Pervis Ellison

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pervis Ellison
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 206 cm
Peso 95 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Ala-pivot
Ritirato 2000
Carriera
Giovanili

1985-1989
Savannah High School
Louisville Cardinals Louisville Cardinals
Squadre di club
1989-1990 Sacramento Kings Sacramento Kings 34 (271)
1990-1994 Washington Bullets Washington Bullets 238 (3309)
1994-2000 Boston Celtics Boston Celtics 193 (908)
2000 Seattle S.Sonics Seattle S.Sonics 9 (6)
Nazionale
1987 Stati Uniti Stati Uniti 7
Palmarès
Flag of PASO.svg Giochi Panamericani
Argento Indianapolis 1987
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Pervis Ellison (Savannah, 3 aprile 1967) è un ex cestista statunitense, professionista nella NBA.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

High school e college[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver giocato a livello liceale per la Savannah High School di Savannah (Georgia) è passato alla University of Louisville dove in quattro stagioni ha segnato 15,8 punti e catturato 8,4 rimbalzi di media, vincendo anche il titolo NCAA 1986 da protagonista assoluto.

È stato il primo freshman a vincere il premio di miglior giocatore del torneo NCAA, dopo di lui ci è riuscito solo Carmelo Anthony.

NBA[modifica | modifica wikitesto]

Finita la carriera collegiale è stato scelto dalla NBA nel draft NBA del 1989 al primo giro con il numero 1 dai Sacramento Kings.

Una delle prime scelte assolute più deludenti della storia del gioco: uscito con onori e gloria dalla University of Louisville, non è mai riuscito ad imporsi nella NBA, dove in 11 stagioni ha avuto una media di 9,5 punti e 6,7 rimbalzi a partita. Nonostante la tecnica egregia, è stata soprattutto la sua mancanza di carattere e di fisicità (da cui il soprannome un po' beffardo di Never Nervous) la lacuna maggiore.

Nel 1991-92 ha comunque vinto il premio di giocatore più migliorato della NBA, nella stessa stagione è finito 9° nella percentuale dal campo tirando con il 53,9%, segnando 20 punti con 11 ribalzi a partita. Numeri da all-star che non avrebbe più ripetuto.

Notevole stoppatore, in 11 anni ne ha messe a segno ben 752.

A discolpa del rendimento sotto le aspettative, vanno citati anche i numerosi infortuni, specie alle ginocchia, che lo hanno tenuto fermo a lungo.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]