Evangelion: 1.0 You Are (Not) Alone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Evangelion : 1.0 You Are (Not) Alone
Eva not alone.jpg
Copertina dell'edizione italiana del DVD.
Titolo originale ヱヴァンゲリヲン新劇場版:序
Lingua originale Giapponese
Paese di produzione Giappone
Anno 2007
Durata 98 minuti
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85:1
Genere animazione
Regia Hideaki Anno (capo)
Masayuki
Kazuya Tsurumaki
Soggetto Hideaki Anno
Produttore Toshimichi Otsuki
Hideaki Anno
Casa di produzione Studio Khara
Distribuzione (Italia) Dynit
Character design Yoshiyuki Sadamoto
Mecha design Hideaki Anno
Ikuto Yamashita
Musiche Shiro Sagisu
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Evangelion : 1.0 You Are (Not) Alone (ヱヴァンゲリヲン新劇場版:序 Evangerion Shin Gekijōban: Jo?, lett. «Evangelion nuova versione cinematografica: Prologo»), distribuito in Italia come Evangelion : 1.01 You Are (Not) Alone, è un film del 2007 scritto e diretto da Hideaki Anno. È il primo di quattro film che compongono la tetralogia Rebuild of Evangelion basata sulla serie originale dell'anime Neon Genesis Evangelion. È stato prodotto e co-distribuito dallo Studio Khara di Hideaki Anno.

Il film, che ripercorre la trama dei primi 6 episodi della serie[1][2], venne premiato agli Animation Kobe come miglior film d'animazione e come "Animation of the year" al Tokyo International Anime Fair, dove Hideaki Anno fu premiato nel 2008 come miglior regista, mentre nei botteghini incassò circa 2 miliardi di yen[3]. Dopo i titoli di coda è stato proiettato in anteprima il trailer del sequel, Evangelion: 2.0 You Can (Not) Advance.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Kaworu Nagisa al momento del suo risveglio sulla Luna.

La trama è in larga parte un adattamento punto per punto della serie originale di Neon Genesis Evangelion dall'episodio 1 al 6. Mentre alcuni eventi sono presentati esattamente nello stesso modo, a volte con la stessa angolazione della camera, alcuni eventi si svolgono in maniera differente.

Shinji Ikari arriva a Neo Tokyo-3, mandato dal padre Gendo Ikari. Mentre si aggira per la città, si ritrova tra il fuoco incrociato dell'esercito delle Nazioni Unite e il quarto Angelo (terzo nella serie originale), Sachiel. Soccorso dal capitano Misato Katsuragi, Shinji viene portato al quartier generale della NERV e viene costretto dal padre Gendo, che è riuscito a diventare comandante supremo della NERV, a pilotare l'Unità 01 contro Sachiel, poiché la sua prima pilota, la misteriosa Rei Ayanami, è troppo ferita per farlo. Dopo il combattimento iniziale, Shinji viene accolto da Misato come il suo nuovo coinquilino e iscritto alla scuola media. Il film ritrae i tentativi di Shinji di inserirsi nella nuova vita insieme a Misato, Rei e gli altri personaggi mentre continua a difendere Neo Tokyo-3 e il mondo dagli Angeli come nuovo pilota dell'Unità 01. In una scena si vede che Misato (nella serie originale non era a conoscenza di niente) porta Shinji nel Central Dogma dove è tenuto nascosto Lilith, ma con una maschera gialla (completamente identica al volto degli altri angeli, come ad esempio quello di Sachiel, il primo angelo che combatte Shinji). Appare un altro Angelo, e Rei e Shinji devono prelevare l'energia dell'intero Giappone per avere la minima possibilità di affrontarlo.

Nella scena finale, Kaworu Nagisa si risveglia sulla Luna, dicendo in maniera enigmatica che non può più aspettare di incontrare Shinji e al suo fianco si nota una creatura molto simile alla Lilith provvista di maschera viola della serie originale.

