Judit Polgár

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Judit Polgár a Positano nel 2007

Judit Polgár (Budapest, 23 luglio 1976) è una scacchista ungherese, Grande Maestro.

È di gran lunga la migliore giocatrice nella storia degli scacchi.

Nel 1991 ha conquistato il titolo di grande maestro all'età di 15 anni, 4 mesi e 28 giorni, diventando il più giovane grande maestro di sempre, maschi compresi. Solo nel 1994 il primato le è stato tolto dal connazionale Peter Leko, con una età di 14 anni 4 mesi e 22 giorni[1].

Istruzione[modifica | modifica sorgente]

Judit, unitamente alle sue due sorelle maggiori Zsuzsa (Grande Maestro) e Zsófia (Maestro Internazionale), fece parte di un percorso educativo portato avanti dal padre László Polgár, intenzionato a dimostrare che un bambino può ottenere risultati eccezionali se allenato fin da piccolo in un certo campo. Il suo motto era: La genialità si crea, non nasce da sola. Insieme alla moglie Klara hanno educato le loro figlie a casa, specializzandole negli scacchi.

Mentre Zsófia è emigrata prima in Israele e poi in Canada e Zsuzsa negli USA, Judit è rimasta in Ungheria dove si è sposata con Gusztáv Fonts [2], un medico veterinario di Budapest. Nel 2004 è diventata mamma di un bambino, Olivér,[3] e nel luglio del 2006 di una bambina, Hanna.

Carriera scacchistica[modifica | modifica sorgente]

Judit Polgár nel 2004

Al contrario delle sorelle, Judit non ha mai partecipato ai tornei femminili, non avendo mai nascosto che il suo obiettivo era il titolo di campione del mondo di scacchi. Nella sua carriera è riuscita a sconfiggere molti campioni titolati quali Garry Kasparov[4], Veselin Topalov e Viswanathan Anand.

A 10 anni sconfisse il Maestro Internazionale Dolfi Drimer[5] e a 11 anni il Grande Maestro Vladimir Kovacevic.[6]

Nel 2003 al torneo di Wijk aan Zee ha ottenuto il secondo posto assoluto senza nessuna sconfitta arrivando mezzo punto sotto Viswanathan Anand e un punto sopra Vladimir Kramnik.[7]

Nel 2005 (dopo l'assenza per la prima maternità) partecipa al torneo Corus di Wijk aan Zee e a quello di Sofia in Bulgaria, dove arriva terza.

Quindi partecipa, prima donna al mondo, al torneo dei candidati, ma senza qualificarsi.

Nel luglio del 2005 raggiunge il suo massimo punteggio Elo di 2.735 punti, l'ottavo al mondo [8].

Dopo un periodo di assenza dalle gare dovuto alla seconda maternità, in ottobre del 2006 è tornata a giocare, vincendo a pari merito con 4,5 su 6 il Torneo quadrangolare Essent, a Hoogeveen in Olanda [9], battendo per due volte Veselin Topalov.

Nel maggio-giugno del 2007 ha partecipato di nuovo al torneo dei candidati, ma è stata eliminata da Evgeny Bareev per 3,5 a 2,5.

A gennaio 2009 è al 36º posto nella classifica FIDE con un punteggio di 2 693 punti, unica donna tra i primi cento giocatori.

Partite notevoli[modifica | modifica sorgente]

Judit Polgár a Wijk aan Zee nel 2005

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il record appartiene, a febbraio 2009, a Sergej Karjakin che ha ottenuto il Titolo a 12 anni e 7 mesi esatti.
  2. ^ http://www.chessbase.com/newsdetail.asp?newsid=4244 Judit Polgár, foto di famiglia
  3. ^ http://www.chessbase.com/newsdetail.asp?newsid=2136 Why Judit Polgar was not on the ratings list January 14, 2005
  4. ^ Benché unicamente a gioco rapido: la sua vittoria avvenne nel match Russia - Resto del mondo di Mosca 2002, che aveva una cadenza di 25 minuti per l'intera partita, a cui venivano aggiunti 10 secondi di bonus dopo ogni mossa. Regolamento dell'evento consultabile qui
  5. ^ http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1110730 Judit Polgar vs Dolfi Drimer
  6. ^ http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1110745 Judit Polgar vs Vladimir Kovacevic
  7. ^ http://www.fide.com/ratings/top_files.phtml?id=700070 FIDE profile of Judit Polgár
  8. ^ http://chessmetrics.com/cm/CM2/PeakList.asp Peak Average Ratings: 3 year peak range]
  9. ^ http://www.chessbase.com/newsdetail.asp?newsid=3459 Essent 2006: Mamedyarov, Judit Polgar are the winners]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 13943230 LCCN: n91012865