Francesco Corner (doge)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francesco Corner
Pietro Liberi, Francesco Carnaro (1585-1656).
Pietro Liberi, Francesco Carnaro (1585-1656).
Doge di Venezia
Coa fam ITA Corner.svg
In carica 17 maggio 1656 –
5 giugno 1656
Predecessore Carlo Contarini
Successore Bertuccio Valier
Nome completo Francesco Corner
Nascita Venezia, 6 marzo 1585
Morte Venezia, 5 giugno 1656
Sepoltura Chiesa di San Nicola da Tolentino, Venezia
Dinastia Corner
Padre Giovanni I Corner
Madre Chiara Dolfin
Consorte Adriana Priuli
Figli Sei maschi e due femmine
Religione Cattolico

Francesco Corner o Cornaro (Venezia, 6 marzo 1585Venezia, 5 giugno 1656) fu il centounesimo doge della Repubblica di Venezia.

Figlio di Giovanni I Cornaro, a sua volta doge dal 1625 al 1629 e sposò Adriana Priuli, figlia del doge Antonio Priuli (doge dal 1618 al 1623), dalla quale ebbe sei maschi e due femmine.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Di famiglia ricca (era proprietario di Palazzo Cornaro, da lui venduto alla famiglia Pamphilj) e vicina alle posizioni clericali e filo-romane, si distinse per una prestigiosa carriera politica macchiata solo da un'espulsione, durante un'ambasciata, da parte del duca di Savoia che lo riteneva coinvolto in congiure ai suoi danni.

Si dice che non volesse esser eletto doge visto che, ormai vecchio, preferiva dedicarsi più agli affari che alla politica. In ogni caso il suo dogado divenne famoso per esser il più breve della storia della Repubblica veneziana: eletto il 17 maggio 1656, morì il 5 giugno dello stesso anno.

Durante il suo brevissimo regno non accadde nulla di rilevante.

Venne sepolto nella chiesa dei Tolentini.

Predecessore Doge di Venezia Successore
Carlo Contarini 17 maggio 1656 - 5 giugno 1656 Bertuccio Valier