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

Utada Hikaru fornisce la canzone del tema di chiusura "Beautiful World" dal singolo Beautiful World/Kiss & Cry. Fly Me to the Moon ha un nuovo ritornello remixato, conosciuto come Fly Me To The Moon (In Other Words) -2007 MIX-, rispetto alla versione uscita nel 2000. Viene usato come colonna sonora per il primo trailer cinematografico completo.

La colonna sonora per il film, composta e adattata da Shiro Sagisu, è stata incisa all'Abbey Road Studios, con le esecuzioni della London Studio Orchestra. L'album con la colonna sonora del film è uscita il 26 settembre con il numero di catalogo KICA-887.[4] Molti dei 26 brani inclusi nel disco sono versioni riadattate della partitura scritta originariamente per la serie televisiva, dettaglio questo molto interessante perché fornisce una veste più maestosa e brillante alle musiche composte nel 1995, mantenendo al tempo stesso inalterata l'identità dei movimenti e dei temi scritti per personaggi e sequenze più celebri.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Edizione italiana[modifica | modifica sorgente]

La Dynit ha distribuito il primo capitolo di Rebuild of Evangelion, col titolo "Evangelion 1.01 You Are (Not) Alone", il 29 ottobre 2008. L'aggiunta della cifra "1" nel titolo (1.01) sta ad indicare alcune leggere differenze rispetto alla versione cinematografica del lungometraggio (1.0), come la correzione di alcuni piccoli errori. A dirigere il doppiaggio dell'edizione italiana, tenutosi tra luglio e settembre 2008, è stato Fabrizio Mazzotta, già direttore del doppiaggio dei primi 6 episodi della serie tv e dei film Death & Rebirth e The End of Evangelion. È stato riconfermato lo stesso cast della serie tv (tranne Massimiliano Alto, doppiatore di Kaworu Nagisa, sostituito da David Chevalier, che aveva già doppiato Kaworu nei due precedenti film).

La versione, doppiata in italiano, è presentata in versione limited edition in tiratura limitata contenente 2 DVD e altri extra, ed in una "Normal Edition" con un singolo DVD[5]. Il 18 marzo 2009 è stata pubblicata sempre da Dynit anche una versione standard in due dischi contenente il booklet come nella versione limited, ma senza i materiali da collezione (il pass numerato e le cartoline da collezione).

Il 14 aprile 2010, Dynit ha pubblicato su Blu-ray disc la versione 1.11. Si tratta della prima edizione in Alta Definizione della Dynit, la cui prima tiratura è stata pubblicata in numero limitato in un package deluxe. Il numero 11 al posto di 01 indica di nuovo alcuni piccoli cambiamenti rispetto all'edizione precedente, con alcune scene inedite aggiunte. Quest'ultima edizione è stata poi trasmessa su Rai 4 il 23 dicembre 2010 (tagliando la scena dopo i titoli di coda).

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Incassi[modifica | modifica sorgente]

Il film nella prima settimana, conquista il primo posto nella Box Office giapponese, con 236.158 biglietti venduti e un incasso di 280 milioni di Yen (circa 2,4 milioni di $ US). Un vero successo, considerando che il film è stato proiettato in sole 84 sale in tutto il Paese[6].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Frenchy Lunning, Fanthropologies, University of Minnesota Press, 2010, pp. 348-349, ISBN 978-0-8166-7387-2.
  2. ^ Il Morandini-Mymovies.it. Dizionario dei film di fantascienza e di animazione, Zanichelli, 2012, p. 230, ISBN 978-88-08-29480-7.
  3. ^ Tavassi, op. cit., p. 477
  4. ^ Shiro SAGISU Music from "Evangelion: 1.0 You Are(Not)Alone". URL consultato il 9 agosto 2007.
  5. ^ Sito ufficiale della versione italiana Dynit. URL consultato il 20 novembre 2008.
  6. ^ Japanese Box Office: August 25-26, September 1-2 (Updated). URL consultato il 15 agosto 2007.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Guido Tavassi, Storia dell'animazione giapponese. Autori, arte, industria, successo dal 1917 a oggi, Latina, Tunué, 2012, ISBN 88-97165-51-6.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]