Pescosansonesco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pescosansonesco
comune
Pescosansonesco – Stemma Pescosansonesco – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Abruzzo-Stemma.svg Abruzzo
Provincia Provincia di Pescara-Stemma.png Pescara
Amministrazione
Sindaco Nunzio Di Donato (lista civica) dal 16/05/2011
Territorio
Coordinate 42°15′00″N 13°53′00″E / 42.25°N 13.883333°E42.25; 13.883333 (Pescosansonesco)Coordinate: 42°15′00″N 13°53′00″E / 42.25°N 13.883333°E42.25; 13.883333 (Pescosansonesco)
Altitudine 550 m s.l.m.
Superficie 18,46 km²
Abitanti 527[1] (31-12-2010)
Densità 28,55 ab./km²
Frazioni Colle della Guardia, Decontra, Dogli
Comuni confinanti Bussi sul Tirino, Capestrano (AQ), Castiglione a Casauria, Corvara, Pietranico
Altre informazioni
Cod. postale 65020
Prefisso 085
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 068029
Cod. catastale G499
Targa PE
Cl. sismica zona 1 (sismicità alta)
Nome abitanti pescolani
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Pescosansonesco
Posizione del comune di Pescosansonesco all'interno della provincia di Pescara
Posizione del comune di Pescosansonesco all'interno della provincia di Pescara
Sito istituzionale

Pescosansonesco (lu Pièsc'hië in abruzzese[2]) è un comune italiano di 549 abitanti della provincia di Pescara in Abruzzo. Fa parte della Comunità montana Vestina.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

Centro agricolo dell'Appennino abruzzese, alle falde sud-orientali del Gran Sasso d'Italia. L'abitato sorge sulle pendici orientali del Pizzo della Croce, 2 km a NE del vecchio centro che venne distrutto da una frana del 1934.

Cenni storici e artistici[modifica | modifica sorgente]

Fu possesso dell'Abbazia di San Clemente a Casauria e all'inizio del XIV secolo appare citato come Pesco Sedonisco. Fu feudo dei Cantelmo e dei Sansonetti. Le case del centro abitato si arroccano a diversi livelli sulla pendice dello sperone roccioso alla cui sommità sono gli imponenti resti del castello. Nel paese è la chiesa di San Nicola con cripta del secolo XII e i ruderi della quattrocentesca parrocchiale di San Giovanni Battista, andata in rovina in seguito alla frana del 1934. Vi è inoltre un ex convento francescano con la chiesa di Santa Maria in Coll'Angeli del secolo XV, ora divenuto ostello.

Economia[modifica | modifica sorgente]

Estesi sono i boschi e i pascoli per l'allevamento ovino, suino. Coltivazione dei cereali e della patata. Vengono prodotti olio di oliva e vino.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

In località Monte Queglia si trova il Buco del diavolo, grotta con numerosi pozzi.

In paese sorge il Santuario del Beato Nunzio Sulprizio che qui è nato nel 1817.

Altro illustre personaggio nato a Pescosansonesco fu il barone Pietro Trojani (1885-1938) che, unitosi in società con l'ingegnere e inventore popolese Corradino D'Ascanio, finanziò tra il 1925 e il 1932 la realizzazione di diversi prototipi dell'elicottero da lui progettato.

Famoso tratto di strada, prima dell'ingresso in paese, chiamato "punto di gravità" nel quale la strada che appare in discesa gioca un effetto strano chiamato appunto gravitazionale. (Rimanendo in macchina ferma nel punto preciso, ci si accorge che l'automobile invece di camminare verso la discesa prosegue nel senso opposto in salita)

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 484.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Abruzzo Portale Abruzzo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Abruzzo