Acetato di vinile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acetato di vinile
formula di struttura e modello molecolare
Nome IUPAC
etanoato di etenile
Nomi alternativi
1-acetossietilene

Vinil acetato

Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C4H6O2
Massa molecolare (u) 86,09
Aspetto liquido incolore
Numero CAS [108-05-4]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 0,93
Solubilità in acqua 20 g/l a 20 °C
Temperatura di fusione −100 °C (173 K)
Temperatura di ebollizione 71 °C (344 K)
Tensione di vapore (Pa) a 293 K 12000
Proprietà termochimiche
ΔfH0 (kJ·mol−1) −349,2
Indicazioni di sicurezza
Flash point −8 °C (265 K)
Limiti di esplosione 2,6 - 13,4% vol.
Temperatura di autoignizione 385 °C (658 K)
Simboli di rischio chimico
facilmente infiammabile

pericolo

Frasi H 225
Consigli P 210 [1]

L'acetato di vinile o vinil acetato è l'estere vinilico dell'acido acetico.

A temperatura ambiente è un liquido incolore, infiammabile, dall'odore dolciastro. Data la facilità con cui può polimerizzare, viene generalmente conservato per aggiunta di stabilizzanti.

Il suo polimero, il polivinil acetato, noto semplicemente anche come acetato, è un materiale perfettamente trasparente, utilizzato spesso in fogli sottili come supporto per disegni, da riprodurre tramite procedimento fotochimico.
Attualmente sono disponibili altri supporti di composizione diversa ma con la stessa funzione e ultimamente sono disponibili particolari pellicole trasparenti utilizzabili anche con stampanti a getto di inchiostro, mentre l'acetato è utilizzabile solo con vernici a base non acquosa.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ scheda dell'acetato di vinile su IFA-GESTIS
chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia