Fabiano Caruana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fabiano Caruana nel 2013

Fabiano Luigi Caruana (Miami, 30 luglio 1992) è uno scacchista con doppia nazionalità, italiana e statunitense, Grande Maestro, attualmente numero 2 al mondo con ELO pari a 2837.

È il più giovane scacchista italiano ad avere conseguito il titolo di Grande Maestro, ottenuto nel 2007 a soli 14 anni. Dal 2008 è Prima scacchiera della nazionale scacchistica italiana.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Fabiano Caruana è nato a Miami, in Florida, da padre italo-americano[1] e madre italiana[2]. A quattro anni si trasferisce da Miami a Park Slope, un quartiere di Brooklyn, a New York, lo stesso quartiere in cui Bobby Fischer trascorse la sua giovinezza; l'anno seguente, mentre frequenta un programma del doposcuola, viene scoperto il suo talento per gli scacchi e il giovane inizia ad essere allenato da Bruce Pandolfini. Fino all'età di dodici anni vive e gioca negli Stati Uniti, partecipando solo occasionalmente ad alcuni tornei europei e sudamericani; in questo periodo studia con il Grande Maestro Miron Sher, facendosi notare, a soli dieci anni, per aver battuto il Grande Maestro Aleksander Wojtkiewicz e vinto due Campionati panamericani giovanili.

Nel 2004, a dodici anni, si trasferisce in Europa per dedicarsi maggiormente alla carriera scacchistica; nel primo periodo vive a Madrid, dove studia con Boris Zlotnik. Nell'ottobre 2005 passa dalla federazione statunitense a quella italiana. Ottiene il titolo di Maestro Internazionale nel 2006 e quello di Grande Maestro nel 2007. È uno dei più giovani (e il terzo italiano[3]) ad aver ottenuto tale titolo. Tra il 2006 e il 2007 vince due tornei "First Saturday"" a Budapest e il torneo di Vlissingen, un torneo chiuso, con una performance di 2715 punti. Del 2007 è anche la prima vittoria nel campionato italiano assoluto,[4] dopo il secondo posto del 2006; Caruana ha vinto il titolo anche negli anni successivi, con l'eccezione del 2009 e del 2012, anni in cui non ha partecipato. Sempre nel 2007, Caruana si trasferisce con la famiglia a Budapest, dove inizia a studiare con il Grande Maestro Alexander Chernin.

Nel 2008 partecipa al torneo C di Wijk aan Zee, vincendolo con 10/13[5] e diventando, con la lista Elo di aprile, il primo italiano a superare i 2600 punti. Questo gli garantisce la partecipazione al torneo B dell'anno successivo, che vince con 8,5/13 sconfiggendo Nigel Short nell'ultima partita, sebbene in modo rocambolesco. Nella storia dei tornei Corus, Caruana è l'unico giocatore ad aver vinto consecutivamente il torneo C e il torneo B.[6]. Partecipa sia nel 2008 che nel 2009 al "Rising Stars vs Experienced", un torneo a squadre in cui cinque Grandi maestri giovani incontrano cinque Grandi Maestri più anziani, ottenendo 6,5 punti su 10. Dal 2009 inizia inoltre a partecipare al campionato russo a squadre con il Club 64. Partecipa alle Coppe del Mondo del 2009 e del 2011, venendo sconfitto rispettivamente al quarto e al terzo turno.

Ha partecipato in prima scacchiera con la squadra italiana alle Olimpiadi degli scacchi del 2008, del 2010, del 2012 e del 2014, ai campionati europei a squadre 2009 e 2011 e alla Mitropa Cup 2009 e 2010. Alle Olimpiadi ha ottenuto 7,5 punti su 11 nel 2008 (vincendo contro Michael Adams), mentre nel 2010 5,5 su 10 e nel 2012 6,5/9; ha inoltre ottenuto la medaglia d'oro di scacchiera della Mitropa Cup in entrambe le sue partecipazioni, vincendo anche la coppa nel 2010.

Nel 2010 si trasferisce con la sua famiglia a Lugano in Svizzera.

Nel 2012 ottiene una serie di risultati che gli permettono di passare dal punteggio di 2736 punti Elo nella classifica FIDE di gennaio a quello di 2782 nella classifica di dicembre, entrando tra i primi cinque giocatori per punteggio Elo: secondo posto a Reggio Emilia (con Morozevich e Nakamura), secondo posto al torneo A di Wijk aan Zee (con Carlsen e Radjabov), quarto posto all'Open Aeroflot di Mosca (con altri quattro giocatori), vittoria all'open di Reykjavik, vittoria all'open "Sigeman & Co. Chess Tournament" di Malmö, secondo posto nel torneo Mikhail Tal Memorial di Mosca e vittoria al prestigioso torneo di Dortmund.[7]

Ha rappresentato l'Italia alle Olimpiadi degli scacchi del 2012 a Istanbul ottenendo il miglior punteggio individuale in prima scacchiera con 6,5 punti su 9. È giunto 1º-2º ex aequo con Carlsen al Final Chess Masters, tenutosi da settembre a ottobre a San Paolo (Brasile) e Bilbao (Spagna), perdendo però il mini-match lampo di spareggio su due partite col norvegese, ma conducendo la classifica sempre in testa dal primo all'ultimo turno. Nel torneo è riuscito anche a sconfiggere, per la prima volta, lo stesso Carlsen e Aronian, rispettivamente n. 1 e 2 del mondo. All'inizio di novembre, a Bucarest, ha partecipato al Torneo dei Re, piazzandosi al 3º posto e pattando tutte le partite. Dal 21 novembre al 4 dicembre 2012 a Tashkent, dove si è svolto il 2º torneo del Grand Prix FIDE, si è classificato 4º-6º ex aequo, mezzo punto dietro i tre vincitori.

Nel 2013 si trasferisce con la sua famiglia a Madrid e il suo allenatore è il GM belga di origini russe Vladimir Čučelov.

Nel 2013 (febbraio-marzo) ha vinto a Zurigo il torneo quadrangolare "Zurich Chess Challenge" con 4 su 6, con un punto di vantaggio sul campione del mondo Anand, che ha sconfitto nell'incontro diretto.[8] Con questa vittoria diventa il primo giocatore italiano a sconfiggere un campione del mondo in carica.

Dal 17 aprile al 1 maggio 2013 a Zugo, dove si è svolto il 3º torneo del Grand Prix FIDE, si è classificato 3º-4º ex aequo .

Dal 21 maggio al 4 giugno 2013 a Salonicco, dove si è svolto il 4º torneo del Grand Prix FIDE, si è classificato 2º assoluto .

Il 3º-5º posto nel prestigioso Torneo Memorial Tal di Mosca, svoltosi nel giugno 2013, gli permette di classificarsi al 3º posto assoluto al mondo nella classifica Elo FIDE.

Dall'11 agosto al 3 settembre partecipa alla World Cup di Tromso in Norvegia dove riesce a qualificarsi per il 5º turno, dove dovrà cedere al francese Maxime Vachier-Lagrave.

A Parigi (dal 22 settembre al 4 ottobre) vince, a pari merito con Boris Gelfand, il suo primo torneo Grand Prix Fide.

Nel mese di ottobre del 2013, a Bucarest, vince con due turni di anticipo la 7ª edizione del King Chess Tournament, che aveva una media Elo dei sei partecipanti di 2732.

A Zurigo gioca dal 29 gennaio al 4 febbraio 2014 il torneo "Zurich Chess Challenge" dove giunge secondo nella classifica combinata (Classic & Rapid Tournament) dietro il Campione del Mondo Magnus Carlsen.

In luglio 2014 vince il torneo "Sparkassen Chess Meeting" di Dortmund con un turno di anticipo, oltrepassando nel Live rating la soglia dei 2800 punti Elo.[9]

Dall'1 al 14 agosto ha rappresentato l'Italia alle Olimpiadi di Tromso, giocando in prima scacchiera ha ottenuto 6,5 punti su 9 partite disputate .

In settembre 2014 vince con due turni di anticipo la seconda edizione della Sinquefield Cup, giocata a Saint Louis dal 27 agosto al 7 settembre 2014, con 8,5 punti su 10 partite, tre punti di vantaggio sul secondo classificato Magnus Carlsen e una prestazione di 3098 punti Elo.

