Justus Sustermans

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto di Justus Sustermans
Ritratto di Galileo Galilei di Justus Sustermans.

Justus Sustermans, conosciuto anche col nome di Giusto e con la variante Suttermans (Anversa, 28 settembre 1597Firenze, 23 aprile 1681), è stato un pittore fiammingo di stile barocco.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Egli è ricordato in particolar modo per i ritratti che eseguì per i membri della famiglia dei Medici quando divenne pittore di corte presso di loro. Suoi lavori si possono ancora oggi ammirare nella Galleria Palatina di Palazzo Pitti e nella Galleria degli Uffizi di Firenze, e in molti altri importanti musei del mondo. Nel corso della sua vita venne considerato in Italia uno dei migliori pittori del tempo.

I suoi primi studi si svolsero nelle Fiandre e ad Anversa, probabilmente con artisti del calibro di Villem de Vos, nipote del ben più famoso Marten de Vos e anche con Frans Pourbus. Egli venne invitato a Firenze sotto il patronato della famiglia De' Medici dove egli studiò i ritrattisti italiani come Il Guercino, lo spagnolo Diego Velázquez e il francese Pierre Mignard. In Italia venne anche influenzato dalla pittura degli artisti veneziani.

Alcune delle sue opere si trovano nei magazzini comunali di Livorno. L'amministrazione della città ha concesso in prestito al Museo degli Uffizi uno dei quadri in suo possesso, ricevendone in cambio un altro conservato, fino a quel momento, nei magazzini del museo fiorentino. La collezione dei magazzini livornesi non è visitabile, in quanto il Museo Civico di Livorno fu chiuso nel 1940 con l'inizio delle operazioni belliche e da quel momento mai più riaperto.

Alcune opere[modifica | modifica sorgente]

  • Ritratto di dama, Olio su tela, (Norton Simon Museum, Pasadena)
  • Ritratto di dama con perle', Olio su tela, (Museo di Odessa dell'Arte Occidentale ed Orientale, Ucraina)[1]
  • Ritratto del Granduca Ferdinando II di Toscana e di sua moglie Vittoria della Rovere, Olio su tela, (National Gallery, Londra)
  • I Senatori di Firenze stringono un'alleanza con Ferdinando II de' Medici, Olio su tela, (Ashmolean, Oxford)
  • Ritratto del Cardinale Carlo de' Medici, Olio su tela, (Museo Poldi Pezzoli, Milano)
  • Vincenzo II Gonzaga, Duca di Mantova dal 1587 al 1612, che indossa il mantello dell'Ordine del Redentore, Olio su tela, Mantova
  • La famiglia di Darios davanti a Alejandro, Olio su tela, (Biblioteca Museu Víctor Balaguer, Vilanova i la Geltrú)
La famiglia di Darios davanti a Alejandro, (Biblioteca Museu Víctor Balaguer)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Didier Bodart, Rubens e la pittura fiamminga del Seicento, cfr. capitolo dedicato a Juste Sustermans, edito a cura del Ministero per i Beni culturali e ambientali - Soprintendenza ai beni artistici di Firenze e Pistoia, Firenze 1997.
  • Marco Horak, Juste Sustermans tra i grandi ritrattisti presenti nelle raccolte piacentine, in "Panorama Musei", Anno XVI, n. 2, agosto 2011.
  • Marco Horak, Justus Sustermans, la grande scuola fiorentina nelle collezioni piacentine, in "Piacentinità" anno XV n.1, Piacenza 2012

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 44338265 LCCN: nr2003005370