 quando diventerà possedimento dei baroni Zambra, sempre di Chieti [3].

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[4]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2008 2008 Maria Di Cesare Commissario Prefettizio
2013 in carica Alessandro D'Ascanio lista civica "L'azione libertà e progresso" Sindaco

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 ottobre 2013.
  2. ^ Renzo Mancini: "Viaggiare negli Abruzzi"; Textus edizioni, 2003 – pag.148
  3. ^ Enrico Santangelo: "Roccamorice e gli Eremi Celestiniani"; Carsa edizioni, 2006 – pag.10
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Abruzzo Portale Abruzzo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Abruzzo