Il 4 settembre 2014, durante lo svolgimento della seconda edizione della Sinquefield Cup, ottiene un punteggio di 2836,1 nel Live rating che rappresenta il terzo miglior punteggio di tutti i tempi in questa speciale classifica, alle spalle di Carlsen (2889,2) e di Kasparov (2856,7). Inoltre, vincendo il suddetto torneo con il punteggio di 8.5/10 (7 vittorie consecutive nelle prime 7 partite, e 3 patte finali), totalizza 3 punti più del secondo classificato (il Campione del Mondo in carica, Magnus Carlsen, 5.5/8) e realizza la performance Elo più alta mai registrata in un torneo di scacchi a tempo lungo (performance di circa 3100 punti Elo).

Punteggio Elo FIDE[modifica | modifica sorgente]

È stato il primo giocatore italiano a superare la soglia dei 2700 punti Elo, raggiunti nella classifica di settembre 2010[10], nonché il primo (e finora unico) italiano a superare i 2800 punti (agosto 2014). Nella lista Elo di agosto 2014 ha raggiunto il suo punteggio Elo di 2801 punti, punteggio che gli assegna il 3º posto nella classifica mondiale assoluta[11]. Attualmente è il numero 2 al mondo con un ELO pari a 2837 secondo al mondo solo al norvagiese Magnus Carlsen, campione del mondo con ELO 2882.

Nella graduatoria FIDE di luglio 2014 è risultato al primo posto al mondo nelle partite di gioco rapido con un Elo FIDE di 2858.

Partite[modifica | modifica sorgente]

Due partite di esempio del giovane Caruana, trascritte in notazione algebrica italiana.

  • Fabiano Caruana – Aleksander Wojtkiewicz (New York, 2002)[12]
Difesa Siciliana
1. e4 c5 2. Cf3 g6 3. d4 Ag7 4. Ae3 Cf6 5. Cc3 cxd4 6. Axd4 Cc6 7. Ab5 Cxd4 8.D xd4 O-O 9. e5 Ce8 10. O-O-O d6 11. Dd2 Ag4 12. Axe8 Txe8 13. exd6 exd6 14. Dxd6 Axc3 15. Dxd8 Axb2+ 16. Rxb2 Taxd8 17. Txd8 Txd8 18. Ce5 Af5 19. g4 Ae6 20. Te1 Td2 21. Cd3 Axg4 22. h3 Af3 23. Te3 Ac6 24. Rc1 Txd3 25. Txd3 Rg7 26. Rd2 Rf6 27. Re3 Rg5 28. Rd4 Rh4 29. Tg3 f5 30. Re5 Ae4 31. c4 g5 32. Tb3 Ag2 33. Rxf5 h6 34. Rg6 h5 35. Rh6 g4 36. hxg4 hxg4 37. Rg6 Af3 38. Rf5 Rh3 39. Rf4 Rg2 40. Tb2 a6 41. c5 Rh2 42. a4 Rg2 43. a5 Rh2 44. Tb3 Rg2 45. Txf3 (1–0)
  • Fabiano Caruana – Michele Godena (Cremona, 2006)
Partita Spagnola
1. e4 e5 2. Cf3 Cc6 3. Ab5 a6 4. Aa4 Cf6 5. O-O b5 6. Ab3 Ac5 7. a4 Ab7 8. c3 d6 9. d4 Ab6 10. Ag5 h6 11. Axf6 Dxf6 12. Ad5 O-O 13. Ca3 exd4 14. cxd4 Tfb8 15. Cc2 bxa4 16. Txa4 a5 17. Ce3 Cb4 18. Axb7 Txb7 19. Cc4 De6 20. De2 d5 21. Cxb6 cxb6 22. e5 Dg4 23. Ta3 Tc8 24. Tc3 Tbc7 25. Db5 De6 26. Txc7 Txc7 27. Te1 Tc2 28. Te2 Dc6 29. Dxc6 Txc6 30. Rf1 Cd3 31. g3 Tc1+ 32. Rg2 Tb1 33. Te3 Cxb2 34. Tb3 a4 35. Txb6 a3 36. Ta6 Cc4 37. h4 Tb2? (Rf8!-+) 38. h5 a2 39. Ta8+ Rh7 40. e6 fxe6 41. Ch4 g5 42. hxg6+ Rg7 43. Ta7+ Rg8 44. Ta8+ Rg7 45. Ta7+ (1/2)

Note[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]