Gliceraldeide-3-fosfato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gliceraldeide-3-fosfato
G3P-2D-skeletal.png
modello ad asta e sfera
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C3H7O6P
Massa molecolare (u) 170,058
Numero CAS [591-57-1]
PubChem 729
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
corrosivo

pericolo

Frasi H 314
Consigli P 280 - 305+351+338 - 310 [1]

La gliceraldeide-3-fosfato (spesso abbreviata come G3P) è un intermedio metabolico composto di tre atomi di carbonio.

Ruolo nella glicolisi e nella gluconeogenesi[modifica | modifica wikitesto]

La G3P viene prodotta a partire dalle seguenti molecole in seguito ad alcune reazioni reversibili delle due vie metaboliche:

Questa molecola è molto importante anche per l'ingresso del glicerolo di origine lipidica (proveniente dai trigliceridi) nelle vie glicolitica e gluconeogenetica. In queste reazioni viene spesso abbreviata come GAP o GADP.

Nella glicolisi, dopo essere stata prodotta dalla scissione del Fruttosio-1,6-bisfosfato, attraverso varie tappe dove vi è il caricamento di due molecole di ATP e l'espulsione di una molecola d'acqua, conduce alla sintesi di due molecole di acido piruvico.

Ruolo nella fotosintesi[modifica | modifica wikitesto]

La gliceraldeide-3-fosfato viene spesso chiamata anche 3-fosfogliceraldeide (abbreviata come PGAL), specialmente quando ci si riferisce ad essa come al prodotto della fissazione del carbonio durante il ciclo di Calvin.

Durante la fotosintesi, due molecole di 3-fosfoglicerato vengono prodotte a partire da una di ribulosio-1,5-bisfosfato ed una di anidride carbonica attraverso l'enzima rubisco (inizio della fase oscura). Il 3-fosfoglicerato viene ridotto a gliceraldeide-3-fosfato attraverso l'energia fornita da ATP ed il potere riducente del NADPH (provenienti dalla fase luminosa).

La gliceraldeide-3-fosfato, poi, viene ulteriormente processata fino alla produzione di glucosio. Per questo motivo, essa viene considerata come nutriente immediato, utilizzabile negli organismi a metabolismo autotrofo per una veloce produzione di monosaccaridi fondamentali come il glucosio o polisaccaridi di riserva come l'amido.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 08.04.2011 riferito ad una soluzione acquosa al 97%

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]