Marcantonio Trevisan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marcantonio Trevisan
Tiziano Vecellio, Ritratto del doge Marcantonio Trevisan.
Tiziano Vecellio, Ritratto del doge Marcantonio Trevisan.
Doge di Venezia
Doge Marc'Antonio Trevisan.png
In carica 4 giugno 1553 –
31 maggio 1554
Predecessore Francesco Donà
Successore Francesco Venier
Nome completo Marcantonio Trevisan
Nascita Venezia, 1475
Morte Venezia, 31 maggio 1554
Sepoltura Chiesa di San Francesco della Vigna, Venezia
Dinastia Trevisan
Padre Domenico Trevisan
Madre Suordamor Marcello
Consorte Celibe
Religione Cattolico

Marcantonio Trevisan, o Trivisano (Venezia, 1475 circa – Venezia, 31 maggio 1554), fu l'ottantesimo doge della Repubblica di Venezia.

Vita[modifica | modifica wikitesto]

Nato da Domenico e da Suordamor Marcello era noto in tutta Venezia per la sua bigotteria ed il fanatismo religioso che lo animava. Non si sposò mai, probabilmente, come dicevano alcune fonti dell'epoca, per non peccare. Durante la sua vita politica ebbe numerosi incarichi in cui si mise in luce per la sua onestà e rettitudine morale; ciò gli permise di esser ben considerato nonostante l'estremismo religioso.

Dogato[modifica | modifica wikitesto]

Doge Marc'Antonio Trevisan.png

Venne eletto il 4 giugno 1553 nonostante lui, in realtà, non lo volesse. Durante il suo breve dogato cercò di limitare feste e divertimenti a favore d'una ritrovata spiritualità e d'una maggior comunione con i dettami sacri ma, come si può immaginare, il popolo non lo seguì molto e, presto, rimase isolato. Ammalatosi morì il 31 maggio 1554, forse neppure troppo pianto da una città che era al culmine del suo potere ed il cui popolo voleva divertirsi, lasciandosi per sempre alle spalle il medioevo con le sue forme religiose divenute ormai eccessive in un ambito rinascimentale, ben più libero e orientato alla ricerca di valori più terreni.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Doge di Venezia Successore
Francesco Donà 4 giugno 1553 - 31 maggio 1554 Francesco Venier